Asiatica Film Mediale

Strange New Worlds Retcons Una tradizione vulcaniana di Star Trek

Strange New Worlds Retcons Una tradizione vulcaniana di Star Trek
Debora

Di Debora

07 Giugno 2022, 15:36


Star Trek: Strange New Worlds ricostruisce un vecchio rituale Vulcaniano con Spock e, cosa più importante, è importante? I Vulcaniani di Star Trek sono una specie misteriosa con molte tradizioni, rituali e stranezze biologiche. Tra questi c’è il concetto di trasferire un katra – l’anima o essenza di un Vulcaniano. Introdotto ufficialmente in Star Trek III: Alla ricerca di Spock come mezzo per riportare in vita il personaggio di Leonard Nimoy, il katra di un Vulcaniano contiene tutto “non del corpo” e può essere trasferito a un ospite non Vulcaniano – nel caso di Spock, il Dr. McCoy.

In precedenza in Star Trek, il transfert katra è stato usato come una soluzione pesante a problemi di tipo mortale e metafisico. Riportare in vita un amato ufficiale della Flotta Stellare in Star Trek III, resuscitare Michael Burnham in Star Trek: Discovery o preservarsi dopo la morte in Star Trek: Enterprise, ecc. Katra è probabilmente usato (anche se non per nome) tra Nurse Chapel e Spock in Star Trek: The Original Series ma, ancora una volta, la misura è richiesta da una questione di vita o di morte. Star Trek dà l’impressione che il transfert del katra sia una questione importante da non usare in circostanze banali… Circostanze banali come avere una litigata con la propria fidanzata, per esempio.

L’episodio “Spock Amok” di Star Trek: Strange New Worlds vede la relazione tra Spock e T’Pring vacillare a causa della dedizione dell’ufficiale scientifico alla Flotta Stellare (alla fine capiranno le cose, giusto…?) come mezzo per capirsi meglio , Spock prepara un rituale che T’Pring inizialmente chiama “ricerca dell’anima vulcaniana”. La descrizione suona molto come un transfert katra temporaneo, con Spock e T’Pring che si scambiano i pensieri più intimi, ma la parte “temporanea” non si attacca del tutto. Star Trek: Strange New Worlds conferma quindi che Spock intendeva un trasferimento katrico, poiché ammette al Capitano Pike: “Abbiamo intrapreso un rituale per condividere i nostri katra”.

Dato che Star Trek ha sempre presentato il transfert katra come un’opzione “nucleare” Vulcaniana – un ultimo disperato sforzo per salvare se stessi o gli altri da danni mortali – Spock lo utilizza perché a T’Pring non piacciono i suoi amici della Flotta Stellare si sente come una pausa da continuità. Sicuramente, questo tipo di incomprensione è esattamente ciò per cui è stata progettata la fusione mentale Vulcaniana, raggiungendo il cervello e venendo fuori dopo aver acquisito una migliore comprensione della prospettiva di un’altra persona. Condividere i katra su candele e una bottiglia di vino mina anche le terribili circostanze in cui questa tecnica è stata utilizzata in precedenza, come la morte di Spock e Michael Burnham. È paragonabile a sparare un siluro fotonico contro un fastidioso tribble.

D’altra parte, l’ampliamento dei limiti del transfert katrico potrebbe essere considerato un’estensione accettabile del canone per Star Trek: Strange New Worlds. Non esiste una regola ferrea che dice che i Vulcaniani non possono provare a condividere i katra per risolvere problemi romantici; è solo che i Vulcaniani del passato di Star Trek (e Spock del futuro) hanno avuto il buon senso di non provarci. In effetti, i dirottamenti di “Spock Amok” potrebbero spiegare perché i Vulcaniani in genere non usano il trasferimento di katra per risolvere i malintesi quotidiani quando una fusione mentale probabilmente si rivelerebbe sufficiente. Lo scambio di corpi di Spock e T’Pring potrebbe evidenziare il pericolo del processo e dimostrare con tutto il cuore perché non dovrebbe essere usato a meno che il tuo corpo senza vita non sia a pochi istanti dall’essere gettato in mare verso un pianeta della genesi.

Star Trek: Strange New Worlds forse ottiene un pass anche per motivi comici. Star Trek ha già sfruttato il valore drammatico del transfert katra, ma ha in gran parte ignorato l’evidente elemento comico del “Freaky Friday”. Non commettere errori, “Spock Amok” è un vero e proprio pezzo comico di Star Trek, e anche se è certamente strano trovare Spock che commette errori da principiante durante i rituali Vulcaniani, non si può ignorare come il tono comico permetta a Ethan Peck di esplorare un nuovo lato del suo Strange Personaggio dei Nuovi Mondi.

Star Trek: Strange New Worlds continua giovedì su Paramount+.

.item-num::after { contenuto: “https://www.asiaticafilmmediale.it/”; }


Potrebbe interessarti

Lo showrunner di Rings of Power parla della trilogia di Jackson LOTR
Lo showrunner di Rings of Power parla della trilogia di Jackson LOTR

Gli showrunner de Il Signore degli Anelli: Gli anelli del potere di Amazon si confrontano con la trilogia originale de Il Signore degli Anelli di Peter Jackson. Gli occhi sono stati puntati su questo progetto sin da quando Amazon ha stretto un costoso accordo con la proprietà di Tolkien per sviluppare una nuovissima serie TV […]

Perché la spiegazione della forza di Obi-Wan a Leia è così diversa da quella di Luke
Perché la spiegazione della forza di Obi-Wan a Leia è così diversa da quella di Luke

L’episodio 3 di Obi-Wan Kenobi mostra Obi-Wan che descrive la Forza a Leia, ma perché la sua spiegazione è diversa da quella che ha dato a Luke in Star Wars: Una nuova speranza? La nuova serie Disney+ fornisce maggiori informazioni su ciò che il Maestro Jedi stava facendo tra gli eventi di Star Wars: Episodio […]