Asiatica Film Mediale

Un attore di The Hobbit ha una ragione franca per non guardare Il Signore degli Anelli

Un attore di The Hobbit ha una ragione franca per non guardare Il Signore degli Anelli
Debora

Di Debora

14 Maggio 2023, 00:56



La star de Lo Hobbit, Richard Armitage, ha avuto una risposta molto diretta quando gli è stato chiesto del nuovo progetto di Amazon, The Lord of the Rings: The Rings of Power. Armitage ha interpretato il ruolo principale di Thorin Scudodiquercia nella trilogia di Lo Hobbit di Peter Jackson, che ha visto la missione di Thorin di riprendersi la Montagna Solitaria. La trilogia di Lo Hobbit, conclusa nel 2014, è stata l’ultima trasposizione cinematografica dei lavori di J.R.R. Tolkien fino a quando Amazon non ha acquisito i diritti per una serie TV in live-action, The Rings of Power.

In un’intervista con Radio Times (tramite CBR), Armitage ha spiegato che non ha alcun interesse nel genere fantasy nel suo complesso dopo la sua esperienza nella trilogia de Lo Hobbit, e non ha nascosto le sue opinioni sul genere. Ecco la sua affermazione:

“Dopo due anni e mezzo di Terra di Mezzo, non sono più interessato al fantasy. È davvero, davvero sottile… Ma lo sono anche le nostre nuove scelte di film oggi”.

La prospettiva di Armitage su The Rings of Power è interessante, specialmente alla luce di ciò che gli altri attori della trilogia de Il Signore degli Anelli hanno detto del nuovo progetto di Amazon. Molti di loro, tra cui Sean Astin (Sam), Elijah Wood (Frodo), Billy Boyd (Pippin), Andy Serkis (Gollum), Orlando Bloom (Legolas), Viggo Mortensen (Aragorn) e Dominic Monaghan (Merry), sono stati estremamente ottimisti e solidali con la serie, esprimendo il loro interesse e la loro emozione nel vederla. Tuttavia, altri come Hugo Weaving (Elrond), come Armitage, hanno espresso il loro disinteresse per la serie, spiegando che hanno già vissuto la loro esperienza nella Terra di Mezzo con i loro precedenti ruoli e non sentono la necessità di tornarci.

Queste risposte sono comprensibili e non mancano di rispetto nei confronti di Tolkien o delle opere in cui hanno partecipato gli attori, ma semplicemente rivelano che per alcuni di loro la loro esperienza nella Terra di Mezzo si è conclusa con la trilogia de Lo Hobbit o con il Signore degli Anelli. In tal modo, questi attori seguono gli stessi desideri della maggior parte dei fan, che in ogni caso apprezzano l’enorme successo del leggendario fantasy di Tolkien.


Potrebbe interessarti

“Per mesi sono stato in un buco nero”: la star di Sandman racconta della dura reazione online.
“Per mesi sono stato in un buco nero”: la star di Sandman racconta della dura reazione online.

Quasi un anno dopo la prima dello show, la star di The Sandman, Vanesu Samunyai, guarda indietro alla dura reazione online al suo lavoro nella serie. Basata sui fumetti Vertigo di Neil Gaiman con lo stesso nome, la serie Netflix si concentra sull’omonimo Essere Eterno mentre fugge da una prigionia durata 106 anni da un […]

C’è una storia da raccontare là: Shonda Rhimes suggerisce altri spin-off di Bridgerton
C’è una storia da raccontare là: Shonda Rhimes suggerisce altri spin-off di Bridgerton

Queen Charlotte, la nuova serie di successo di Netflix, potrebbe dare il via a nuovi spinoff del franchise di Bridgerton, secondo la creatrice della serie Shonda Rhimes. La serie si concentra sulla giovinezza del personaggio di Queen Charlotte, interpretato da India Amarteifio, e sulla sua ascesa al potere. In una recente intervista, Rhimes ha parlato […]