Asiatica Film Mediale

The Last of Us Episodio 3: 17 easter egg e dettagli nascosti

The Last of Us Episodio 3: 17 easter egg e dettagli nascosti
Debora

Di Debora

30 Gennaio 2023, 23:54


L’episodio 3 di The Last of Us sposta l’attenzione su Bill e Frank in un altro episodio di oltre 60 minuti, fornendo molto tempo per molte uova di Pasqua e riferimenti nascosti. Riprendendo da dove si era interrotto il suo predecessore, The Last of Us vede Joel ed Ellie (Pedro Pascal e Bella Ramsey) affrontare il sacrificio di Tess prima di proseguire verso la città di Bill e Frank. A metà del loro viaggio, l’episodio ritorna al 2003 e descrive in dettaglio le esperienze di Bill con il giorno dell’epidemia.

Quello che segue è il viaggio di Bill e Frank, come si sono incontrati, la loro relazione finale e come il duo è collegato a Joel e Tess, come accennato nella canzone radiofonica dell’episodio 1 di The Last of Us. Attraverso i più grandi cambiamenti che HBO ha apportato finora al gioco originale, l’episodio 3 di The Last of Us racconta una storia altamente emotiva. Tuttavia, durante i suoi 75 minuti di durata, l’episodio 3 di The Last of Us presenta anche molti dettagli nascosti, riferimenti e uova di Pasqua riguardanti il ​​​​gioco originale e la storia dello spettacolo.

Joel si addolora per Tess nello show della HBO

La scena di apertura dell’episodio 3 di The Last of Us affronta le conseguenze della morte di Tess e offre al pubblico qualcosa che non si vedeva nel gioco originale. Mentre Joel si addolorava nel suo modo silenzioso e stanco del mondo per Tess nel gioco The Last of Us, non gli è mai stato mostrato di commemorarla in alcun modo se non continuare con Ellie come Tess desiderava. Tuttavia, l’episodio 3 di The Last of Us si apre con Joel che costruisce un tumulo per Tess di Anna Torv. Sin dai tempi antichi, i tumuli sono stati spesso usati come monumenti funebri, mostrando a Joel di dedicare un momento commovente al suo ex amico e amante.

HBO fa riferimento all’ingenuità del gioco di Ellie

La scena di apertura dell’episodio 3 di The Last of Us fa direttamente riferimento al gioco originale. Questo viene fatto tramite Ellie, che ha un commento in questa scena preso parola per parola dal gioco prima che Joel ed Ellie raggiungano la città di Bill. Nell’episodio 3 di The Last of Us, Ellie afferma: “Non sono mai stata nei boschi. Più insetti di quanto pensassi”. Ciò evidenzia l’ingenuità di Ellie essendo nata dopo lo scoppio dell’infezione da funghi Cordyceps, qualcosa a cui si fa riferimento nel gioco in modo quasi identico a questa scena.

La macchina di Mortal Kombat II è un Easter Egg di Riley

Durante il viaggio di Joel ed Ellie, si fermano in un edificio abbandonato in cui Joel aveva nascosto alcune provviste anni prima. Entrando nell’edificio, Ellie si precipita verso una macchina arcade di Mortal Kombat II in una scena che fa riferimento a Riley della HBO e un uovo di Pasqua allo stesso personaggio nel gioco The Last of Us. Nello spettacolo, Ellie afferma che la sua amica le ha parlato di Mortal Kombat, un riferimento a Riley. Sebbene Ellie non usi mai il suo nome, è chiaro che si riferisca a Riley poiché il gioco presenta un poster di Mortal Kombat II nella camera da letto di Ellie quando Riley di The Last of Us la sveglia per la prima volta.

The Last Of Us Show utilizza la spiegazione Cordyceps del gioco originale

Un’altra scena dell’episodio 3 di The Last of Us ha un uovo di Pasqua preso direttamente dal gioco quando Joel spiega l’epidemia di Cordyceps a Ellie. Joel afferma che i funghi mutati sono stati trasmessi agli esseri umani attraverso ingredienti alimentari come farina e zucchero. Ciò ha causato l’infezione di persone in tutto il mondo e la diffusione dell’infezione ad altri. La spiegazione nel gioco può essere trovata in un giornale a casa di Joel e Sarah, tuttavia, con un leggero cambio di posizione in Asia attraverso Giacarta, in Indonesia, nello spettacolo della HBO piuttosto che nell’epicentro sudamericano del gioco.

La città di Bill è la stessa in The Last Of Us Game & Show

Uno dei riferimenti meno evidenti al gioco nell’episodio 3 di The Last of Us arriva dalla città di Bill. In entrambe le iterazioni della storia, la città di Bill si chiama Lincoln. Nel gioco, Joel, Ellie e Bill (interpretato da Nick Offerman in Last of Us della HBO) visitano una scuola con un cartello che la indica come Lincoln High School. Durante l’episodio 3 di The Last of Us, si possono vedere molti segni sullo sfondo delle scene di Bill che confermano che lo show della HBO usa lo stesso nome della città di Bill e Frank, basato sulla vera Lincoln, nel Massachusetts.

La maschera antigas di Bill fa riferimento alle spore del gioco The Last Of Us

Nella prima scena con Bill nell’episodio 3 di The Last of Us, Bill esce di casa indossando una maschera antigas che ha senso per il suo personaggio mentre fornisce un bel uovo di Pasqua al gioco originale. In The Last of Us del 2013, i personaggi spesso dovevano indossare maschere antigas per evitare le spore, la versione trasmessa per via aerea del Cordyceps. È stato confermato prima che l’episodio 1 andasse in onda che le spore sarebbero state sostituite con viticci, un aspetto simile a una mente alveare nello show di The Last of Us, con la maschera antigas di Bill che prendeva in giro questo mentre aveva un senso in termini di natura paranoica di Bill.

Le trappole di Bill sono simili alle sue trappole del gioco The Last Of Us

Un altro uovo di Pasqua di Bill si presenta sotto forma delle sue difese di Lincoln. Nel gioco originale, viene mostrato che Bill ha attrezzato l’intera città con trappole per tenere lontani sia gli infetti che i predoni. Queste trappole coinvolgono in gran parte tripwires, che innescano vari mezzi violenti di morte per chiunque li attivi. Queste trappole sono anche adattate in The Last of Us della HBO, con Frank (Murray Bartlett) che fa direttamente riferimento ai cavi di Bill.

La personalità paranoica di Bill si traduce nell’episodio 3 di Last Of Us

La personalità paranoica di Bill è anche un preciso riferimento al gioco originale, in cui Bill è presentato come molto diffidente. Questo è esemplificato nella prima scena di Bill nell’episodio 3 di The Last of Us, dove viene visto dubitare delle capacità di FEDRA (giustamente) in un bunker segreto circondato da telecamere e pistole prima di incontrare Frank di The Last of Us. Ciò è dimostrato anche dalla diffidenza iniziale di Bill nel consentire a Frank di entrare nella sua città.

Testo di “Long Long Time” Riferimento Bill & Frank

Un dettaglio nascosto nell’episodio 3 di The Last of Us viene dalla scena di Bill e Frank al pianoforte. Il duo suona a turno “Long Long Time” di Linda Ronstadt, una canzone che ha significati nascosti per entrambi i loro sentimenti. Dal riferimento alla solitudine di Bill che vive a Lincoln alla difficoltà di essere gay in un’epoca in cui il matrimonio gay non era legalizzato attraverso testi come “l’amore resisterà… nessuno al mio fianco… ama le ferite invisibili”, queste parole provocano Frank e Bill si legano davvero per la prima volta, dando vita alla loro relazione magnificamente presentata.

La storia dell’episodio 3 è basata su un gioco collezionabile

L’intera storia che circonda Bill e Frank nell’episodio 3 di The Last of Us è essa stessa un riferimento a un videogioco, nonostante sia una drastica differenza di gioco rispetto a The Last of Us. Frank è morto da tempo nel gioco originale prima che Joel ed Ellie raggiungano Lincoln, ma Bill è ancora vivo. Durante il loro viaggio con Bill, Joel ed Ellie trovano il corpo di Frank appeso in una casa a Lincoln e un biglietto da collezione accenna alla precedente relazione tra Bill e Frank. Questa lettera collezionabile è stata trasformata nella premessa trainante dell’episodio 3 di The Last of Us.

I Lincoln Raiders preparano le future minacce di The Last Of Us

Una scena a metà dell’episodio 3 di The Last of Us fornisce sia un riferimento alla premiere della serie, sia un uovo di Pasqua del gioco originale. Nella scena, un gruppo di predoni attacca Lincoln, che Bill e Frank devono respingere. Questo si collega all’episodio 1 di The Last of Us in cui l’uomo alla radio di Boston avverte Joel che ci sono peggiori che infetti al di fuori della QZ, come predoni e schiavisti. Prefigura anche i pericoli umani che attendono Joel ed Ellie a Kansas City e attraverso l’equipaggio di David dal gioco.

Bill e Frank sposarsi è importante

Un altro dettaglio nascosto dell’episodio 3 di The Last of Us è incentrato sul matrimonio di Bill e Frank. Quando il mondo è andato in pezzi nel 2003, il matrimonio gay non è mai stato legalizzato in nessuno stato degli Stati Uniti nel mondo di The Last of Us, poiché il Massachusetts è diventato il primo nel 2004 nel mondo reale. Questo rende il matrimonio di Bill e Frank alla fine dell’episodio ancora più bello, con i due che si uniscono in un modo che il loro mondo non permetteva legalmente.

Il suicidio di Frank nello show di The Last Of Us è molto diverso dal gioco

Nell’episodio 3 di The Last of Us, il suicidio del duo centrale deriva dal bere le pillole usate per la malattia di Frank’s Last of Us. Questo differisce notevolmente dal gioco originale in cui Frank si impicca dopo essere stato morso da un infetto. Questo è stato cambiato per dare a Frank e Bill una storia molto più profonda ed è fatto in un modo che serva eccezionalmente bene le storie di entrambi i personaggi.

L’importanza dell’ultimo pasto di Bill e Frank

Un altro importante dettaglio nascosto di The Last of Us riguarda l’ultimo pasto di Bill e Frank. Il pasto finale è lo stesso del primo Bill che ha cucinato Frank 20 anni prima. Questo è un bell’uovo di Pasqua, poiché la natura poetica dell’ultimo pasto di entrambi gli uomini è quello che li ha riuniti, è un bel riferimento agli eventi precedenti dell’episodio.

Joel ed Ellie ricevono gli iconici costumi del gioco Last Of Us

Dopo che Joel ed Ellie trovano Bill e Frank morti, fanno la doccia e ricevono vestiti nuovi. Sebbene apparentemente irrilevanti, questi vestiti sono un riferimento significativo al gioco originale in un dettaglio nascosto per i giocatori non di Last of Us. L’outfit di Joel è la camicia a quadri verde che è diventata sinonimo del suo personaggio del gioco, lo stesso per la camicia bordeaux con maniche blu di Ellie.

Le regole di Joel per Ellie sono mantenute le stesse

Un altro uovo di Pasqua dell’episodio 3 di The Last of Us riguarda le regole di Joel per portare Ellie con sé. Queste regole nello spettacolo sono che non parlano delle rispettive storie, Ellie non dice a nessuno della sua immunità ed Ellie deve obbedire a ogni ordine di Joel. Queste regole sono prese quasi parola per parola dal gioco, fornendo un bel uovo di Pasqua all’esitazione di Joel nel prendere Ellie e, cosa più importante, conoscerla.

La scena del camion di Last Of Us Episodio 3 ha molti easter egg di gioco

Infine, la sequenza finale dell’episodio 3 di The Last of Us presenta molti easter egg del gioco originale. La prima è la scena del camion dell’episodio 3 di Last of Us, con il camion di Bill dello stesso modello e colore del camion che Bill fornisce a Joel nel gioco originale. Il secondo è Ellie che trova una cassetta che lei scherza sia dell’epoca di Joel. Joel dice che è prima del tempo, ma è una canzone fantastica e ascolta la cassetta. Questa scena accade anche nel gioco, anche se con una canzone diversa dalla ballata di Linda Ronstadt dell’episodio 3 di The Last of Us.

Nuovi episodi di The Last of Us escono ogni domenica su HBO.


Potrebbe interessarti

La seconda stagione di The Last of Us potrebbe essere divisa in due parti
La seconda stagione di The Last of Us potrebbe essere divisa in due parti

L’adattamento di The Last of Us Part 2 potrebbe essere suddiviso in più stagioni data la portata maggiore e la narrativa più complessa, secondo lo showrunner di The Last of Us Craig Mazin. Mazin ha diretto l’adattamento televisivo della HBO del titolo PlayStation di successo di Naughty Dog, con Pedro Pascal e Bella Ramsey nei […]

Il nuovo personaggio della terza stagione di Picard: dove hai già visto Ed Speleers
Il nuovo personaggio della terza stagione di Picard: dove hai già visto Ed Speleers

Ed Speleers si unisce al cast di Star Trek: Picard stagione 3, ma chi interpreta e dove il pubblico ha già visto l’attore britannico? Il trailer finale di Star Trek: Picard stagione 3 ha rivelato Speleers come uno dei due nuovi personaggi che si uniscono a Patrick Stewart e al cast riunito di Star Trek: […]