Asiatica Film Mediale

Thor: Love & Thunder’s Death crea un buco nella trama di Infinity War?

Thor: Love & Thunder’s Death crea un buco nella trama di Infinity War?
Erica

Di Erica

17 Luglio 2022, 16:41


Attenzione: contiene spoiler per Thor: Love and Thunder

Thor: Love & Thunder offre agli spettatori uno sguardo più approfondito sulle vite di MCU Gods, ma questo sviluppo potrebbe anche creare un interessante buco nella trama per Avengers: Infinity War. L’ultimo periodo di Thor nel MCU lo vede affrontare il minaccioso Gorr il God Butcher, un essere che lascia una scia di divinità morte sulla sua scia. Ma una morte al culmine di Love & Thunder ha lasciato molti a chiedersi quali siano le regole nell’universo quando si tratta della scomparsa di questi potenti personaggi.

In Thor: Love & Thunder, gli spettatori vengono presentati a molti nuovi dei nell’MCU, con una pletora di loro coinvolti in scene che si svolgono a Omnipotence City. Gli Dei si sentono al sicuro in città dalla follia omicida di Gorr il God Butcher, un uomo che ha rinunciato agli Dei dopo aver perso sua figlia, e sono apatici alle suppliche di Thor per un esercito, lasciando il Dio del Tuono e la sua squadra disordinata per affrontare i Gorr stessi. Anche se sullo schermo non vengono visti molti dei uccisi, è dimostrato che quando muoiono, gli dei sembrano evaporare in polvere d’oro. Questo era stato mostrato in precedenza in modo più chiaro in Thor: Ragnarok, quando Odino morì e si trasformò immediatamente in polvere d’oro, proprio come fa Jane Foster. Gli effetti qui causano domande sugli dei visti nei precedenti progetti MCU e sulle loro morti.

Durante le scene di apertura di Avengers: Infinity War, agli spettatori viene mostrata la forza di Thanos fin dall’inizio mentre uccide Loki e Heimdall dopo aver devastato la nave asgardiana, ma né Loki né Heimdall vengono mai mostrati per trasformarsi in polvere d’oro come gli Dei in Thor: Love & Thunder e i precedenti film di Thor. Questa non è la prima volta che gli Dei nell’MCU non seguono le stesse regole mostrate in Love & Thunder: i Tre Guerrieri non scompaiono quando muoiono, e mentre si potrebbe sostenere che ciò avvenga fuori dallo schermo dopo il fatto, poiché c’è meno attenzione sui loro corpi, non c’è un chiarimento concreto. In Thor: The Dark World, Frigga si è trasformata in polvere d’oro solo al suo funerale, molto tempo dopo la sua morte. Il ritardo prima che Frigga si trasformi in polvere non è coerente con Odino in Thor: Ragnarok e Jane’s Mighty Thor e in Thor: Love & Thunder, e anche se Loki, Heimdall e i Tre Guerrieri sono diventati polvere fuori dallo schermo, quel ritardo rimane un problema che suggerisce che l’MCU sta giocando veloce e sciolto con le regole sui loro esseri divini.

L’MCU ha bisogno di una regola migliore per la morte di Dio

Le regole relative alla morte di Gods nell’MCU sembrano essere fluide da progetto a progetto, e con Thor: Ragnarok anche all’interno dello stesso film, e alla fine non hanno molto senso. Potrebbe essere che tutti gli dei evaporino in polvere d’oro, ma che agli spettatori non vengano mostrati tutti, tuttavia, avrebbe più senso per la Marvel esporre ragioni specifiche per cui questo evento accada agli dei, in questo modo , la morte di alcuni personaggi amati non sarebbe circondata da tanta confusione. Thor: Love & Thunder è il più coerente quando si tratta di queste immagini, ma crea strani buchi nella trama dei precedenti film MCU che non seguivano questo schema.

La mitologia degli dei nell’MCU è interessante ed è in continua evoluzione, con l’introduzione di molti altri dei in Omnipotence City in Thor: Love & Thunder. Mentre l’MCU ha introdotto per la prima volta gli Asgardiani come non veri e propri dei, ma semplicemente come esseri di grande potere che gli umani trattavano come dei, proprietà più recenti come Moon Knight e Thor: Love and Thunder non hanno chiarito esattamente cosa significhi essere un dio nell’MCU. Questo è un artefatto del piano in costante cambiamento della Marvel per l’MCU, ed è probabile che, proprio come le regole per ciò che costituiva un dio a volte sono state vaghe, lo stesso vale per il motivo per cui Jane e Odino si sono trasformati immediatamente in oro, Frigga si è trasformata qualche volta in seguito, e la morte di Loki, i Tre Guerrieri e Heimdall rimangono incongrue per il franchise più ampio e deve essere stabilita una regola migliore.

Vuoi altri articoli su Thor: Love & Thunder? Dai un’occhiata ai nostri contenuti essenziali qui sotto…

  • Thor: Spiegazione del finale di Love & Thunder (in dettaglio)
  • Thor: Uova di Pasqua Love & Thunder e riferimenti Marvel
  • Ogni cameo in Thor: Love & Thunder spiegato
  • Tutti quelli che muoiono in Thor: Love & Thunder
  • È [SPOILER] Davvero morto alla fine di Love & Thunder?
  • Spiegazione dell’amore della figlia di Gorr: origine e poteri dell’eternità
  • Thor: Spiegazione dei colpi di scena di Love & Thunder
  • Spiegazione delle scene post-crediti di Thor: Love & Thunder: eroi nuovi e di ritorno

Date di rilascio chiave

  • Black Panther: Wakanda Forever/Black Panther 2 (2022)Data di uscita: 11 novembre 2022
  • Ant-Man and the Wasp: Quantumania (2023)Data di uscita: 17 febbraio 2023
  • Guardiani della Galassia Vol. 3 (2023) Data di uscita: 05 maggio 2023
  • The Marvels/Captain Marvel 2 (2023)Data di uscita: 28 luglio 2023


Potrebbe interessarti

Jamie Lee Curtis non ha capito Final Girls fino alla fine di Halloween
Jamie Lee Curtis non ha capito Final Girls fino alla fine di Halloween

Jamie Lee Curtis rivela di non aver compreso appieno cosa significasse essere una Final Girl fino a quando non ha girato Halloween Ends. Il termine “Final Girl” è stato coniato dall’accademica Carol J. Clover nel suo libro del 1992 Men, Women, and Chain Saws: Gender in the Modern Horror Film. Lo ha usato per riferirsi […]

No, il cast reagisce alle teorie sul film di Jordan Peele in un video esilarante
No, il cast reagisce alle teorie sul film di Jordan Peele in un video esilarante

Il cast di Nope reagisce alle teorie dei fan sul misterioso nuovo film di Jordan Peele. Dopo l’uscita di Get Out nel 2017, Peele è diventato rapidamente uno dei nomi più importanti che lavorano oggi nel cinema horror. Anche il film successivo di Peele, Us, ha avuto successo, e il suo prossimo progetto, No, uscirà […]