Notizie Serie TVStar Trek deve passare da Kirk e Wrath of...

Star Trek deve passare da Kirk e Wrath of Khan

-


James T. Kirk apparirà nella seconda stagione di Star Trek: Strange New Worlds, che avrà anche a L’ira di Khan connessione, ma Star Trek ha bisogno di passare da quella dinamica. Originariamente interpretato dall’attore Ricardo Montalban, Khan Noonien-Singh è apparso solo in un episodio, “Space Seed” e nel film Star Trek: L’ira di Khan. Tuttavia, il cattivo e la sua rivalità con Kirk hanno gettato una lunga ombra sulla mitologia di Trek.

Strange New Worlds è una serie prequel che seguirà l’equipaggio dell’Enterprise prima che Kirk assumesse il comando. Dopo Star Trek: Discovery stagione 2, vede Anson Mount nei panni di Christopher Pike, Ethan Peck nei panni di Spock e Rebecca Romjin nei panni del numero uno. Strange New Worlds vede anche Christina Chong nel ruolo di La’an Noonien-Singh, una parente di Khan. Con Paul Wesley a bordo come James T. Kirk nella seconda stagione, sembra che Strange New Worlds rivisiterà ancora una volta Star Trek: L’ira di Khan.

Khan è Moriarty per Sherlock Holmes di Kirk, nel senso che tutti sembrano pensare di essere presenti in molte più storie insieme di quanto non facciano in realtà. Proprio come ogni iterazione di Holmes deve avere il suo Moriarty, sembra che ogni prequel di Star Trek debba affrontare la storia di Khan Noonien-Singh come se fosse parte integrante e immutabile della mitologia. Tuttavia, questo non è esclusivo dei film di Abrams o di Strange New Worlds; elementi della storia di Kirk e Khan si sono ripetuti nel corso della storia di Star Trek. È sicuramente il momento di indagare sul motivo per cui il franchise è ancora così interessato alla dinamica di Kirk e Khan, una dinamica che Star Trek dovrebbe superare.

I film e gli spettacoli di Star Trek moderni non possono sfuggire a Kirk & Khan

L’ultimo film dell’era Star Trek: The Next Generation, Star Trek: Nemesis è stato un tentativo di fare per Picard ciò che L’ira di Khan ha fatto per Kirk. Jean-Luc è impegnato in una battaglia con il suo clone malvagio e il comandante Data, solitamente privo di emozioni, si sacrifica per salvare la situazione. Il problema con l’ultimo film di TNG era che la vera nemesi di Picard sono i Borg, e Star Trek: Primo contatto ha gestito abilmente l’impatto psicologico sul capitano dell’Enterprise. La seconda stagione di Star Trek: Picard lo vede allineato con la Regina Borg contro Q, il che sembra una visione molto più soddisfacente dell’idea di una “nemesi” di qualsiasi altra cosa nel film finale di TNG.

Nel frattempo, la premiere della stagione 4 di Star Trek: Discovery era intitolata “Kobayashi Maru”, la famigerata simulazione di addestramento dell’Accademia della Flotta Stellare di uno scenario “senza vittoria”. È stato introdotto per la prima volta in The Wrath Of Khan, impostando la situazione disperata in cui Kirk e l’equipaggio dell’Enterprise si sarebbero poi trovati. Questo test ha poi costituito la base per un episodio di Star Trek: Prodigy in cui Dal tenta di battere la simulazione con l’olografico repliche di ex ufficiali della Flotta Stellare. Nell’episodio di apertura della seconda stagione di Star Trek: Picard, è stato rivelato che Picard ha aggiornato la Kobayashi Maru. Per una scena che esisteva solo per dare il tono al film e arricchire il background di Kirk Flotta Stellare, ha sicuramente lasciato un’eredità duratura.

Il modo più ovvio in cui Star Trek non è stato in grado di emergere dall’ombra di “Space Seed” è il film del 2013 Star Trek Into Darkness. Il film del 2009 è stato un riavvio completo dell’universo di Star Trek, stabilendo la linea temporale di Kelvin per dare al pubblico una tabula rasa e i personaggi originali che conoscono e amano. La decisione di rifare tecnicamente The Wrath Of Khan nel sequel è stata un passo falso. Sulla carta, è un’idea interessante: le azioni di Nero hanno creato una versione più militaristica della Flotta Stellare. Quindi il film riflette su come in modo diverso Khan e i suoi super soldati geneticamente potenziati sarebbero stati trattati al risveglio nella linea temporale di Kelvin. Il problema era che, in esecuzione, ha sconvolto i fan puristi di Trek e probabilmente ha perso l’attenzione di una parte del pubblico generale. Continuando ad arare questo solco, Star Trek della TV corre lo stesso rischio.

Perché Kirk e Khan stanno ancora definendo i film e gli spettacoli di Star Trek

L’ira di Khan ha avuto un enorme impatto, non solo sull’universo di Star Trek, ma sul più ampio panorama della cultura pop. I Griffin ne facevano regolarmente riferimento, mentre l’immagine di Kirk che maledice la sua nemesi è diventata un meme. È stato probabilmente il momento in cui il franchise si è trasformato in una serie di film per un mercato di massa. Il primo film spesso deriso Star Trek: The Motion Picture era una versione più cerebrale/kubrickiana della serie che ha alienato molti membri del pubblico. The Wrath Of Khan, d’altra parte, ha mantenuto le cose semplici.

Il film presenta tutto ciò che il pubblico ha bisogno di sapere su Kirk e Khan in una raccapricciante sequenza di apertura in cui Chekov e il suo nuovo capitano vengono catturati e torturati su Ceti Alpha V. Khan vuole vendicarsi contro Kirk per averlo lasciato in una landa desolata infernale di un pianeta. Non importa se fa riferimento a un episodio di due decenni prima, questa è una storia di vendetta vecchio stile, chiara e semplice. Inoltre, The Wrath Of Khan si svolge come un teso film di guerra navale, ma nello spazio. È macabro, violento e, paradossalmente, il film di Star Trek meno in linea con la visione utopica di Gene Roddenberry per il futuro.

Tuttavia, questo paradosso è la chiave per capire perché Kirk e Khan hanno dimostrato di essere una parte così duratura dei miti di Star Trek. Kirk e il cattivo Khan sono facce opposte di una medaglia. James T. Kirk rappresenta gli ideali della visione originale di Roddenberry: speranza, esplorazione e accettazione. Khan Noonien-Singh è tutto ciò che Kirk, e per estensione la Flotta Stellare, non è; è un tiranno che si oppone alla libertà individuale. Star Trek ha spesso cercato di ripetere questo scontro di ideologie, in particolare nella successiva lotta tra Benjamin Sisko e Gul Dukat in Star Trek: Deep Space Nine. Nonostante ciò, il franchise continua a tornare al conflitto centrale tra gli ideali di Kirk e Khan.

La fissazione di Kirk e Khan impedisce a Star Trek di cercare strani nuovi mondi

L’aspetto più interessante della prossima serie prequel è la possibilità di utilizzare un certo grado di familiarità del pubblico per esplorare l’universo di Star Trek in un modo nuovo. Il destino dell’originale Capitano dell’Enterprise Christopher Pike è già stato affrontato nell’episodio di Discovery “Attraverso la valle delle ombre”, quindi gli spettatori hanno già un punto finale per il personaggio prima che la sua storia converga con “The Menagerie” di TOS. Il dramma avvincente al centro della stagione sarà la conoscenza di Pike del devastante incidente che lo attende e se ciò influenzerà il suo capitano. L’introduzione di Kirk nella seconda stagione mina il viaggio di Pike, segnalando al pubblico che esiste in un tempo sempre più preso in prestito.

L’aggiunta di un discendente di Noonien-Singh introduce anche la possibilità che l’equipaggio entri in contatto con Khan prima degli eventi di “Space Seed”. Se è così, ci saranno così tanti espedienti nella trama per rispettare il canone Khan di Star Trek che una nuova storia sembra la decisione più facile. La serie prequel inizialmente sembrava essere un tentativo di riuscire dove il riavvio di Star Trek del 2009 era fallito. L’Enterprise di Strange New Worlds è di un’epoca in cui la Flotta Stellare stava ancora esplorando l’universo, cercando strani nuovi mondi e nuove civiltà, andando coraggiosamente dove nessuno era mai andato prima. I dettagli che emergono sulla serie suggeriscono invece che potrebbe invece andare dove molti sono andati prima. Presentando un giovane James T. Kirk e introducendo lo spettro di Khan Noonien-Singh, sembra funzionare con lo stesso malinteso dei film di JJ Abrams: la seconda uscita dovrebbe in qualche modo collegarsi a Star Trek: L’ira di Khan. Oltre ai continui riferimenti alla continuità in altre serie, è un segno deludente che suggerisce che il Trek moderno non stia cercando nuove storie.

Star Trek: Strange New Worlds debutterà il 5 maggio su Paramount+.

.item-num::after { contenuto: “https://www.asiaticafilmmediale.it/”; }

Ultime News

Il creatore di Friends si rammarica della gestione da parte dello show del genitore transgender di Chandler

Subito dopo aver risposto alle critiche sulla mancanza di diversità della sitcom, la co-creatrice di Friends Marta Kauffman...

L’anime di Dragon Ball Super potrebbe tornare nel 2023

Il popolare leaker “SUPER クロニクル (@DBChronicles)ha condiviso un aggiornamento assicurando che la produzione dell'anime Dragon Ball Super è...

I fratelli Duffer rispondono a cose strane che portano al successo in collina

I Duffer Brothers rispondono al successo di "Running Up That Hill" di Kate Bush dopo il suo utilizzo...

Perché giocare a Kenobi in Obi-Wan è stato più facile per Ewan McGregor rispetto ai prequel

Ewan McGregor spiega perché è stato più facile per lui interpretare Obi-Wan Kenobi nella serie Disney+ che nella...

Da Non Perdere

I 30 Migliori Film Horror Da Vedere Assolutamente!

I migliori film horror più spaventosi di tutti i...

Come Disattivare Now TV

Vuoi capire come disattivare Now TV? Potresti non aver...

Ultimi Quiz

Quale Personaggio Della Casa Di Carta Sei?

Uno dei punti di forza delle serie come La Casa di Carta è che mettono insieme un gruppo di...

Che Personaggio Di Stranger Things Sei?

Che Personaggio Di Stranger Things Sei? Sei stato anche tu uno di quelli che, guardando il primissimo episodio di...

Potrebbe anche interessarti...
Articoli selezionati per te