RecensioniTop Gun: Maverick Review - Un sequel migliore di...

Top Gun: Maverick Review – Un sequel migliore di un originale già iconico

-


Dopo un ritardo pandemico di due anni, Top Gun: Maverick sta finalmente arrivando nelle sale — e l’attesa è valsa la pena. Diretto da Joseph Kosinski (Tron: Legacy and Oblivion), Maverick sfrutta tutto ciò che ha funzionato nel film originale di Tony Scott e alza il volume. Il risultato è un film che strizza l’occhio alla nostalgia, onorando l’eredità di Top Gun (personaggi e trame amati, nonché l’ammirazione per lo stesso film del 1986), mentre fa esplodere la mitologia della serie introducendo nuovi eroi e moderni effetti di successo che offrire una corsa emotivamente ricca e batticuore. Arrivato 26 anni dopo il primo film, Top Gun: Maverick è un raro sequel che non solo è migliore dell’originale ma rende retroattivamente la storia di Top Gun del tutto più profonda.

Ambientato tre decenni dopo che il tenente Pete “Maverick” Mitchell (Tom Cruise) e il tenente Tom “Iceman” Kazansky (Val Kilmer) hanno superato la loro rivalità per salvare la SS Layton, Maverick vede l’eroe titolare richiamato alla Naval Fighter Weapons School della Naval Air La stazione Miramar — alias Top Gun — per preparare una squadra di talentuosi ma giovani piloti di caccia per un assalto altamente pericoloso a una raffineria di uranio pesantemente fortificata. L’approccio non ortodosso di Maverick all’insegnamento (insieme alla sua propensione a disobbedire agli ordini) lo mette in contrasto, come al solito, con i suoi superiori (in particolare il vice ADM “Cyclone”, interpretato da Jon Hamm). Tuttavia, la sfida più grande di Maverick non è l’ottone superiore o la missione futura, è affrontare una relazione complicata e tesa con LT Bradley “Rooster” Bradshaw, uno stick jockey scelto per allenarsi per l’attacco e figlio dell’ex migliore amico di Maverick, LTJG Nick “Goose” Bradshaw (morto allenandosi con Maverick).

Tom Cruise in Top Gun: Maverick

Kosinski e Cruise hanno creato una continuazione che non solo sta in piedi da sola, ma conferisce anche ulteriore peso e significato agli eventi dell’originale Top Gun. Basandosi sul senso di colpa in corso di Maverick e su come quel senso di colpa si intreccia con l’animosità (e le successive) paure di Rooster, il sequel trasforma la morte di Goose in Top Gun da un incidente che definisce il personaggio in un pilastro che definisce l’universo cinematografico. Kosinski collega questo attraverso una linea con momenti sottili e sensibili che si appoggiano su una scuderia di attori di talento e sentimenti inespressi – piuttosto che dialoghi pesanti – per ricordare al pubblico eventi passati e alimentare le tensioni attuali.

Rivisitando Maverick dopo due decenni, Cruise inietta nuovi livelli nel suo iconico pilota arrogante, creando un arco narrativo per il personaggio che è, probabilmente, più fedele a Maverick rispetto a dove Top Gun lo ha effettivamente lasciato. Nel sequel, l’eroe titolare potrebbe essere più vecchio, ma rimane altrettanto capace e Cruise lo appesantisce con il rimpianto piuttosto che con i cliché “troppo vecchi per questo” su cui di solito si basano storie simili. La debolezza di Maverick in questo round non è un desiderio sconsiderato di essere visto come il migliore o l’arroganza di fronte all’autorità (sebbene, c’è ancora una quantità affascinante di quest’ultima). Invece, si trova di fronte a una vita di scelte e di evitamenti che lo hanno lasciato con nient’altro che l’amore per il volo, senza altra opzione (per salvare la sua squadra e se stesso) che rallentare e abbracciare la sua vulnerabilità. Fortunatamente, il quasi 60enne Cruise, a sua volta, è diventato altrettanto abile nel trasmettere la vulnerabilità quanto lo era nel proiettare “cool” nel 1986.

Miles Teller nei panni di Gallo in Top Gun: Maverick

Miles Teller è acuto nel ruolo di Rooster. Le interazioni iniziali tra Teller e Cruise sono scarse e limitate, ma man mano che la storia procede, c’è molto da disfare per la coppia. Teller incanala con successo la sfumatura riservata e premurosa che ha definito il turno di Anthony Edwards nei panni dell’oca mentre inietta un pizzico della scintilla di Maverick nel giovane Bradshaw. Questo crea un mix instabile che prepara la storia di Maverick a un gratificante dramma familiare. Il cast di supporto è costituito da variazioni ampiamente aggiornate dei personaggi e delle dinamiche che hanno reso Top Gun così memorabile (e divertente). Mentre Maverick viene inizialmente presentato a una dozzina di tirocinanti, il film restringe rapidamente la sua attenzione a quelli che giocheranno un ruolo significativo negli eventi mentre si svolgono.

Distinguendosi dal gruppo, Glen Powell assapora in un film simile a Iceman come LT “Hangman” Seresin to Teller’s Rooster. Monica Barbaro ruba le scene nei panni dell’affascinante e intelligente LT “Phoenix” Trace, mentre Lewis Pullman sarà sicuramente uno dei preferiti nei panni di LT “Bob” Floyd, un membro della squadra goffo e libertino che ottiene molti dei momenti più divertenti (e secchi) del film di umorismo. Jennifer Connelly si unisce al franchise nei panni di Penelope “Penny” Benjamin e offre un nuovo (ma vecchio nella storia) interesse amoroso per Cruise. Maverick fa avanzare velocemente un sacco di storia tra i due, ma Connelly assicura che Penny sia abbastanza rimpolpata da sentirsi come un adeguato contrappeso per Maverick (soprattutto dal momento che “Charlie” Blackwood di Kelly McGillis non è incluso in questo round). Coleman di Bashir Salahuddin è un’aggiunta umoristica, sebbene anche contemplativa, come braccio destro di Maverick nell’insegnare ai suoi tirocinanti, spesso interpretata per un discreto sollievo comico. Infine, Top Gun: Maverick trova un modo intelligente e gratificante per incorporare Val Kilmer nei panni di Iceman, nonostante la ridotta capacità di parlare dell’attore a causa della sua battaglia contro il cancro alla gola, e i fan, senza dubbio, si divertiranno a vedere come Iceman/Maverick l’amicizia si è evoluta nel tempo.

Maverick torna in azione per Top Gun 2

Senza dubbio, Kosinski e Cruise sapevano che avrebbero dovuto alzare la posta con strabilianti battaglie aeree – e Maverick è quello che fa. Combinando filmati pratici della cabina di pilotaggio con riprese di effetti ben posizionate (e usate con parsimonia), il sequel di Top Gun ha realizzato uno dei combattimenti di cani, se non i più emozionanti mai catturati su pellicola. Le altre scene da batticuore del film assicurano che tutto il dramma del personaggio di qualità si incontri con un’azione ugualmente memorabile. Top Gun: Maverick sta suonando nei cinema IMAX e il costo aggiuntivo vale assolutamente un biglietto aggiornato. E mentre le visualizzazioni premium non sono essenziali, il suono di alta qualità e lo spazio sullo schermo migliorano sicuramente le scene già elettrizzanti.

Top Gun: Maverick prende molto in prestito dal suo predecessore e mentre il pubblico potrebbe trovare alcuni aspetti che si avvicinano troppo all’originale, il film riesce a infilare una serie di sfide incredibilmente difficili. Lo stesso Maverick è familiare e saggio, ma ha spazio per crescere e Rooster sfida il vecchio pilota con un nuovo dilemma che rende gli eventi di Top Gun ancora più strazianti. Ed è tutto inquadrato in una missione emozionante e azione ad alta quota. I fan hanno aspettato tre decenni prima del ritorno di Maverick e, grazie a una grande espansione a 360 gradi della serie, della sua mitologia e dei suoi personaggi (per non parlare delle battaglie strabilianti), è facile immaginare che gli spettatori non saranno così pazienti se devono aspettare altri 30 anni prima che Cruise torni in cabina di pilotaggio.

Top Gun: Maverick uscirà nelle sale il 27 maggio. Il film è lungo 131 minuti e classificato PG-13 per sequenze di azione intensa e un linguaggio forte.

Date di uscita chiave Top Gun: Maverick/Top Gun 2 (2022)Data di uscita: 27 maggio 2022

Marco
Marco
Sono Marco, un appassionato di cinema e serie TV che scrive recensioni per il sito di cinema Asiatica Film Mediale. Sono una persona determinata e appassionata, che ama condividere la propria passione per il cinema e la televisione con il pubblico. Sono arrivato a scrivere per Asiatica Film Mediale dopo aver vinto un concorso per giovani critici con la mia recensione del film "Parasite". Tra le serie TV italiane preferite ci sono "Gomorra" e "Suburra". Durante la scrittura delle mie recensioni mi piace ascoltare la colonna sonora dell'opera che sto recensendo per trasmettere tutte le emozioni dell'opera ai lettori.

Ultime News

Trailer di The Girls on the Bus: Melissa Benoist guida il suo primo nuovo programma da quando è Supergirl nel drama politico.

Sommario Melissa Benoist interpreta Sadie McCarthy nel nuovo dramma di Max The Girls on the Bus , uno spettacolo che...

La conferma dell’episodio di debutto della seconda stagione della serie spinoff della stella dello sceriffo del paese del fuoco.

Questo articolo fa parte di una directory: Fire Country Stagione 2: Data di uscita, Cast, Trama, Trailer e...

Star Wars: La data di uscita de “The Acolyte” svelata in via provvisoria per lo show televisivo prequel di “Phantom Menace”

Sommario The Acolyte, la prima serie live-action ambientata nell'era dell'Alta Repubblica di Star Wars, ha finalmente una...

Punteggio di Dune 2 su Rotten Tomatoes debutta con un grande salto rispetto al film originale

Riassunto Dune: Part Two ottiene un punteggio del 97% su Rotten Tomatoes, un significativo aumento rispetto all'83% del film...

Da Non Perdere

I 30 Migliori Film Horror Da Vedere Assolutamente!

Avventuratevi nel cuore pulsante dell'orrore con la nostra raccolta...

Come Disattivare Now TV

Vuoi capire come disattivare Now TV? Potresti non aver...

Ultimi Quiz

Quale Personaggio Della Casa Di Carta Sei?

Uno dei punti di forza delle serie come La Casa di Carta è che mettono insieme un gruppo di...

Che Personaggio Di Stranger Things Sei?

Che Personaggio Di Stranger Things Sei? Sei stato anche tu uno di quelli che, guardando il primissimo episodio di...

Potrebbe anche interessarti...
Articoli selezionati per te