Notizie FilmStar Wars: I più grandi cattivi della galassia svela...

Star Wars: I più grandi cattivi della galassia svela i segreti di Palpatine [EXCLUSIVE]

-


Star Wars è diventato un fenomeno amato in tutto il mondo grazie non solo ai suoi eroi epici ed eccitanti, ma anche ai suoi affascinanti e complessi cattivi. Grazie a Star Wars Insider, Screen Rant ha un’anteprima esclusiva dietro il sipario della loro ultima collezione curata che esplora esattamente chi sono queste menti.

Star Wars: The Galaxy’s Greatest Villains arriva il 30 agosto con ben 176 pagine di foto e dettagli sul dietro le quinte dei cattivi che rendono così bello il franchise di Star Wars.

Star Wars: The Galaxy’s Greatest Villains è uno sguardo emozionante al lato oscuro della Forza e chi è più terrificante dell’imperatore Palpatine? Screen Rant può rivelare in esclusiva un estratto dell’intervista con l’acclamato attore Ian McDiarmid, che per la prima volta ha dato vita al ruolo con Il ritorno dello Jedi. Leggi l’intervista qui sotto e non dimenticare di dare un’occhiata anche alle emozionanti immagini di anteprima.

Un estratto da Star Wars: I più grandi cattivi della galassia

L’IMPERATORE PALPATINO

Il cattivo a cui risponde anche Darth Vader ha avuto vari nomi: imperatore, senatore Sheev Palpatine, Darth Sidious. Ma qualunque cosa si chiami, non ha vacillato nel suo desiderio di governare la galassia. Dopo aver interpretato per la prima volta il personaggio in Il ritorno dello Jedi (1983), Ian McDiarmid ha ripreso il ruolo per tutte le successive apparizioni sul grande schermo di Palpatine.

Essendo stato ucciso al culmine della trilogia originale, sembrava che il destino di Palpatine fosse segnato, fino a quando non ha fatto un ritorno a sorpresa in The Rise of Skywalker (2019). Ian McDiarmid è rimasto scioccato come chiunque altro nello scoprire che era tornato.

Ian McDiarmid: Avevo pensato che fosse stato per sempre consegnato all’inferno galattico a cui apparteneva. Non sembrava davvero che sarebbe sopravvissuto dopo che Darth Vader lo aveva spinto giù per quel pozzo, quindi sono stato molto sorpreso di ricevere un’e-mail dall’ufficio di JJ Abrams in cui mi chiedeva il mio numero di telefono. Quando alla fine ho parlato con JJ, ha detto: “Stiamo pensando di riportare indietro Palpatine. Cosa ne pensi?” Bene, il mio primo pensiero è stato: “Non è stato distrutto?” JJ ha spiegato che è così intelligente, parti di lui non sono più le stesse di prima, ma il cervello è ancora intatto. Quindi, ho detto, sì, sembrava eccitante, e in effetti si è rivelato.

Una volta che ho letto la sceneggiatura, e io e JJ ne abbiamo parlato, mi è sembrato tutto molto fattibile. Come si vede nel film, Palpatine era in un terribile pasticcio fisico, davvero stordito e appeso lì in quello strano aggeggio, ma il cervello stava ticchettando. Nella sceneggiatura originale è stato sbranato molto più gravemente di quanto tu abbia visto nel film, il che probabilmente è altrettanto positivo. Una battuta che avevo che non è arrivata al montaggio finale è stata quando Kylo incontra Palpatine per la prima volta in quella prima scena e dice: “Sei un clone!” La mia battuta era “Più di un clone, meno di un uomo”, che a me sembrava riassumerlo molto bene…

Quando ho visto per la prima volta come apparivo nell’apparato di The Rise of Skywalker, ho pensato: “Ahh, ho finalmente raggiunto la mia apoteosi come distributore di Pez”. Era stranamente soddisfacente.

Per McDiarmid, c’erano diversi motivi per cui era così entusiasta di interpretare il personaggio ancora una volta.

Ian McDiarmid: La cosa che mi piaceva era che era così determinato che non sarebbe stato sconfitto, che sarebbe sopravvissuto in qualche modo, anche se non sarebbe stato nel suo stesso corpo. È stata un’idea molto interessante.

Potresti immaginare che qualcuno con una mente così brillante come Palpatine avrebbe pensato all’aldilà e non alla morte, e ovviamente ha insinuato ciò che aveva imparato dal suo predecessore in Star Wars: La vendetta dei Sith (2005), quindi ho pensato probabilmente avrebbe qualcosa del genere nascosto da qualche parte.

Inoltre, so che JJ si è sentito onorato di avere il compito di legare questi nove film, e in un certo senso quell’onore è stato incanalato attraverso il mio personaggio. Quando ci pensi, Palpatine era stato responsabile, direttamente o indirettamente, di ogni atto malvagio in questi film, quindi è stato un dubbio onore interpretarlo di nuovo.

Insieme alla rivelazione che Palpatine è sopravvissuto, abbiamo anche scoperto che era il nonno di Rey.

Ian McDiarmid: È venuto fuori dal nulla. Ho incontrato JJ, Kathleen Kennedy e la direttrice del casting Nina Gold poco dopo aver accettato di fare il film, e mentre bevevo una tazza di tè, JJ ha esaminato il film e mi ha raccontato la trama come era a quel punto . Non ha risparmiato nessun dettaglio, l’ha eseguito. È stato esaltante ascoltarlo. Mi sentivo come se avessi visto l’intero film quando finì. È stata un’idea straordinaria scoprire che ero il nonno di Rey, e anche un po’ meraviglioso. I film sono pieni di padri e figli, e ora anche di nonni e nipoti, ed è stato un bel parallelo con i problemi di Kylo Ren. Vediamo quanto siano legati Rey e Kylo.

È stata una giornata molto emozionante a Pinewood quando abbiamo girato la scena in cui dico a Kylo che sono il nonno di Rey, perché come forse saprai, molte persone coinvolte nel processo di realizzazione di un film non vedono necessariamente una sceneggiatura. Quindi, quando abbiamo fatto la prima prova sul set, c’è stato un sussulto udibile in tutto lo studio. Ho pensato: “Beh, se c’è un sussulto qui e possiamo mantenerlo segreto, ci sarà davvero un grande sussulto quando il film uscirà!”

Attraverso le tre trilogie, la storia di Palpatine si è svolta in un ordine non ortodosso, saltando dal centro all’inizio, quindi alla fine.

Ian McDiarmid: Gli attori delle serie televisive di lunga data sanno sempre e solo come si svilupperà il loro personaggio da un episodio all’altro, e non è una brutta cosa. Improvvisamente scoprono che c’è un nuovo aspetto del loro personaggio che possono chiamare per interpretare a cui non avevano pensato prima, e questo era certamente vero per me con Palpatine.

Non sapevo che fosse un giovane senatore quando ho interpretato l’imperatore in Il ritorno dello Jedi (1983), e George non me l’ha mai detto quando abbiamo avuto il nostro primo incontro sui prequel. Disse che c’erano due persone, il senatore che si stava facendo strada e che sarebbe diventato l’imperatore, e quest’altro personaggio. È stato solo quando ho ricevuto l’elenco delle chiamate per il primo giorno di riprese che ho visto il mio numero di fronte a un personaggio chiamato Darth Sidious, e ho pensato che fosse un errore. Poi ho pensato no, no, non fanno errori come questo. Solo allora ho capito di essere due persone in una. Questo era affascinante di per sé.

Immagini da Star Wars: I più grandi cattivi della galassia

Curata dalle pagine di Star Wars Insider, questa esplorazione dietro le quinte consente ai fan irriducibili di scoprire come i più terrificanti cattivi di Star Wars sono stati portati in vita sullo schermo. Attraverso una serie di interviste e articoli approfonditi, il pubblico sarà invitato a imparare dagli attori e dai registi che hanno creato 15 dei più famosi cattivi di Star Wars. Proprio come l’estratto di Ian McDiarmid sopra, ogni artista discuterà il processo alla base della creazione di alcuni dei personaggi più iconici della storia del cinema.

Altri attori e personaggi impressionanti inclusi nella collezione sono David Prowse (Darth Vader) e Ray Park (Darth Maul), con il contributo di George Lucas, Lawrence Kasdan (Star Wars: L’impero colpisce ancora, Star Wars: Il ritorno dello Jedi e Star Wars: Il Risveglio della Forza), JJ Abrams (Il Risveglio della Forza e Star Wars: L’Ascesa di Skywalker) e molto altro.

Star Wars: The Galaxy’s Greatest Villains uscirà il 30 agosto ed è attualmente disponibile per il preordine su Amazon e Forbidden Planet.

.item-num::after { contenuto: “https://www.asiaticafilmmediale.it/”; }

Ultime News

L’attore Ironheart di Black Panther 2 era quasi un personaggio diverso dell’MCU

A poco più di un mese dal suo arrivo, l'attore di Black Panther: Wakanda Forever, Dominique Thorne, ricorda...

Le foto di She-Hulk BTS mostrano quanto sia alto il doppio di Tatiana Maslany

Nuove foto dietro le quinte rivelano l'incredibile differenza di altezza tra She-Hulk: Tatiana Maslany dell'avvocato di Law e...

Il piano B14 del Commonwealth li rende cattivi come il CRM di Walking Dead

Il piano B14 del Commonwealth è la tattica più sinistra di Pamela Milton, avvicinandola al CRM sulla gerarchia...

Billy Eichner risponde senza mezzi termini alla scarsa apertura del botteghino di Bros

Billy Eichner ha una risposta schietta alla deludente performance al botteghino di Bros, nonostante le sue entusiastiche recensioni...

Da Non Perdere

I 30 Migliori Film Horror Da Vedere Assolutamente!

I migliori film horror più spaventosi di tutti i...

Come Disattivare Now TV

Vuoi capire come disattivare Now TV? Potresti non aver...

Ultimi Quiz

Quale Personaggio Della Casa Di Carta Sei?

Uno dei punti di forza delle serie come La Casa di Carta è che mettono insieme un gruppo di...

Che Personaggio Di Stranger Things Sei?

Che Personaggio Di Stranger Things Sei? Sei stato anche tu uno di quelli che, guardando il primissimo episodio di...

Potrebbe anche interessarti...
Articoli selezionati per te