Asiatica Film Mediale

Uncharted: l’attrice Chloe Frazer ammette di non essere brava nei videogiochi

Uncharted: l’attrice Chloe Frazer ammette di non essere brava nei videogiochi
Erica

Di Erica

21 Febbraio 2022, 12:55


Sophia Ali, che interpreta Chloe in Uncharted della Sony, ha scoperto di non essere molto brava con i videogiochi durante le ricerche per il suo ruolo. Con una filmografia che risale al 2003, Ali è già apparso nel film horror del 2008 Truth or Dare e nel ruolo della dottoressa Dahlia Qadri in Grey’s Anatomy. Ora, Ali recita in Uncharted di Ruben Fleischer, regista di Venom e Zombieland, uscito nelle sale il 18 febbraio.

Uncharted è basato sull’omonimo franchise di videogiochi di Naughty Dog, iniziato con l’uscita di Uncharted: Drake’s Fortune su PlayStation 3 nel 2007. Servendo come prequel spirituale dei giochi, il film vede Tom Holland interpretare una versione più giovane del Nathan Drake, un ladro intelligente diventato cacciatore di tesori, che incontra il suo futuro mentore in Victor “Sully” Sullivan di Mark Wahlberg. Oltre a quella coppia, Uncharted vede nel cast anche Antonio Banderas, Tati Gabrielle e Ali. Quest’ultima attrice interpreta il live-action Chloe Frazer, una collega cacciatrice di tesori e occasionale soldato di ventura che è apparsa per la prima volta in Uncharted 2: Among Thieves del 2009 prima di essere la protagonista del suo stesso gioco con Uncharted: The Lost Legacy del 2017.

In una recente intervista con ComicBook.com, Ali ha parlato di come lei e il resto del cast hanno giocato a tutti i giochi di Uncharted durante le riprese. Ha anche rivelato che le ci è voluto un bel po’ per finire i quattro principali, (presumibilmente) perché non era molto brava. L’attore ha spiegato di aver giocato ai giochi “il più velocemente possibile [she] potrebbe.” Leggi la citazione completa di Ali di seguito:

“Voglio dire, ho giocato le partite, il più velocemente possibile, per ore. [Ruben Fleisher and Tom Holland] li ha suonati tutti. Quindi mi ci è voluto un’eternità, e non stavo bene … Poi è successo il COVID, quindi abbiamo avuto una pausa, ed è stato allora che l’ho suonato davvero, poi siamo arrivati ​​sul set, e come se tutti avessero suonato in quel modo punto. Quindi, poi, abbiamo avuto tutti le nostre idee e le nostre cose, ma è stato davvero fantastico. E siamo andati scena per scena, tipo, ‘Come possiamo renderlo più simile ai giochi?'”

La data di uscita di Uncharted è stata ritardata più volte a causa della pandemia di coronavirus e sembra che quei ritardi abbiano portato a più riferimenti ai giochi che si sono fatti strada nel film. Nonostante segua versioni più giovani dei personaggi, il film incorpora aspetti dell’intero franchise di Uncharted, inclusa la sequenza dell’aereo cargo di Uncharted 3: Drake Deception e il retroscena di Sam in Uncharted 4. Quando i giocatori incontrano Chloe nel secondo gioco di Uncharted, viene rivelato che lei una volta era un interesse amoroso di Nathan. Grazie a Uncharted: L’eredità perduta e alla crescente popolarità di Chloe, l’adattamento cinematografico di Uncharted ha deciso di esplorare la sua relazione di amore/odio in erba con Nathan.

Non è un’esagerazione dire che la Chloe di Ali si sente molto simile alla sua controparte videoludica in Uncharted. Tuttavia, vale la pena ricordare che il principale interesse amoroso di Nathan e l’eventuale moglie è la giornalista Elena Fisher, che non è nel film Uncharted ma sarebbe probabilmente introdotta in un sequel, che dipende dal successo di questo primo film. Sebbene le recensioni per il progetto siano state contrastanti, Uncharted ha superato le proiezioni del weekend di apertura di Sony con $ 44,2 milioni, rendendolo l’apertura più alta per un film di videogiochi dal 2020 Sonic the Hedgehog. Se il film continua su questa traiettoria, forse il pubblico assisterà a un triangolo amoroso che ricorda Uncharted 2 e, un giorno, vedrà Ali protagonista di uno spin-off.

Fonte: ComicBook.com

.item-num::after { contenuto: “https://www.asiaticafilmmediale.it/”; }


Potrebbe interessarti

John Carpenter non può parlare di The Thing Reboot di Blumhouse
John Carpenter non può parlare di The Thing Reboot di Blumhouse

John Carpenter dice che non gli è permesso parlare di un possibile riavvio di The Thing da parte di Blumhouse. Carpenter, che ha diretto il film horror fantascientifico originale del 1982, ha rivelato nel 2020 che potrebbe essere coinvolto nell’adattamento del materiale originale da parte dello studio horror. Basato sul romanzo di John W. Campbell […]

Robert Downey Jr. si riunisce con il regista di Iron Man 3 per il nuovo film
Robert Downey Jr. si riunisce con il regista di Iron Man 3 per il nuovo film

Robert Downey Jr. si riunirà con l’ex regista di Iron Man 3 Shane Black per un nuovo film in streaming. Il film è un adattamento dei popolarissimi romanzi polizieschi conosciuti come “La serie Parker”, scritti da Donald E. Westlake. La serie è composta da un totale di 24 libri, che sono stati pubblicati tra il […]