Notizie Serie TVThe Flash ha finalmente riconosciuto il buco nella trama...

The Flash ha finalmente riconosciuto il buco nella trama più stupido dell’Arrowverse

-


Attenzione: SPOILER per The Flash stagione 8, episodio 7, “Lockdown”.

L’episodio “Lockdown” della stagione 8 di Flash ha tentato di affrontare un apparente buco della trama riguardante la giustizia dei vigilanti nell’Arrowverse e ha rivelato che Barry Allen ha ripetuto lo stesso stupido errore per anni nel modo in cui gestisce i criminali. Tuttavia, il concetto centrale dell’episodio era una completa sciocchezza nel contesto dei precedenti episodi di The Flash. Inoltre, non aveva senso rispetto ad altre serie dell’Arrowverse, che hanno anche affrontato la questione di quale autorità legale hanno i supereroi e cosa è loro richiesto quando sottomettono un criminale.

La scena di apertura di The Flash stagione 8, episodio 7, “Lockdown”, ha visto l’uomo più veloce del mondo portare un rapinatore d’auto, un rapinatore e un rapinatore alla giustizia nell’arco di un minuto, lasciandoli ammanettati nell’atrio di Central City Dipartimento di polizia. Questo non ha soddisfatto il capitano del CCPD Kristen Kramer, che in seguito si è lamentato con Barry Allen del fatto che The Flash avesse creato molti problemi alla polizia. In particolare, coinvolgendo i trasgressori e scappando senza alcuna spiegazione su quali crimini avessero commesso, The Flash ha reso più difficile per la polizia condannare quei criminali poiché spesso non c’erano prove dirette di alcuna attività criminale.

La denuncia di Kramer ha sollevato la questione di come funziona il sistema di giustizia penale nell’Arrowverse per quanto riguarda i vigilantes in costume che arrestano le persone. Sfortunatamente, questo punto è già stato esplorato in altre serie dell’Arrowverse in modo molto più dettagliato e con risposte molto più soddisfacenti. Il modo in cui The Flash stagione 8 ha affrontato il problema è servito solo a far sembrare sciocco il cast. Questo era doppiamente vero per Barry Allen, che logicamente dovrebbe avere un’intima familiarità con l’importanza delle prove e delle procedure di polizia come investigatore sulla scena del crimine.

Come funzionano gli arresti di supereroi nell’universo DC Comics

Per contesto, è importante notare che più fumetti DC hanno affrontato la legalità dei supereroi, sia direttamente che indirettamente. In generale, si presume che la maggior parte dei supereroi operi secondo le stesse leggi del Buon Samaritano che regolano gli arresti dei cittadini del mondo reale in assenza di un ufficiale riconosciuto della legge. Oltre a ciò, ad alcuni supereroi che lavorano con le forze dell’ordine viene concesso lo status ufficiale di agente speciale o vice con autorità legale limitata. La partnership di Batman con Jim Gordon e il dipartimento di polizia di Gotham City ne è l’esempio più famoso, ma Superman è stato anche ufficialmente nominato dal sindaco di Metropolis e Green Arrow ha ricevuto un badge speciale dallo United States Marshals Service. Un numero di The Flash ha rivelato in particolare che i supereroi negli Stati Uniti godono anche del diritto di testimoniare nei processi penali senza rivelare le loro identità segrete, grazie a un emendamento costituzionale fittizio che prevale sul sesto emendamento del mondo reale, visto che conosce i propri accusatori se portati a processo.

Perché la premessa di Lockdown fa sembrare Barry Allen un idiota

The Flash stagione 8, episodio 7 “Lockdown” ignora completamente la presunzione di buon senso secondo cui il Barry Allen dell’Arrowverse potrebbe operare secondo gli stessi principi della sua controparte a fumetti. Invece, l’episodio suggerisce che Barry Allen ha trascorso gli ultimi otto anni operando nella totale ignoranza delle leggi su come i criminali vengono portati in giudizio, lasciando semplicemente che gli accusati delinquenti siano legati alla polizia per scoprirli in seguito, senza una dichiarazione su quali siano i loro crimini erano o qualsiasi tentativo di leggere i criminali i loro diritti. Questa idea è completamente incompatibile con il ritratto della serie di Barry Allen come un perenne pignolo, che è metodico nel suo lavoro come CSI. È semplicemente impossibile, dato il suo lavoro quotidiano, credere che Barry non abbia una profonda familiarità con il processo per portare in giudizio un criminale catturato.

Questo punto diventa ancora più ridicolo più avanti nell’episodio, dopo che Barry ha espresso le sue preoccupazioni di aver creato lavoro extra per la polizia a suo padre adottivo, Joe West, e alla ragazza di Joe, Cecile Horton. Fino al suo ritiro durante la stagione 7 di The Flash, Joe West è stato il capo della task force del dipartimento di polizia di Central City che sovrintendeva ai crimini metaumani. Allo stesso modo, Cecile Horton è stata il procuratore distrettuale di Central City per diversi anni, prima di rassegnare le dimissioni per diventare un avvocato difensore specializzato in diritto metaumano. È semplicemente sciocco credere che Joe e Cecile non si sarebbero avvicinati a Barry prima d’ora se la sua negligenza stesse costringendo regolarmente i criminali in carriera a sfuggire alla giustizia.

Perché Central City dovrebbe già avere un processo per gli arresti di supereroi

L’idea che il dipartimento di polizia di Central City non avrebbe una politica standard per gestire quei trasgressori arrestati dai loro supereroi locali è quasi stupida quanto l’idea che Barry Allen sarebbe all’oscuro della realtà di come i criminali vengono processati. L’esplosione dell’acceleratore di particelle STAR Labs del 2013 ha dato a Central City e alla sua popolazione di 14 milioni di persone una delle più grandi concentrazioni di metaumani su Earth-Prime. Hanno anche una popolazione proporzionalmente più alta di criminali metaumani.

Per fortuna, Central City vanta anche il più grande collettivo mondiale di supereroi organizzati. Oltre a The Flash, supereroi come Vibe, Frost, Elongated Man, Firestorm, Vixen, Steel e Kid Flash hanno stabilito le loro case a Central City e sono stati mostrati mentre lavorano con il CCPD per proteggere la città. Dato che, anche se si ammette l’idea che Barry Allen non abbia compilato moduli a super velocità come The Flash negli ultimi otto anni, è incredibile la convinzione che il CCPD non avrebbe una sorta di processo semplificato per consentire facilmente i loro eroi della città natale di consegnare i criminali alla polizia e fare un rapporto ufficiale sui loro crimini.

Come altre serie dell’Arrowverse hanno gestito gli arresti di supereroi

Ciò che rende la storia dell’episodio “Lockdown” di The Flash ancora più insipida è il modo in cui il problema che cerca di affrontare è già stato esplorato da tutte le altre serie e supereroi dell’Arrowverse e gestito molto meglio. La trama della settima stagione di Arrow è probabilmente l’esempio più notevole di ciò, con Oliver Queen ufficialmente nominato dal dipartimento di polizia per aggirare le leggi anti-vigilanti approvate da un sindaco che odia i supereroi. Black Lightning ha anche affrontato questo problema, con Jefferson Pierce che ha intenzionalmente limitato il suo supereroe a quelle situazioni che la polizia non poteva gestire in sicurezza ed è stato cauto nell’informare i suoi contatti all’interno del dipartimento di polizia di Freeland su ciò che stava facendo.

Sebbene Supergirl, Superman e Lois non siano entrati nello stesso esplicito dettaglio sull’autorità legale di Supergirl e Superman, entrambi gli spettacoli hanno chiarito che è stato loro concesso uno status di agenti debitamente nominati del Dipartimento delle operazioni extranormali (DEO) e del Dipartimento rispettivamente della Difesa. Anche i Legends of Tomorrow, nonostante la meritata reputazione di arma vagante, hanno dimostrato di essere in grado di lavorare all’interno delle linee guida create dal ben più diligente Time Bureau in nome della protezione della linea temporale. Questo record di organizzazione altrove nell’Arrowverse serve solo a far sembrare The Flash e il CCPD sconsiderati e incompetenti, dato che non sono riusciti a raggiungere un accordo simile dopo otto anni.

The Flash pubblica nuovi episodi martedì sulla CW.

.item-num::after { contenuto: “https://www.asiaticafilmmediale.it/”; }

Debora
Sono Debora, 45 anni, appassionata di serie TV americane. Sono molto curiosa e mi piace condividere informazioni sulle serie che seguo. Ho imparato l'inglese guardando le serie in lingua originale. Scrivo news per Asiatica Film Mediale. Tra le mie serie preferite ci sono Game of Thrones, Breaking Bad e Stranger Things. Amo passare le serate a guardare le serie TV Americane per immergermi completamente in queste storie.

Ultime News

Anticipazioni Tempesta d’Amore – Episodio odierno, venerdì 2 giugno 2023

La soap tedesca Tempesta D’Amore continua ad appassionare il pubblico italiano. Venerdì 2 giugno 2023 andrà in onda la...

Grease: la rivincita delle Pink Ladies! La seconda stagione è in arrivo su Paramount Plus!

Il prequel dell'iconico musical "Grease" ha concluso la sua prima stagione con dieci episodi, il cui successo sulla piattaforma...

Crimini del passato tornano a tormentare nella seconda stagione di Vortex su Netflix

Netflix ha appena annunciato la serie limitata "Vortex: Crimini dal passato", disponibile a partire dal 1 giugno 2023. La...

Cosa succederà nei tre giorni successivi alla fine della seconda stagione di Netflix?

La serie giapponese "I tre giorni dopo la fine" ha attirato l'attenzione degli abbonati Netflix da tutto il mondo,...

Da Non Perdere

I 30 Migliori Film Horror Da Vedere Assolutamente!

I migliori film horror più spaventosi di tutti i...

Come Disattivare Now TV

Vuoi capire come disattivare Now TV? Potresti non aver...

Ultimi Quiz

Quale Personaggio Della Casa Di Carta Sei?

Uno dei punti di forza delle serie come La Casa di Carta è che mettono insieme un gruppo di...

Che Personaggio Di Stranger Things Sei?

Che Personaggio Di Stranger Things Sei? Sei stato anche tu uno di quelli che, guardando il primissimo episodio di...

Potrebbe anche interessarti...
Articoli selezionati per te