RecensioniThe Forgiven Review: il dramma letterario abbandona il suo...

The Forgiven Review: il dramma letterario abbandona il suo tratto più avvincente

-


The Forgiven è un film tematicamente ambizioso, qualcosa che gioca a suo favore durante la visione e diventa oggetto di critiche in retrospettiva. Posiziona i suoi personaggi come seduti su una serie di assi di differenza – genere, sessualità, nazionalità, classe, religione, età – che possono in qualsiasi momento intervenire e determinare come si relazionano tra loro. Gli squilibri di potere vengono problematizzati, i pregiudizi vengono ventilati e il mondo viene presentato come un luogo definito da bordi frastagliati che rifiutano di essere levigati. Ciò crea uno sfondo avvincente per una narrativa drammatica poliziesca tesa che è alimentata da lacune di conoscenza che il film non sembra avere fretta di colmare. Finché permangono queste lacune, danno spazio a piccoli dettagli per risuonare di significato, ma l’impulso a risolvere la storia alla fine diminuisce la sua opportunità di impatto. Dato un po’ di tempo per pensarci più tardi, gli spettatori potrebbero avere difficoltà a definire cosa avesse effettivamente da dire su tutti quegli argomenti spinosi di cui sembrava trattarsi.

The Forgiven dello sceneggiatore e regista John Michael McDonagh si apre con due filoni della storia che si scontrano per lasciare il pasticcio che finisce per definire il film. Nella prima, la ricca coppia David (Ralph Fiennes) e Jo (Jessica Chastain) viaggiano attraverso il Marocco per andare a una festa di un fine settimana organizzata dagli amici Richard (Matt Smith) e Dally (Caleb Landry Jones). Litigano e bevono, e finiscono per dover guidare attraverso una strada deserta appena segnalata di notte. Nella seconda, due giovani marocchini, disillusi dalle loro vite alla ricerca di fossili da vendere, decidono di intraprendere un’azione più drastica contro i ricchi stranieri che sanno si stanno radunando nella tenuta della nota coppia gay. Nel parlare con il suo amico di qualunque cosa abbiano pianificato, uno di loro fa lampeggiare un revolver. David e Jo, smarriti, menomati e che litigano, hanno investito uno dei ragazzi con la loro auto quando si è scontrato con la strada. Arrivano a destinazione, festa in pieno svolgimento, con il suo cadavere non identificato sul sedile posteriore.

Matt Smith ne Il perdonato

L’immediato periodo successivo reintroduce quindi una struttura biforcuta. Il tentativo di Richard di risolvere quello che David sostiene essere un incidente attraverso i suoi contatti con la polizia locale viene interrotto quando il padre del ragazzo, Abdellah (Ismael Kanater), arriva inaspettatamente per reclamare il corpo. Il nome di suo figlio era Driss (Omar Ghazaoui) e l’onore richiede che David lo accompagni al loro villaggio per una degna sepoltura. David, quando viene informato da Richard che non ha alternative preferibili, accetta di andarci nonostante le riserve sul fatto che potrebbero avere in mente qualcosa di più della semplice restituzione spirituale e finanziaria. Il film segue sia il viaggio di David che quello di Jo alla festa, in particolare i suoi scambi con Tom (Christopher Abbott), un collega americano che presenta un netto contrasto con il suo cinico marito britannico. Il filone di David è alternativamente teso e toccante, un processo di lutto colorato dall’incertezza del pubblico sulle vere intenzioni di tutti, con la minaccia della violenza fisica sempre all’orizzonte. Quello di Jo, nel frattempo, è un ritratto in stile La dolce vita della classe superiore senza scopo in gioco, complicata dai loro rapporti con i domestici marocchini che ribollono sotto i loro sorrisi.

The Forgiven è un film che prospera nei dettagli e, sfortunatamente, non tutto ciò che è interessante può essere decompresso qui. Ci sono piccole scelte creative che, da sole, parlano chiaro, come il soprannome di Richard Dickie, che (nel contesto dell’affascinante interpretazione di Smith) ricorda il santo patrono del ricco e ozioso Dickie Greenleaf del talento di Mr. Ripley. I piccoli momenti di esibizione ottengono lo stesso risultato, a partire da Jo di Chastain che si scaglia brevemente dopo una percepita offesa da parte dello staff che le porta la colazione al modo in cui il David di Fiennes beve una certa birra in un punto cruciale del suo viaggio. Il modo in cui la sceneggiatura di McDonagh nasconde la verità di ciò che è successo quella notte sulla strada, mentre segnala al pubblico che lo sta facendo, incoraggia gli spettatori a notare questi dettagli e il tempo trascorso a interpretarli è stimolante.

Jessica Chastain e Christopher Abbott ne I perdonati

Alla fine, tuttavia, The Forgiven diventa troppo coinvolto nel quadro più ampio e gli intriganti pezzi del puzzle non brillano così tanto quando vengono messi insieme. La trama di Jo può sembrare agli spettatori priva di impatto, e mentre questo fa parte del punto dell’oasi degli stranieri, tentare di darle un arco di crescita sembra comunque un po’ superficiale. Quella di David, nel frattempo, sembra troppo trasformativa, eccessivamente semplicistica in un modo che tradisce le sfumature in ogni altra parte del suo viaggio. Un buon punto di confronto qui potrebbe essere La figlia perduta di Maggie Gyllenhaal, che sembra anche particolarmente letterario nella sua allusività e ambiguità, ma è molto più riuscito a portarlo fino in fondo. È desiderio di questo critico che The Forgiven si sia concluso con la suddetta birra, ma così com’è, la coda del film rende il resto un disservizio.

The Forgiven uscirà nelle sale venerdì 1 luglio. Il film dura 117 minuti ed è classificato R per il linguaggio, l’uso di droghe, alcuni contenuti sessuali e brevi violenze.

.item-num::after { contenuto: “https://www.asiaticafilmmediale.it/”; }

La nostra valutazione:

2,5 su 5 (abbastanza buono)

Ultime News

Ginny & Georgia Suggerimenti per l’aggiornamento della stagione 2 Lo spettacolo Netflix si sta avvicinando al ritorno

La data di uscita della seconda stagione di Ginny & Georgia sembra essere sempre più vicina. La...

Edens Zero presenterà in anteprima la sua seconda stagione nel 2023

Sul sito ufficiale dell'adattamento anime del manga scritto e disegnato da Hiro Mashima, Eden Zeroè stata pubblicata una...

Better Call Saul Finale Shot Finale alternativo per Kim

Il finale della serie Better Call Saul ha filmato una scena finale leggermente diversa per Kim Wexler e...

Tensei Shitara Slime Datta Ken sorprende con un nuovo trailer del suo film

Sul sito ufficiale per l'adattamento anime delle light novel Tensei Shitara Slime Datta Ken (Quella volta che mi...

Da Non Perdere

I 30 Migliori Film Horror Da Vedere Assolutamente!

I migliori film horror più spaventosi di tutti i...

Come Disattivare Now TV

Vuoi capire come disattivare Now TV? Potresti non aver...

Ultimi Quiz

Quale Personaggio Della Casa Di Carta Sei?

Uno dei punti di forza delle serie come La Casa di Carta è che mettono insieme un gruppo di...

Che Personaggio Di Stranger Things Sei?

Che Personaggio Di Stranger Things Sei? Sei stato anche tu uno di quelli che, guardando il primissimo episodio di...

Potrebbe anche interessarti...
Articoli selezionati per te