Notizie FilmTop Gun: il genio di Maverick spiegato da Call...

Top Gun: il genio di Maverick spiegato da Call Me By Your Name Direttore

-


Il regista Luca Guadagnino ha spiegato perché pensa che Top Gun: Maverick abbia funzionato così bene. Guadagnino è un regista italiano noto soprattutto per il cinema più orientato all’autore come Chiamami col tuo nome del 2017, la storia d’amore LGBTQ+ con protagonista Timothée Chalamet e Armie Hammer ed è stato nominato a quattro Oscar, vincendone uno per la migliore sceneggiatura non originale. Dopo il successo di Chiamami col tuo nome, ha diretto la miniserie del 2020 We Are Who We Are, ma solo un altro film: il remake del 2018 del classico horror di Dario Argento Suspiria, interpretato da Dakota Johnson nei panni di una giovane donna che scopre che il suo balletto la scuola è gestita da streghe, con la frequente collaboratrice di Guadagnino Tilda Swinton come più personaggi.

Top Gun: Maverick apparentemente esiste in un mondo completamente separato da quello su cui Guadagnino lavora di solito. Il mega-blockbuster, che è il film con il maggior incasso dell’anno sia a livello nazionale che mondiale, è un sequel del blockbuster del 1986 Top Gun, che riporta la star Tom Cruise nei panni del pilota hotshot Maverick. Questa volta, Maverick si ritrova nel ruolo di mentore, aiutando ad addestrare un nuovo gruppo di piloti mentre si preparano per una missione estremamente importante. Il cast del nuovo film include Jennifer Connelly, Lewis Pullman, Monica Barbaro, Miles Teller, Danny Ramirez, Manny Jacinto, Ed Harris, Glen Powell, Jay Ellis, Bashir Salahuddin, Jon Hamm e Val Kilmer che tornano come Iceman.

Di recente, Guadagnino si è seduto con Deadline per un lungometraggio in cui discuteva del suo prossimo film cannibale Bones & All, che ha riunito il regista con Chalamet. Durante la conversazione, il regista ha discusso di come la ripetizione sia una maledizione del cinema hollywoodiano e che i film abbiano bisogno di qualcosa di nuovo per renderli artisticamente fattibili. Ha spiegato che questa idea non deve necessariamente esistere al di fuori di un franchise, citando Top Gun: Maverick come un film che è un “modo molto intelligente, intelligente e premuroso di fare affari”, perché ora che Maverick è un uomo piuttosto che un ragazzo, che aggiunge una nuova svolta a una proprietà che altrimenti sarebbe del tutto alimentata dalla nostalgia. Dai un’occhiata alla sua citazione completa di seguito:

Anche Top Gun: Maverick, che è un film che commercia molto profondamente con la nostalgia e la ripetizione, arriva con la novità di accadere 25 anni dopo. L’idea che un sequel arrivi dopo un quarto di secolo è, a suo modo, un modo molto intelligente, intelligente e premuroso di fare affari. Perché ora, anche se il film ha una nostalgia molto profonda nel pubblico – lo sguardo nostalgico di Tony Scott e l’idea del mondo com’era nel 1986 – sei lì per il viaggio del Maverick di Tom Cruise che è un uomo ora, non un ragazzo. Quindi, direi che ci sono sempre modi per creare qualcosa di sorprendente e interessante.

L’elogio di Guadagnino per Top Gun: Maverick è particolarmente sorprendente nell’attuale era del cinema. In genere, i creatori che lavorano in spazi cinematografici d’autore o di prestigio tendono a guardare alla lista moderna dei blockbuster con una prospettiva un po’ sprezzante. Ciò è stato cristallizzato dal discorso spesso ricorrente sul licenziamento del MCU da parte del regista di GoodFellas, Martin Scorsese. L’elogio di Guadagnino per il sequel parla sicuramente della sua accoglienza nel complesso, che è stata positiva su tutta la linea.

Ha perfettamente senso il motivo per cui Top Gun: Maverick si rivolge in modo specifico a Guadagnino. Il regista ha già espresso interesse a realizzare un sequel di Chiamami col tuo nome, un evento insolito nello spazio d’autore, quindi non è affatto contrario al franchising finché c’è una scintilla artistica dietro il progetto. Le recenti controversie di Hammer probabilmente impediranno che il film si realizzi, almeno nella sua forma originariamente prevista, ma quell’istinto è ancora chiaramente centrale nell’approccio del regista.

Fonte: Scadenza

Ultime News

La giovane star di Sheldon si rivolge a George che potrebbe morire nella sesta stagione

Iain Armitage risponde alle teorie secondo cui George Cooper morirà nella sesta stagione di Young Sheldon. Lo spin-off...

Perché Unobtainium di Avatar non è così stupido come pensi

Da quando Avatar è stato rilasciato, la decisione di nominare il prezioso minerale al centro della storia unobtainium...

I racconti degli Jedi possono fare per Dooku ciò che le guerre dei cloni hanno fatto per Anakin

Disney's Tales of the Jedi ha un'opportunità unica di replicare l'impatto di Star Wars: The Clone Wars su...

Cosa significa veramente Udun negli anelli del potere Episodio 6

Attenzione: spoiler in anticipo per l'episodio 6 di The Rings of Power. Udûn non è solo un infuocato...

Da Non Perdere

I 30 Migliori Film Horror Da Vedere Assolutamente!

I migliori film horror più spaventosi di tutti i...

Come Disattivare Now TV

Vuoi capire come disattivare Now TV? Potresti non aver...

Ultimi Quiz

Quale Personaggio Della Casa Di Carta Sei?

Uno dei punti di forza delle serie come La Casa di Carta è che mettono insieme un gruppo di...

Che Personaggio Di Stranger Things Sei?

Che Personaggio Di Stranger Things Sei? Sei stato anche tu uno di quelli che, guardando il primissimo episodio di...

Potrebbe anche interessarti...
Articoli selezionati per te