Asiatica Film Mediale

Top Gun: Maverick Fact-Check di Neil deGrasse Tyson

Top Gun: Maverick Fact-Check di Neil deGrasse Tyson
Erica

Di Erica

10 Ottobre 2022, 19:02


L’astrofisico Neil deGrasse Tyson controlla Top Gun: Maverick. Ambientato 30 anni dopo il film originale del 1986, il sequel vede Tom Cruise riprendere il suo ruolo iconico di pilota collaudatore Pete “Maverick” Mitchell e tornare al programma Top Gun per addestrare una nuova generazione di piloti di caccia per una missione pericolosa. Tra questo gruppo c’è Bradley “Rooster” Bradshaw (Miles Teller), il figlio di Nick “Goose” Bradshaw che si risente di Maverick per il suo ruolo nella morte di suo padre.

Prima di tornare al programma Top Gun, una delle prime scene piene di adrenalina del film vede Maverick spingere uno scramjet Lockheed Martin SR-71 soprannominato Darkstar oltre Mach 10, che distrugge il prototipo e lo costringe a espellere dalla cabina di pilotaggio ad alta velocità. Più tardi, quando Maverick torna al programma Top Gun, ha il compito di addestrare i piloti della Marina Militare per una missione che prevede la distruzione di un impianto di arricchimento dell’uranio non autorizzato situato in una profonda depressione alla fine di uno stretto canyon ed è pesantemente difeso da terra a- missili aerei, radar e caccia.

Ora, Neil deGrasse Tyson è andato su Twitter per verificare Top Gun: Maverick. Il famoso astrofisico ha contestato principalmente la scena di Mach 10, sostenendo che se Maverick fosse stato effettivamente espulso a quella velocità, “il suo corpo sarebbe schizzato come un guanto di maglia che schiaccia un verme”. Tyson ha anche commentato la missione principale del film, riflettendo “Perché non eliminare prima i banchi di missili?” Quindi, i piloti sarebbero in grado di “volare senza manovre audaci”. Dai un’occhiata alla serie di tweet di Tyson di seguito:

Top Gun: Maverick è realistico?

Sebbene Cruise e la compagnia abbiano fatto di tutto per filmare Top Gun: Maverick praticamente ed eseguire molte delle sue acrobazie aeree che sfidano la morte per davvero, il film presenta ancora alcuni momenti che non sono del tutto realistici, la scena di Mach 10 ne è un ottimo esempio. Per cominciare, l’aereo sperimentale soprannominato Darkstar non esiste nemmeno ed è ispirato solo ai jet Lockheed Martin del mondo reale, nessuno dei quali può raggiungere velocità superiori a Mach 10. Sulla base del fact-checking di Tyson, l’espulsione di Maverick a velocità così elevate non è possibile neanche, e l’astrofisico sembra avere le prove scientifiche per dimostrarlo.

La seconda critica di Tyson a Top Gun: Maverick, “Perché non eliminare le banche missilistiche?” si legge un po’ come un “Perché gli Eagles non hanno fatto volare l’anello a Mordor?” uno dei buchi della trama spesso dibattuti del Signore degli Anelli. Il film in realtà risponde alla domanda di Tyson, poiché il piano della squadra è di evitare il rilevamento il più a lungo possibile prima di distruggere l’obiettivo principale. Eliminare prima i banchi di missili avrebbe allertato il nemico e avrebbe permesso loro di far decollare i propri jet prima. Come la maggior parte dei film, Top Gun: Maverick è un miscuglio in termini di realismo, che probabilmente non toglierà al pubblico il godimento del più grande blockbuster della scorsa estate, né dovrebbe.

Fonte: Neil deGrasse Tyson/Twitter


Potrebbe interessarti

Il creatore di Watchmen Alan Moore afferma che i supereroi non dovrebbero essere per adulti
Il creatore di Watchmen Alan Moore afferma che i supereroi non dovrebbero essere per adulti

In una versione controversa, il creatore di Watchmen Alan Moore afferma che i film sui supereroi sono sempre stati per bambini, non per adulti, e condanna la cultura moderna che circonda il fandom. Moore è l’acclamato scrittore di fumetti come Watchmen, V for Vendetta, The League of Extraordinary Gentlemen, Swamp Thing e Batman: The Killing […]

Il produttore di Jumanji 4 anticipa un’ottima idea per il sequel di Dwayne Johnson
Il produttore di Jumanji 4 anticipa un’ottima idea per il sequel di Dwayne Johnson

Il produttore di Jumanji 4 suggerisce una grande idea per la storia in atto per il tanto atteso sequel del franchise. L’ancora senza titolo Jumanji 4 è il terzo capitolo della nuova trilogia, ma tecnicamente il quarto film di Jumanji, dopo il film originale interpretato da Robin Williams nel 1995, basato sull’omonimo libro. Quel film […]