RecensioniThe Pale Blue Eye Review: Melling eclissa Bale in...

The Pale Blue Eye Review: Melling eclissa Bale in un mistero gotico mal gestito

-


Scott Cooper e Christian Bale hanno fatto un bel viaggio insieme. The Pale Blue Eye è il terzo film di quella che Bale ora chiama la trilogia Ethics of Revenge, con Out of the Furnace e Hostiles come le prime due voci. Poiché la vendetta è un tema vago che lega tutti e tre i film, questa collaborazione ha un legame più forte che è rimasto coerente: Bale è un grande attore, mentre Cooper continua a crescere come sceneggiatore-regista. The Pale Blue Eye, basato sul romanzo di Louis Bayard, è pensato per essere un giallo gotico in base al design; può essere visualizzato una seconda o terza volta per scoprire dettagli o indizi persi durante la prima visione. Tuttavia, una volta terminato, difficilmente ispirerà una seconda visione, tanto meno un secondo pensiero.

The Pale Blue Eye segue il famoso detective veterano Augustus Landor (Christian Bale), che è stato convocato all’Accademia militare degli Stati Uniti a West Point per una questione molto urgente: un cadetto è stato impiccato e il suo corpo è stato mutilato. Temendo che all’accademia possano aver luogo pratiche sataniche, Landor è incaricato di risolvere il mistero con il suo eccezionale talento nel risolvere casi complessi. Questa volta si ritrova con un partner insolito ma volenteroso: Edgar Allan Poe (Harry Melling), il loquace cadetto che cerca la possibilità di essere stimolato in modi in cui l’accademia ha fallito. Landor e Poe cercano la verità e scoprono che l’atto violento può sembrare mostruoso, ma i motivi dietro di esso sono tanto umani quanto vengono.

Christian Bale e Harry Melling in Il pallido occhio azzurro

The Pale Blue Eye mette in mostra la crescita di Cooper come regista, soprattutto come uno che crea un’atmosfera distinta in cui le sue storie possano prosperare. Cooper è in grado di creare un linguaggio visivo che aggiunge strati e consistenza alle sue storie ma, cosa più impressionante, cattura il pubblico Attenzione. Dal punto di vista della produzione, The Pale Blue Eye è il più immacolato possibile. I costumi e la scenografia sono deliziosamente gotici, con la cinematografia di Masanobu Takayanagi che capitalizza i temi oscuri della storia ed è l’arco perfetto che lega tutto insieme. Il Pale Blue Eye ha un bell’aspetto; questo è innegabile. Tuttavia, il difetto di Cooper risiede ancora nello stesso posto delle sue altre caratteristiche, ovvero nelle sue capacità di narrazione.

Il Pale Blue Eye è tecnicamente buono e ben poco merita lamentele al riguardo. Tuttavia, Cooper non riesce a dare un ritmo alla sua storia per creare la tensione e il senso di pericolo di cui il terzo atto ha disperatamente bisogno. I personaggi sono soffocati nonostante l’ensemble prevalentemente non americano sia pienamente a bordo. Charlotte Gainsbourg, Gillian Anderson e Lucy Boynton soffrono di più, i loro personaggi sono poco più che vestiti da set. Gainsbourg è forse lo spreco più sbalorditivo in quanto è semplicemente una cassa di risonanza per Bale’s Landor. Inoltre, la coppia non ha chimica. Anderson e Boynton giocano ruoli critici nel mistero, ma a causa del tempo limitato sullo schermo e dell’incapacità di Cooper di tracciare la sua narrazione in modo convincente, entrambi cadono nel dimenticatoio. Le scelte creative di Anderson risultano più sciocche che mirate.

Christian Bale e Charlotte Gainsbourg ne Il pallido occhio azzurro

I fallimenti della storia si riflettono nelle caratterizzazioni scadenti, ma solo attraverso un personaggio vediamo la visione di Cooper brillare di più. Bale è eccellente e non ci sono dubbi sulle sue doti di attore. Tuttavia, quando si tratta di un mistero di omicidio che si diletta nell’occulto, ma ruota principalmente attorno all’oscurità della vita, è l’horror gotico di punta perfetto per un veicolo guidato da Edgar Allan Poe. Eppure Poe non è il protagonista, ma un personaggio secondario. Per quanto immaginario possa essere The Pale Blue Eye, il personaggio di Edgar Allan Poe suona il più sincero e genuino. La sceneggiatura di Cooper, abbinata al ritratto vibrante ed entusiasta di Harry Melling, rende Poe la fonte di grande interesse per il film. Nella migliore delle ipotesi, è il Watson dello Sherlock di Landor. Di per sé, Landor è un personaggio avvincente, ma che Bale ha già interpretato. C’è pochissima sorpresa o eccitazione nella sua interpretazione o nella scrittura di Cooper del personaggio che attira un’attenzione intensa.

The Pale Blue Eye è un esempio di come un film sia il mezzo sbagliato per raccontare questa particolare storia. Con un mistero che coinvolge così tante persone, con relazioni sfumate e fili narrativi in ​​gioco, Cooper si imbatte in come impostare la sua narrazione per finire con un finale emozionante e soddisfacente. L’atto finale è frettoloso e sconcertante. Con poco fatto per integrare caratterizzazioni avvincenti nella narrazione, il finale arriva con un tonfo. Quando il terzo atto si chiude, la durata di due ore sembrerà allo stesso tempo troppo lunga e troppo breve. Cooper avrebbe potuto aumentare il ritmo per creare un senso di urgenza e drammaticità, o arricchire le sue idee e i suoi personaggi in una miniserie. Ad ogni modo, la sua crescita come regista deve estendersi alla sua scrittura, o la sua collaborazione con Bale continuerà a offrire rendimenti decrescenti.

Affinché The Pale Blue Eye abbia successo, Cooper aveva bisogno di riconfigurare la sua narrazione per centrare Edgar Allan Poe, permettendo alla famosa indole oscura e macabra del poeta di essere il fondamento del macabro mistero gotico. Poe è una caratteristica, non un appuntamento fisso. Alla fine, The Pale Blue Eye sembra più un’occasione persa che una storia che vale la pena godersi da sola. Per quanto riguarda la narrativa storica, il film non riesce a capitalizzare la sua figura storica centrale, in particolare con la performance di Melling un faro di luce.

The Pale Blue Eye è uscito in sale limitate il 23 dicembre 2022 ed è in streaming su Netflix il 6 gennaio. Il film dura 128 minuti ed è classificato R per alcuni contenuti violenti e immagini sanguinanti.

Ultime News

Trailer di History Of The World 2: il sequel di Mel Brooks rivela un cast stellare

L'ultimo trailer della serie History of the World, Part II rivela l'ampio cast costellato di stelle del sequel....

Le figlie di Geordi in Picard onorano entrambi i ruoli di La Forge in TNG

Star Trek: Picard stagione 3 introduce le figlie del tenente comandante Geordi La Forge (LeVar Burton), e ogni...

The Flash Season 10 avrebbe ripagato la presa in giro della Justice League di Arrowverse

La stagione 10 di Flash avrebbe ripagato la presa in giro della Justice League di Crisis on Infinite...

Lo strano problema dei diritti di Hannibal ha danneggiato ENTRAMBI i programmi TV

Le questioni relative ai diritti legali che circondano la serie Hannibal Lecter di Thomas Harris hanno danneggiato entrambi...

Da Non Perdere

I 30 Migliori Film Horror Da Vedere Assolutamente!

I migliori film horror più spaventosi di tutti i...

Come Disattivare Now TV

Vuoi capire come disattivare Now TV? Potresti non aver...

Ultimi Quiz

Quale Personaggio Della Casa Di Carta Sei?

Uno dei punti di forza delle serie come La Casa di Carta è che mettono insieme un gruppo di...

Che Personaggio Di Stranger Things Sei?

Che Personaggio Di Stranger Things Sei? Sei stato anche tu uno di quelli che, guardando il primissimo episodio di...

Potrebbe anche interessarti...
Articoli selezionati per te