Asiatica Film Mediale

Storie Spaventose da Raccontare al Buio 2: Aggiornamento Condiviso dal Regista Dopo 3 Anni di Silenzio

Storie Spaventose da Raccontare al Buio 2: Aggiornamento Condiviso dal Regista Dopo 3 Anni di Silenzio
Erica

Di Erica

05 Agosto 2023, 00:17


Sommario

  • Scary Stories to Tell in the Dark 2 è “vivo” con una storia e una sceneggiatura in fase di sviluppo, nonostante i ritardi causati dallo sciopero degli sceneggiatori e da COVID-19.
  • Il focus del regista André Øvredal su un altro progetto, The Last Voyage of the Demeter, ha influenzato il progresso del sequel horror.
  • Il finanziamento del sequel da parte di Paramount, nota per le sue famose franchise, indica il loro crescente interesse nel genere horror e la loro fiducia in Øvredal e nel suo team.

Ora che il regista ha concluso le riprese del suo nuovo film su Dracula, il regista André Øvredal ha un entusiastico aggiornamento su Scary Stories to Tell in the Dark 2. Basato sui romanzi omonimi di Alvin Schwartz, il film horror del 2019 era incentrato su una ragazzina emarginata e i suoi amici mentre cercano di scoprire il mistero di una donna del luogo con un oscuro passato e un’affinità per le storie horror che prendono vita. Prodotto da Guillermo del Toro, Scary Stories to Tell in the Dark ha ricevuto principalmente recensioni positive e ha incassato più di 104 milioni di dollari, a fronte dei suoi 28 milioni di budget di produzione.

Parlando con IGN per discutere di The Last Voyage of the Demeter, a Øvredal è stato chiesto dello sviluppo di Scary Stories to Tell in the Dark 2. Il regista ha assicurato che il sequel horror è ancora molto “vivo” e ha spiegato il ritardo di tre anni nella comunicazione dei progressi. Ecco cosa ha condiviso Øvredal:

Abbiamo una storia. Abbiamo una sceneggiatura. Abbiamo lavorato sulla sceneggiatura fino all’anno scorso e anche leggermente quest’anno. Il processo si è ovviamente interrotto con lo sciopero, ma è ancora vivo, di certo. COVID e poi [The Last Voyage of the Demeter] che mi ha impegnato per due anni sicuramente hanno rallentato i progressi.

Il lungo atteso di Scary Stories To Tell In The Dark 2 porterà dei risultati?

Scary Stories to Tell in the Dark 2 è stato annunciato per la prima volta nell’aprile 2020, quasi un anno dopo l’uscita del predecessore in sala e ha lasciato il pubblico sul bordo del precipizio con Zoe Colletti nel ruolo di Stella che si unisce a suo padre, Roy (interpretato da Dean Norris), e la sorella del suo amico, Ruth (interpretata da Natalie Ganzhorn), mentre cercano un modo per riportare in vita suo fratello Chuck e il loro altro amico Auggie. Con Paramount Pictures ora dietro al progetto, il cast principale che torna insieme a Øvredal e agli sceneggiatori Dan e Kevin Hageman, sembrava probabile che il sequel arrivasse rapidamente prima della chiusura di Hollywood a causa della pandemia.

Come Øvredal ha menzionato, la sua attenzione è stata distratta da Scary Stories to Tell in the Dark per concentrarsi su The Last Voyage of the Demeter, un film che ha sofferto dello stesso sviluppo travagliato per anni prima che lui venisse coinvolto e finalmente lo portasse in vita come adattamento di Dracula ispirato ad Alien. Se Demeter si dimostrerà all’altezza in un momento in cui la scena cinematografica è dominata dalla mania di Barbenheimer e dai recenti film Mission: Impossible – Dead Reckoning Part One e Teenage Mutant Ninja Turtles: Mutant Mayhem appena usciti, sarà un segno promettente del suo successo in progetti con lunghi tempi di sviluppo.

Uno degli altri fattori promettenti dopo che lo stesso team creativo è tornato a lavorare su Scary Stories to Tell in the Dark 2 è che il sequel sarà finanziato da Paramount. Benché sia conosciuta soprattutto per la produzione di franchise di successo come Transformers e Mission: Impossible, recentemente si sono cimentati nel sempre più popolare genere horror grazie al revival della serie Scream e a Smile del 2022, per il quale è in sviluppo un sequel. Considerando che l’horror è uno dei generi che garantisce sempre buoni incassi al botteghino, si può sperare che mettano piena fiducia in Øvredal e nel suo team.

Fonte: IGN


Potrebbe interessarti

Riunione di presentazione di Barbenheimer
Riunione di presentazione di Barbenheimer

Sommario L’ultimo episodio della serie Pitch Meeting di Screen Rant esplora la competizione tra Barbie e Oppenheimer, due film apparentemente opposti che sono usciti nella stessa data. Il Pitch Meeting prende in giro le controversie scene di sesso di Oppenheimer e il messaggio pro-femminista di Barbie che alcuni trovano essere troppo evidente. Mentre Oppenheimer ha […]

Come il cambio del cattivo in Mission Impossible 7 ha cambiato l’intero film: “L’Entità non esisteva”
Come il cambio del cattivo in Mission Impossible 7 ha cambiato l’intero film: “L’Entità non esisteva”

Avviso: CONTIENE SPOILER per Mission: Impossible – Dead Reckoning Part One! Sommario Il cambio di attore per il ruolo originale del cattivo interpretato da Nicholas Hoult in Mission: Impossible – Dead Reckoning Part One ha portato a significative modifiche nell’intero film, compresa la creazione di un nuovo antagonista di nome Gabriel. La sostituzione di Hoult […]