RecensioniThe Independent Review: un cast impilato conduce un thriller...

The Independent Review: un cast impilato conduce un thriller politico sdentato

-


Quando The Independent è stato annunciato che Peacock sarebbe stato la sede di un thriller politico sotto il radar con Brian Cox di Succession, l’incomparabile Ann Dowd, la fiorente attrice superstar Jodie Turner-Smith e John Cena, la notizia ha ricevuto una tiepida reazione. Un thriller politico uscito solo una settimana prima delle elezioni di medio termine negli Stati Uniti è l’equivalente di un film di Natale uscito entro una settimana dalle vacanze capitaliste. Approfittando dell’attuale preoccupazione per la politica avrebbe dovuto gettare le basi per un’uscita di successo, ma con l’annuncio del film solo una settimana prima della sua uscita, la mancanza di fiducia nella sua qualità è palpabile.

Il film segue Eli (Turner-Smith), un giovane giornalista idealista che scopre una cospirazione che coinvolge un candidato alla presidenza che potrebbe cambiare il corso delle elezioni. I due candidati possibili sono la potenziale prima presidente donna americana, Patricia Turnbull (Dowd), e la candidata indipendente, Nate Sterling (Cena), che sono destinati a fare la storia se eletti. Tuttavia, Eli e il suo idolo, il leggendario giornalista Nick Booker (Cox), hanno il potere di porre fine a una delle carriere dei candidati. I giornalisti hanno nelle loro mani il destino del Paese.

Mentre Peacock sembra avere poca fiducia in questo progetto, l’unica cosa che il film ha in serbo è il suo potenziale per essere qualcosa di eccezionale, poiché non c’è stato un thriller politico che abbia catturato l’attenzione delle masse dai tempi di House of Cards di Netflix. Tuttavia, ciò che silura The Independent prima che possa decollare è la mancanza di una costruzione del mondo sostanziale, di personaggi distinti o di una scrittura intelligente. La posta in gioco è alta e il potenziale di calamità è alto, eppure così tante cose falliscono perché il mondo intorno a Eli e ai candidati è a malapena costruito. Il film manca di serietà nonostante sia l’unica cosa che tenta di essere. Nonostante il talento di Ann Dowd e Brian Cox, si può dire poco dei loro personaggi a parte il fatto che sono interpretati bene dai loro attori. Dato che gran parte del film dipende da Eli, né il personaggio né il suo interprete, Jodie Turner-Smith, hanno spazio per svilupparsi oltre le idee che la compongono.

La regista Amy Rice ha familiarità con i film sulla politica: questo è solo il suo primo lungometraggio narrativo dopo diversi anni di documentarista. Il suo merito più notevole è By The People: The Election of Barack Obama della HBO. Detto questo, c’è da chiedersi perché questo racconto di fantasia radicato nella politica contemporanea e nel suo rapporto con i media sia stato un tale richiamo per Rice quando la realtà è molto più interessante, insidiosa e non meno artificiosa come la sceneggiatura di Evan Parter. Seguire il panorama politico dall’inaugurazione di Joe Biden alle elezioni di medio termine avrebbe probabilmente offerto abbastanza per giustificare diversi documentari e persino una serie.

In definitiva, la sceneggiatura di Parter non ha tanto peso quanto ciò che sta cercando di rispecchiare. La storia di Eli la vede collegare una cospirazione della lotteria con tagli al budget scolastico, loschi Super PAC e più delle solite forme di corruzione politica. Per finire, i leader politici e le politiche interne riguardanti il ​​giornalismo hanno troppe somiglianze con la vita reale. In sostanza, The Independent esemplifica che il fatto è più strano della finzione ed è, per natura, più onesto.

L’Indipendent non manca di talento davanti o dietro la telecamera. Tuttavia, con anni di grande televisione e film che hanno catturato la battaglia senza fine tra l’eroismo del giornalismo e il lato brutto della politica, The Independent non ha una scrittura o una visione abbastanza solide per raggiungere le vette delle storie precedenti. Al centro di questo plausibile thriller politico c’è la necessità di una scrittura più perspicace e incisiva. L’Independent mostra spesso al pubblico ciò che già sa della politica americana, ma non ne dice altro.

The Independent ha iniziato lo streaming su Peacock il 2 novembre. Il film dura 108 minuti ed è classificato TV-MA.

Ultime News

Il film biografico su Bruce Lee sarà diretto dal premio Oscar Ang Lee

Un film biografico su Bruce Lee è ora in lavorazione. Lee era un iconico artista marziale e...

I poster dei personaggi di The Last Of Us mostrano uno sguardo dettagliato al cast

I poster dei personaggi di The Last of Us appena pubblicati offrono ai fan uno sguardo dettagliato al...

Jenna Ortega non ha davvero battuto ciglio mercoledì?!

Avvertimento! Questo articolo contiene lievi SPOILER per il mercoledì di Netflix Per aggiungere alla sua natura spettrale,...

La rivelazione di Rainbow Road del film Super Mario Bros. lo rende molto migliore

L'ultimo trailer di The Super Mario Bros. Movie presenta una rivelazione di Rainbow Road, che fa molto per...

Da Non Perdere

I 30 Migliori Film Horror Da Vedere Assolutamente!

I migliori film horror più spaventosi di tutti i...

Come Disattivare Now TV

Vuoi capire come disattivare Now TV? Potresti non aver...

Ultimi Quiz

Quale Personaggio Della Casa Di Carta Sei?

Uno dei punti di forza delle serie come La Casa di Carta è che mettono insieme un gruppo di...

Che Personaggio Di Stranger Things Sei?

Che Personaggio Di Stranger Things Sei? Sei stato anche tu uno di quelli che, guardando il primissimo episodio di...

Potrebbe anche interessarti...
Articoli selezionati per te