Notizie FilmTaiwan all'AFM presenta "Moneyboys", "American Girl

Taiwan all’AFM presenta “Moneyboys”, “American Girl

-

- Advertisment -spot_img


Taiwan ha elaborato piani ambiziosi per l’American Film Market di quest’anno, presentando un padiglione virtuale con titoli pluripremiati e favoriti dei recenti festival cinematografici, nella speranza di aumentare la visibilità internazionale dell’isola autogovernata come centro di produzione e scelta di location per le riprese.

Il crescente appeal dei contenuti asiatici negli ultimi anni, che si tratti di film o serie TV in streaming su piattaforme internazionali, ha reso possibile promuovere ulteriormente i contenuti taiwanesi all’estero, dice Alice Chang, vice CEO della Taiwan Creative Content Agency (TAICCA), un’organizzazione intermediaria istituita nel 2019 supervisionata dal Ministero della Cultura per promuovere le industrie dei contenuti dell’isola.

“Il mercato nordamericano è sempre più interessato alle opere asiatiche rispetto al passato. Finché la storia potrebbe risuonare con il pubblico, anche se è locale e asiatica, potrebbe comunque essere vista e potrebbe fare scalpore nel mercato internazionale”, dice Chang.

La produzione creativa della Corea del Sud sta dominando il mercato internazionale dei contenuti asiatici, con la vittoria dell’Oscar di “Parasite” e più recentemente il sensazionale “Squid Game” di Netflix, che è diventato il “più grande lancio di serie di sempre” del gigante dello streaming con 110 milioni di spettatori.

Taiwan potrebbe non avere ancora questo tipo di esportazioni di blockbuster, ma ha stupito i critici all’inizio di quest’anno con il dramma familiare di Chung Man-hong “A Sun,” che è anche in streaming su Netflix. TAICCA, che è responsabile del padiglione di Taiwan all’AFM quest’anno, porta una serie di drammi per seguire l’effetto di “A Sun”.

Il padiglione taiwanese di TAICCA all’AFM conterrà 57 nuovi titoli di 32 espositori, tra cui film che hanno fatto il loro giro di festival a Cannes, Busan e il festival dell’isola Golden Horse. Tra gli highlights ci sono “American Girl”, il primo lungometraggio della regista taiwanese-americana di Los Angeles Feng-I Fiona Roan, che è stato selezionato nella sezione Asian Future del Tokyo International Film Festival 2021; l’opera prima del regista cino-austriaco C.B. Yi, “Moneyboys”, che è stato presentato all’Un Certain Regard di Cannes (nella foto); e “Lives of Crime”, vincitore del Nutrilite Award e unico film taiwanese presente all’Asian Project Market del Busan International Film Festival proprio recentemente.

Altri punti salienti della presentazione del TAICCA includono “Treat or Trick”, vincitore del Bucheon International Fantastic Film Festival, il film d’avventura animato “City of Lost Things”, presentato in anteprima all’Annecy International Animation Film Festival, e “Final Exam”, un dramma commovente che ruota attorno a un supplente e che è stato presentato in anteprima nordamericana al Seattle International Film Festival all’inizio di quest’anno.

“La scena cinematografica di Taiwan è vibrante e i talenti abbracciano tutte le diversità di argomenti, con cui il pubblico internazionale può entrare in risonanza”, dice Chang. “Tutti questi fantastici film da Taiwan rappresentano che la sua industria cinematografica è ancora fiorente sotto la situazione pandemica globale”.

Nonostante le circostanze apparentemente favorevoli e le aspettative positive, creare una grande breccia per il cinema taiwanese in Nord America non è una strada facile.

“La sfida principale da promuovere negli Stati Uniti è aumentare il riconoscimento del cinema taiwanese e dei creatori taiwanesi”, dice. “Speriamo di aumentare la visibilità dei contenuti taiwanesi attraverso il padiglione di Taiwan in ogni festival e mercato e di generare alla fine interesse per i contenuti asiatici e la coproduzione nel mercato nordamericano con i vari programmi che offriamo.”

Oltre alle produzioni taiwanesi, si spera anche di attirare registi internazionali a co-produrre con i talenti dell’isola. TAICCA dice che sottolineerà anche il Taiwan’s International Co-Funding Program all’AFM, dato che il programma di finanziamento sostiene fino al 30% del budget della produzione cinematografica, così come diverse altre opportunità di finanziamento disponibili per i registi di tutto il mondo che desiderano collaborare con i registi taiwanesi e condurre riprese in location sull’isola.



LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Latest news

Benedict Cumberbatch e Jane Campion parlano di “The Power of the Dog”.

Non solo Benedict Cumberbatch si è sottoposto all'analisi dei sogni per prepararsi al suo ruolo in "Il potere...

Deckert raccoglie il titolo della competizione IDFA “Eat Your Catfish

L'agente di vendita internazionale Deckert Distribution ha acquisito i diritti mondiali di "Eat Your Catfish", diretto da Adam...

‘Essere i Ricardos’: Nicole Kidman nel ruolo di Lucille Ball

Being the Ricardos" di Aaron Sorkin ha conquistato il Westwood Village sabato sera, quando sia la stampa che...

Recensione di ‘Sing 2’: Un bis ingraziante per il toon degli animali canterini

Buster Moon ha un sogno: essere il koala di maggior successo nello showbiz. In "Sing", è riuscito a...
- Advertisement -spot_imgspot_img

Frances McDormand potrebbe fare la storia degli Oscar per la ‘Tragedia di Macbeth

A24 e Apple Original Films fanno il doppio lavoro sull'adattamento di William Shakespeare de "La tragedia di Macbeth"...

Il vincitore ungherese del premio MTV sulla vita sotto la legge LGBTQ del paese

Viktória Radványi, la vincitrice ungherese degli MTV EMAs Generation Change Award, ha rivelato un quadro straordinario della vita...

Must read

- Advertisement -spot_imgspot_img

You might also likeRELATED
Recommended to you