Notizie Serie TVUn brillante callback rivela il lieto fine segreto di...

Un brillante callback rivela il lieto fine segreto di Saul di Better Call

-


Avvertimento: SPOILER per il finale della sesta stagione di Better Call Saul. Better Call Saul finisce nel luogo che Saul Goodman ei suoi clienti hanno evitato per così tanti anni, ma sotto la superficie, l’ambientazione della prigione è in realtà un lieto fine per il più grande avvocato del mondo. L’ironia della storia di un avvocato penalista che finisce con lui in prigione era troppo perfetta perché il team di sceneggiatori di Better Call Saul la lasciasse sfuggire. Il pubblico non può nemmeno dire che sia immeritato, con i crimini cumulativi di Jimmy McGill in Better Call Saul e Breaking Bad che si accumulano fino a una proposta di condanna a 190 anni di reclusione. Tuttavia, la sua condanna finale è di 86 anni.

È la prima volta in entrambe le serie ambientate nell’universo di Breaking Bad che un personaggio importante ha dovuto rispondere dei suoi crimini, con la maggior parte che invece morde i proiettili. Stranamente, la lunga pena detentiva di Jimmy è qualcosa che ha orchestrato lui stesso. Una volta che è stato catturato nel cassonetto, ha capito che Gene Takavic era pronto. Tuttavia, Jimmy diventa la versione più brutale di se stesso durante i suoi negoziati con l’assistente del procuratore degli Stati Uniti George Castellano e compagni, mentre Marie Schrader appare per la prima volta in Better Call Saul nella scena. Attraverso la manipolazione di Jimmy, riduce il suo accordo a sette miseri anni. Ma con Kim presente alla sua udienza di patteggiamento, Jimmy si prende tutta la colpa per il loro piano contro Howard Hamlin, che ha portato alla sua morte.

Dal momento che Jimmy ha accettato chi è e i crimini che ha commesso, fa la sua parte per ricucire la sua relazione con Kim. Di conseguenza, lei gli fa visita in prigione e condividono una sigaretta come ai vecchi tempi. Mentre la luce filtra attraverso le finestre sbarrate della prigione, le loro ombre cadono sul muro accanto a Jimmy, sentendolo mancare. Questo richiama un’immagine in Better Call Saul stagione 6, episodio 12, “Waterworks”, quando Gene irrompe nella casa di una vittima di una rapina malata di cancro. Nell’aria notturna, un lampione proietta l’ombra di Gene su una porta: la combinazione di ombre fa sembrare che Gene sia dietro le sbarre. Mentre Jimmy è fisicamente dietro le sbarre e prigioniero nel finale di Better Call Saul, mentalmente non è più intrappolato come era sotto lo pseudonimo di Gene Takovic.

Perché diventare di nuovo Jimmy McGill è meglio chiamare il miglior finale di Saul

Questi due esempi della cinematografia di Better Call Saul sembrano direttamente ispirati da The Conformist di Bernardo Bertolucci. Il direttore della fotografia del film, Vittorio Storaro (famoso per il suo lavoro in Apocalypse Now), ha utilizzato le ombre delle persiane e delle tende delle finestre sui volti degli attori per enfatizzare il loro senso di intrappolamento. Lo stesso avviene in Better Call Saul per “Gene Takovic”, che è intrappolato aderendo alla sua falsa identità, limitato dalla sua fama tra i criminali e colto dal bisogno di commettere illegalità. Durante tutto Better Call Saul con i suoi vari pseudonimi, Jimmy è stato incatenato dalle sue numerose identità. Non si sente degno del nome McGill, alla legge non piace il nome Goodman e come Gene Takovic deve rimanere un nessuno.

Accettando la responsabilità dei suoi crimini nel finale di Better Call Saul, “Saul Gone”, Jimmy smette di mentire a se stesso per la prima volta nella serie. Questa abitudine di mentire a se stesso è evidenziata dalla sua conversazione con Walter White nell’ultimo episodio di Better Call Saul quando Jimmy afferma che l’unica cosa di cui si rammarica nella vita è uno “scivolare e cadere”. Ciò che è più toccante, tuttavia, è il modo in cui Jimmy dichiara in tribunale: “Il nome è McGill. Io sono James McGill”. Questa dichiarazione non è solo una risoluzione personale per Jimmy, ma consente anche di costruire nuovamente ponti con Kim. Le scene di Better Call Saul ambientate durante Breaking Bad, quando Jimmy si è completamente trasformato in Saul Goodman, mostrano che Kim e Saul si scontreranno sempre e solo.

Abbandonando finalmente i personaggi di Saul Goodman e Gene Takovic, Jimmy può ricucire le sue numerose relazioni, inclusa quella con se stesso. In quanto tale, le ombre non lo mostrano più intrappolato nella prigione. Potrebbe essere mandato giù e letteralmente dietro le sbarre, ma alla fine è uscito alla luce ed è scappato dalla sua prigione personale. La lotta di Jimmy con la sua identità è la principale forza trainante della serie e, risolvendo questa trama, Better Call Saul ha ottenuto il suo finale perfetto.

Ultime News

L’attore in ufficio non vuole mai più interpretare il suo personaggio

La star di Office Zach Woods dice che non vorrà mai più interpretare il suo personaggio. La...

Lindsay Lohan celebra il Mean Girls Day con un primo sguardo a New Rom-Com

Lindsay Lohan celebra il giorno di Mean Girls con il primo sguardo alla sua prossima commedia romantica, Falling...

Dwayne Johnson festeggia oltre 20 anni a Hollywood con un video dolcissimo

In un video dolce e sincero, Dwayne Johnson ha celebrato i suoi oltre 20 anni di carriera a...

Lo spinoff Daryl di The Walking Dead ottiene il titolo ufficiale

Prima del ritorno dello show principale, la serie spin-off Daryl di The Walking Dead ha ricevuto un titolo...

Da Non Perdere

I 30 Migliori Film Horror Da Vedere Assolutamente!

I migliori film horror più spaventosi di tutti i...

Come Disattivare Now TV

Vuoi capire come disattivare Now TV? Potresti non aver...

Ultimi Quiz

Quale Personaggio Della Casa Di Carta Sei?

Uno dei punti di forza delle serie come La Casa di Carta è che mettono insieme un gruppo di...

Che Personaggio Di Stranger Things Sei?

Che Personaggio Di Stranger Things Sei? Sei stato anche tu uno di quelli che, guardando il primissimo episodio di...

Potrebbe anche interessarti...
Articoli selezionati per te