Asiatica Film Mediale

WWE: Cody Rhodes dovrebbe detronizzare Roman Reigns (non The Rock)

WWE: Cody Rhodes dovrebbe detronizzare Roman Reigns (non The Rock)
Debora

Di Debora

15 Giugno 2022, 21:44


Dopo quasi due anni, molti pensano che potrebbe essere The Rock a porre fine al regno del titolo mondiale WWE di Roman Reigns, ma dovrebbe invece essere Cody Rhodes. Nell’era moderna, è abbastanza raro che un titolo mondiale in WWE duri più di un anno. Infatti, dall’inizio della WWE negli anni ’70, solo 10 uomini hanno detenuto un titolo mondiale per più di un anno. Oltre a Reigns, quel gruppo include Bruno Sammartino, Pedro Morales, Bob Backlund, Hulk Hogan, “Macho Man” Randy Savage, John Cena, CM Punk, AJ Styles e Brock Lesnar.

Reigns ha recentemente superato i 600 giorni come Universal Champion della WWE e ora detiene anche il WWE World Championship dopo aver sconfitto Lesnar in una partita di unificazione al WWE WrestleMania 38. Nello stesso evento, Rhodes è tornato in WWE dopo un’assenza di sei anni . Per molto tempo, il pensiero di un ritorno di Rhodes in WWE è sembrato impossibile, poiché mentre era via, Rhodes ha contribuito a fondare l’organizzazione concorrente All Elite Wrestling (AEW).

Il ritorno di Rhodes in WWE è una vera testimonianza del fatto che il capo della WWE Vince McMahon è sempre aperto a riparare le barriere se ritiene che ciò andrà a beneficio dei suoi affari. Anche se c’era molta preoccupazione che Rhodes sarebbe stato trattato nello stesso modo in cui lo ha portato ad andarsene nel 2016, finora “The American Nightmare” è stato presentato come un talento di alto livello. Sta anche ricevendo grandi reazioni dalla folla, rendendolo una scelta molto migliore per porre fine al regno di Reigns rispetto a Dwayne “The Rock” Johnson, una star d’azione trasformata in WWE.

Perché il titolo mondiale WWE Reigns di Roman Reigns è così storico

Elite come il club di wrestler di cui fa parte Roman Reigns a causa della lunghezza del suo regno del titolo mondiale WWE, non è solo la durata che lo rende così storico. Reigns è stato un campione davvero dominante, battendo quasi tutti quelli che c’è da battere in WWE, e nella maggior parte dei casi in modo decisivo. Considerando che ha trascorso l’intero regno come personaggio dei talloni, è ancora più impressionante, poiché i talloni sono più spesso descritti come codardi intriganti in WWE, non come legittimi tosti che sono vere minacce fisiche per chiunque incontrino. Reigns ha anche finalmente conquistato la sua nemesi Brock Lesnar nel main event di WrestleMania 38, che sembrava avere sempre il suo numero in passato.

Questo non vuol dire che Reigns non bari per vincere, come dovrebbero fare tutti i grandi tacchi. Il più delle volte, però, Reigns ottiene una vittoria per spillo o sottomissione al centro del ring, raramente ha bisogno di fare affidamento su interferenze esterne o stravaganti imbrogli per superare gli sfidanti. Reigns è dominante in un modo in cui solo persone come Lesnar e Hulk Hogan sono state prima, e in superficie, ha senso il motivo per cui la WWE potrebbe pensare che un superman come The Rock potrebbe essere l’unico che può credibilmente sconfiggere Reigns. Mentre una partita tra Rock e Reigns a WrestleMania 39 farebbe sicuramente grandi botteghini, una partita del genere non ha nemmeno bisogno che il titolo mondiale WWE in gioco sia enorme. Il rock in precedenza aveva avuto incontri da sogno di WrestleMania con l’imminente film biografico Hulk Hogan e John Cena che non avevano bisogno di titoli mondiali per essere le principali attrazioni.

Perché The Rock è la scelta sbagliata per detronizzare i regni romani

Quando gli irriducibili del wrestling valutano la WWE, tende a esserci un ritornello comune: la WWE fa troppo affidamento sulle leggende part-time. Quel sentimento è persino entrato nel leggendario promo “pipe bomb” di CM Punk a Raw nel 2011, ma nulla è davvero cambiato. Quando si tratta di mettere su grandi carte pay-per-view come WrestleMania, Royal Rumble e SummerSlam, la WWE di solito finisce per correre verso il suo passato, portando in passato star part-time come Goldberg, Brock Lesnar, John Cena, Edge e a WrestleMania 38, “Stone Cold” Steve Austin. Prima del loro ritiro dalla WWE, anche The Undertaker, Triple H e Shawn Michaels erano part-time.

Per essere chiari, non è che la WWE lo abbia sempre fatto, come se lo avesse fatto, non ci sarebbe un pool di leggende del passato da cui attingere. L’era dell’atteggiamento degli anni ’90 ha visto l’ascesa di persone come Austin, Rock, HHH, Mick Foley e altri ai vertici, mentre gli anni 2000 hanno visto Cena, Randy Orton, Edge e altri diventare grandi nomi. Eppure, nell’attuale roster a tempo pieno, Reigns stesso è una delle poche persone con un vero potere da star del main event da cui attingere, e un fattore importante in questo è la dipendenza della WWE dai giocatori part-time. L’ultima cosa che la WWE deve fare è avere The Rock, il cui ultimo match in WWE risale al 2013 ed è già consolidato come uno dei più grandi di sempre, per essere colui che detronizza Reigns. Quell’onore dovrebbe andare a qualcuno che potrebbe davvero essere “fatto” dal risultato.

Perché Cody Rhodes dovrebbe porre fine al regno di Roman

Da quando è tornato in WWE dalla AEW a WrestleMania 38, Cody Rhodes è semplicemente andato a fuoco. Ha offerto promozioni credibili ed emozionanti, tenendo testa al meglio della WWE tra le corde e ha attirato enormi reazioni della folla ovunque vada. Finora, la WWE sta sorprendentemente trattando Rhodes come chiunque avrebbe potuto sperare, presentandolo come un campione del mondo in attesa. Alcuni direbbero che è dovuto al fatto che la WWE vuole mostrare ad altri potenziali disertori della AEW che non verranno trattati male se saltano dalla nave, ma in ogni caso, Rhodes attualmente sembra un milione di dollari.

Il palcoscenico è già pronto per una vittoria del titolo mondiale di Cody Rhodes WWE, poiché il suo promo a Raw la notte dopo WrestleMania ha chiarito che un grande motivo per cui è tornato era vincere il premio più grande della compagnia. Questo è qualcosa che il suo leggendario padre “The American Dream” Dusty Rhodes non ha mai fatto, né suo fratello Dustin “Goldust” Rhodes. A 36 anni, Rhodes è nel pieno della sua carriera e, salvo infortunio, potrebbe avere ancora molti anni sul ring. Il pubblico è fermamente dietro a Rhodes sin dal suo ritorno in WWE e vuole chiaramente che realizzi il suo sogno, e l’enorme applauso che sicuramente scoppierà alla sua sconfitta di Reigns sarebbe un momento che potrebbe entrare nei libri di storia della WWE. Che la WWE faccia Rock vs. Reigns a WrestleMania 39 è quasi irrilevante, a patto che qualche tempo prima che “The American Nightmare” diventi campione del mondo WWE.

.item-num::after { contenuto: “https://www.asiaticafilmmediale.it/”; }


Potrebbe interessarti

Umbrella Academy Stagione 3 Recensioni Lodate Bonkers ma una storia sincera
Umbrella Academy Stagione 3 Recensioni Lodate Bonkers ma una storia sincera

Le recensioni per la stagione 3 di The Umbrella Academy sono arrivate e stanno elogiando un’altra brillante puntata della serie di supereroi di successo di Netflix. Basato sull’omonimo fumetto scritto dal frontman dei My Chemical Romance Gerard Way e illustrato da Gabriel Bá, The Umbrella Academy è stato creato per Netflix da Steve Blackman di […]

C’è ancora più storia di Darth Vader da raccontare, dice Hayden Christensen
C’è ancora più storia di Darth Vader da raccontare, dice Hayden Christensen

La star di Obi-Wan Kenobi Hayden Christensen crede che ci sia ancora più storia da raccontare con Darth Vader. L’iconico cattivo è stato un pilastro della cultura popolare sin dalla sua introduzione nel film originale di Star Wars, apparendo in molti altri film, programmi TV, videogiochi e libri. Nel corso degli ultimi quattro decenni, il […]