Notizie FilmStar Wars spiega come funzionano effettivamente i Sith Wayfinders...

Star Wars spiega come funzionano effettivamente i Sith Wayfinders di Rise of Skywalker

-


Star Wars ha finalmente spiegato come funziona davvero il wayfinder Sith in Star Wars: The Rise of Skywalker. La trilogia del sequel di Star Wars è giunta a una conclusione esplosiva in Star Wars: L’ascesa di Skywalker, con la misteriosa resurrezione dell’imperatore Palpatine. L’Oscuro Signore dei Sith era stato resuscitato dalla morte sul pianeta Exegol, un’antica ridotta Sith su un confine della Forza dove il confine tra vita e morte è insolitamente sottile.

Luke Skywalker aveva cercato Exegol alcuni anni prima, quando si rese conto per la prima volta di una crescente presenza del lato oscuro nella galassia. Aveva imparato che c’era un solo modo per trovare Exegol; vale a dire, per scoprire un antico manufatto Sith noto come wayfinder. Quando è collegato a un navicomputer, il wayfinder ha permesso a una nave di effettuare il preciso salto nell’iperspazio verso Exegol. Sfortunatamente, Luke non ha mai scoperto i Sith Wayfinder. Se l’avesse fatto, si sarebbe imbattuto nella resurrezione di Palpatine e la storia della galassia avrebbe potuto svolgersi in modo molto diverso.

Il romanzo di Adam Christopher Shadow of the Sith spiega finalmente come funzionano i wayfinder Sith di Star Wars. Il libro è ambientato prima della trilogia sequel e racconta la storia della ricerca di Exegol da parte di Luke. Mentre studia il wayfinder Sith, deduce che è molto più complesso di quanto sembri. Ci sono notevoli somiglianze tra un wayfinder e un holocron, portando Luke a teorizzare che fosse l’antenato dell’holocron. “Se l’holocron era un archivio dati multiuso, sembrava logico che si fosse evoluto dal wayfinder”, concluse Luke, “il prodotto di una tecnologia Sith più primitiva, ma non meno potente. Era anche logico, quindi, che se il holocron potrebbe contenere moltissimi dati, quindi anche il wayfinder potrebbe contenere non solo coordinate e mappe stellari ma intere rotte e reti, insieme ai mezzi per decodificarle, consentendo all’utente di pilotare lungo rotte tracciate, percorsi che conducono a regioni inesplorate e parti nascoste di spazio». Luke ha considerato il wayfinder attraverso gli occhi sia di un pilota che di uno Jedi e deduce correttamente come potrebbe essere utilizzato per navigare nelle regioni sconosciute di Star Wars.

I precedenti tie-in di Star Wars hanno stabilito che l’orientamento è in realtà un potere della Forza dimenticato. Implica concentrarsi su una destinazione e consentire alla Forza di dirigere un pilota verso di essa, confidando nella sua guida. Avrebbe senso che il wayfinder Sith segua un principio simile, contenente le coordinate per un singolo pianeta specifico – e il potere computazionale (e, forse, della Forza) per stabilire rotte verso quella data destinazione. In verità, questo è probabilmente l’unico modo in cui un wayfinder potrebbe effettivamente funzionare, in particolare uno contenente percorsi per Exegol. Quella particolare ridotta Sith si trova nelle profondità delle Regioni Sconosciute, un settore dello spazio destabilizzato da una serie di supernove incatenate. A volte vengono chiamati “il Caos”, semplicemente perché le rotte dell’iperspazio sono in uno stato di flusso costante, e questo è specialmente il caso di Exegol, un sistema di scatole in cui c’è solo un modo per entrare o uscire. Un wayfinder che contenesse solo le coordinate per Exegol non avrebbe valore perché un pilota non sarebbe in grado di usarle.

Tuttavia, è difficile dire se i Sith abbiano creato i primi wayfinder. Star Wars: Gli ultimi Jedi ha introdotto una versione Jedi del wayfinder, un dispositivo d’argento simile a una bussola che Luke possedeva. Si ritiene che questo lo abbia portato ad Ahch-To, il sito del primo Tempio Jedi, il che potrebbe suggerire che i wayfinder erano una volta molto più comuni, aiutando i Jedi a navigare tra le stelle nei giorni in cui i viaggi nell’iperspazio erano molto più pericolosi e le rotte stabilite avevano ancora da identificare. Si spera che ulteriori tie-in di Star Wars spiegheranno di più sulla storia e le capacità di Star Wars: The Rise of Skywalker’s Sith wayfinder.

Date di rilascio chiave

  • Rogue Squadron (2023) Data di uscita: 22 dicembre 2023

Ultime News

Questi sono gli anime chiave che hanno fatto piangere di più i giapponesi

il portale giapponese netlab ha condotto un sondaggio tra i suoi lettori con la domanda «Qual è l'anime...

Inu ni Nattara Suki na Hito ni Hirowareta svela il suo primo trailer

Sul sito ufficiale per l'adattamento anime del manga ecchi scritto e disegnato da Itsutsu Furukawa, Inu ni Nattara...

Le light novel Danjo no Yuujou wa Seiritsu suru? avranno un anime

La casa editrice Kadokawa ha emesso un comunicato stampa annunciando che le light novel scritte da ninna nanna...

Tensei Shitara Ken Deshita Anime rivela la data della premiere con il trailer

Sul sito ufficiale dell'adattamento anime delle light novel scritte da Yu Tanaka e illustrato da MALATO, Tensei Shitara...

Da Non Perdere

I 30 Migliori Film Horror Da Vedere Assolutamente!

I migliori film horror più spaventosi di tutti i...

Come Disattivare Now TV

Vuoi capire come disattivare Now TV? Potresti non aver...

Ultimi Quiz

Quale Personaggio Della Casa Di Carta Sei?

Uno dei punti di forza delle serie come La Casa di Carta è che mettono insieme un gruppo di...

Che Personaggio Di Stranger Things Sei?

Che Personaggio Di Stranger Things Sei? Sei stato anche tu uno di quelli che, guardando il primissimo episodio di...

Potrebbe anche interessarti...
Articoli selezionati per te