Asiatica Film Mediale

Star Wars porta ufficialmente il destino di The Empire’s Legends in Canon

Star Wars porta ufficialmente il destino di The Empire’s Legends in Canon
Debora

Di Debora

31 Gennaio 2022, 06:45


Questo articolo contiene spoiler minori per l’episodio 5 di The Book of Boba Fett.

Star Wars ha ufficialmente portato il destino di Empire’s Legends nel canone Disney. La morte dell’Imperatore in Il ritorno dello Jedi non segnò la fine dell’Impero, ma fu l’inizio della fine. Nel vecchio Universo Espanso, l’Impero si ritirò in un cosiddetto “Resto Imperiale” agli estremi confini della galassia. Il Resto Imperiale firmò un trattato di pace con la Nuova Repubblica ei due coesistettero, alleandosi anche contro l’invasione degli Yuuzhan Vong.

Tutto ciò è stato etichettato come non canonico, o “Legends”, dalla Disney quando ha acquisito Lucasfilm nel 2012. Eppure, nonostante tutto ciò, ci sono sorprendenti parallelismi tra la vecchia UE e il canone Disney. Nella nuova tradizione, l’Impero cadde nella battaglia di Jakku, con la Nuova Repubblica che successivamente firmò un trattato con Mas Amedda su Coruscant. Ma The Mandalorian ha rivelato che c’è un senso in cui la guerra con l’Impero non è mai veramente finita, perché non tutti gli Imperiali hanno accettato la resa di Mas Amedda. Una fazione sembrava essere centrata nel settore intorno a Tatooine, sotto il comando di Moff Gideon. La seconda stagione di Mandalorian ha inoltre suggerito che Moff Gideon non è l’unico Imperiale a lavorare attivamente contro la Nuova Repubblica e che il Grand’ammiraglio Thrawn potrebbe essere coinvolto.

L’episodio 5 di Book of Boba Fett incorpora sottilmente un’ulteriore idea dell’Universo Espanso di Star Wars, descrivendo ufficialmente queste resistenze come “Imperial Remnants”. È interessante notare il plurale, che suggerisce una leggera differenza tra il canone Disney e Legends; sembra che ci siano più resistenze imperiali in tutta la galassia, e la maggior parte crede che siano separate. Data la probabilità del coinvolgimento del Grand’ammiraglio Thrawn, tuttavia, è molto probabile che le vestigia dell’Impero di Star Wars collaborino con lui in segreto nell’attuale canone.

La Nuova Repubblica fu formalmente disarmata dopo la battaglia di Jakku, con il cancelliere Mon Mothma che sperava che la guerra con l’Impero fosse finita. Non è sicuramente una coincidenza, tuttavia, che gli X-Wings siano stati inviati a esplorare l’area intorno a Tatooine, alla ricerca di prove delle azioni dell’Impero. Ancora una volta si sta preparando una guerra tra la Nuova Repubblica e il Resto Imperiale, che sarà combattuta nell’Orlo Esterno piuttosto che nel Nucleo Galattico.

Tatooine sembra essere al centro di tutto ciò, poiché, come si vede nell’episodio 3 de Il libro di Boba Fett, gli assaltatori erano ancora attivi nel mondo desertico almeno cinque anni dopo Il ritorno dello Jedi. Facendo riferimento a un episodio della prima stagione di The Mandalorian in cui teste di stormtrooper erano state messe su punte a Mos Eisley, l’episodio 3 di The Book of Boba Fett ha rivelato che i cittadini della città lo facevano proprio mentre Boba Fett stava cavalcando mentre andava a incontrare il Sindacato Pyke. Ciò significa che l’attuale programma televisivo Disney+ è molto più importante per la narrativa generale di Lucasfilm di quanto sembri in questo momento, perché rivendicando Tatooine come sua base, Boba Fett si è involontariamente posizionato vicino al centro di questo conflitto. L’Impero si è ritirato lontano dal luminoso centro della galassia, ma – come sempre nella saga di Star Wars – non resteranno incontrastati.

Date di rilascio chiave Rogue Squadron (2023)Data di rilascio: 22 dicembre 2023


Potrebbe interessarti

La nuova rivelazione del villain DC di Peacemaker peggiora il ruolo della sua squadra suicida
La nuova rivelazione del villain DC di Peacemaker peggiora il ruolo della sua squadra suicida

Avvertimento! Spoiler avanti per Peacemaker episodio 5 Mentre Peacemaker di HBO Max ha appena inserito un altro cattivo della DC Comics come parte del canone DCEU, rende anche il ruolo di Peacemaker in The Suicide Squad molto peggiore. Nonostante l’insistenza dello stesso Peacemaker (John Cena), il pubblico non vede Chris Smith come un eroe. Invece, […]

James Gunn ha scelto inconsapevolmente GOTG Vol.  2 Attrice in Peacemaker
James Gunn ha scelto inconsapevolmente GOTG Vol. 2 Attrice in Peacemaker

Lo scrittore/regista di Peacemaker James Gunn ha scelto inconsapevolmente Guardiani della Galassia Vol. 2 Elizabeth Ludlow nella sua serie HBO Max senza rendersi conto che avevano precedentemente lavorato insieme. Gunn è noto soprattutto per aver diretto il franchise dei Guardiani dei Marvel Studios. Con The Suicide Squad della scorsa estate, ha introdotto una sfilza di […]