Asiatica Film Mediale

The Boys prende in giro le carte collezionabili di Trump con una perfetta risposta da Homelander

The Boys prende in giro le carte collezionabili di Trump con una perfetta risposta da Homelander
Debora

Di Debora

16 Dicembre 2022, 16:41


Nella loro ultima trovata di marketing, il team dei social media di The Boys prende in giro la carta collezionabile digitale dell’ex presidente Trump con un simile Homelander NFT. L’omonimo fumetto di Garth Ennis fa satira sul genere dei supereroi, immaginando molti metaumani come star mediatiche corrotte che si comportano bene solo per le telecamere e per i loro fedeli seguaci. L’adattamento di The Boys di Amazon porta l’idea un ulteriore passo avanti, creando sottilmente una somiglianza tra l’eroe più influente e pericoloso di tutti, Homelander, e l’ex presidente Donald Trump durante lo spettacolo.

Con The Boys che si appoggia maggiormente ai parallelismi politici del mondo reale, la pagina supplementare dello spettacolo, Vought International, immagina la loro versione della nuova collezione di carte collezionabili digitali di Trump con una parodia di Homelander. L’annuncio della carta collezionabile di Homelander presenta un fraseggio simile all’annuncio di Trump, affermando che i fan di Homelander possono celebrare la vita dell’eroe pagando 777 VoughtCoin per un JPEG non fungibile. Lo showrunner di The Boys, Eric Kripke, ha successivamente risposto all’ironico annuncio di Trump. Dai un’occhiata ai tweet qui sotto:

Come i ragazzi possono spingere oltre i parallelismi politici di Homelander nella quarta stagione

L ‘”annuncio” di Vought International è un post intelligente e tempestivo che rafforza la caratterizzazione in corso di Homelander nell’adattamento televisivo di Boys. Kripke aveva precedentemente confermato di aver sempre visto il volatile supereroe come un analogo di Trump, ma che le somiglianze erano meno evidenti nelle stagioni 1 e 2. Nella stagione 3 di The Boys, tuttavia, Homelander ammette pubblicamente i suoi sentimenti di superiorità sulla popolazione senza potere, sfogo che ironicamente accresce la sua popolarità. Inoltre, la sua relazione con il Nazi Stormfront e altri misfatti suscitano un seguito di culto.

La malvagità appena esteriore di Homelander ha l’effetto opposto che volevano gli omonimi Boys, che è parallelo alla controversa ascesa al potere di Trump e all’appassionata base di fan. Pertanto, la risposta alla raccolta di carte collezionabili digitali dell’ex presidente, che sfrutta in modo non ironico la scrittura della terza stagione di Homelander da parte dei ragazzi, rafforza l’analoga caratterizzazione di Homelander nella serie Prime Video. Vought International come organizzazione assomiglia ad alcuni conglomerati mediatici di destra, quindi la mossa è anche un modo intelligente per andare oltre i parallelismi tra Homelander e Trump e affrontare il panorama politico generale in America.

Supponendo che The Boys continui la tendenza di Homelander a mettere in parallelo Trump, il pubblico dovrebbe aspettarsi più parodie dei suoi post sui social media più controversi o divertenti e ulteriori rispecchiamenti di eventi del mondo reale nella stagione 4 di The Boys. Ad esempio, se Kripke e il team di sceneggiatori di The Boys ottengono particolarmente audace, Homelander potrebbe, forse, istigare una rivolta su vasta scala contro un’entità governativa come il Bureau of Superhero Affairs. Quindi, sebbene le somiglianze di Homelander con Trump generalmente coinvolgano i temi centrali del desiderio di potere, dell’estremismo di estrema destra e dei tratti della personalità come l’insicurezza, la stagione 3 di The Boys ha stabilito un precedente per parallelismi più evidenti, che probabilmente si intensificheranno nella stagione 4.

Fonte: Vought International, Eric Kripke/Twitter


Potrebbe interessarti

Il nuovo trailer di Legend Of Vox Machina mostra un’epica lotta con i draghi
Il nuovo trailer di Legend Of Vox Machina mostra un’epica lotta con i draghi

Il primo trailer della stagione 2 di The Legend of Vox Machina è finalmente uscito, fornendo un nuovo sguardo all’adattamento del ruolo critico. Lo spettacolo, che è stato realizzato solo dopo una massiccia campagna Kickstarter che ha sbalordito il suo cast costellato di star, promette di continuare con la storia di una banda di disadattati […]

Il più grande potenziamento di Star Trek supera facilmente Khan
Il più grande potenziamento di Star Trek supera facilmente Khan

Attenzione: SPOILER per Star Trek: Prodigy Stagione 1, Episodio 18 – “Mindwalk”Dal R’El (Brett Gray) è il Potenziamento più evoluto che Star Trek abbia mai visto, e il Capitano adolescente di Star Trek: Prodigy è di gran lunga superiore a Khan Noonien Singh (Ricardo Montalban). Dal scoprì di essere geneticamente modificato quando l’equipaggio adolescente della […]