Asiatica Film Mediale

Squid Game: il rumor sul remake statunitense di David Fincher affrontato dal presidente di Netflix.

Squid Game: il rumor sul remake statunitense di David Fincher affrontato dal presidente di Netflix.
Debora

Di Debora

20 Febbraio 2024, 14:32


Riassunto

  • Il presidente di Netflix, Ted Sarandos, respinge le voci di un remake statunitense di Squid Game con Fincher, definendole “solo un rumor”.
  • La tanto attesa seconda stagione di Squid Game si concentrerà su Gi-hun alla ricerca di vendetta contro i VIP in un nuovo gioco.
  • L’idea di un remake statunitense di Squid Game non è necessaria, in quanto potrebbe non essere all’altezza del successo originale e della continuazione della storia.

Le voci secondo cui Netflix sta pianificando un remake statunitense di Squid Game con David Fincher alla regia sono state affrontate dal presidente di Netflix, Ted Sarandos. A due anni dal grande successo dello show sudcoreano per la piattaforma di streaming, sarà rinnovato per la tanto attesa seconda stagione. Tuttavia, oltre alla serie principale, ci sono voci secondo cui Netflix sta pianificando di espandere ulteriormente il franchise con una versione statunitense dello show.

Nella sua ultima visita in Corea del Sud per rafforzare l’impegno di Netflix nella produzione di contenuti coreani, Sarandos viene interrogato sulle voci secondo cui Fincher sta lavorando a una versione statunitense di Squid Game. Come riportato da Korea JoongAng Daily, il capo dell’azienda ha schiacciato efficacemente l’idea, dicendo alla stampa che seguiva il suo tour che si tratta “solo di un rumor” prima della première della seconda stagione di Squid Game. Non ha fornito ulteriori informazioni a riguardo.

Perché non ha senso per Netflix fare un remake statunitense di Squid Game

Per contestualizzare, Squid Game è iniziato con 456 persone che cercavano di vincere la competizione omonima, con Gi-hun, un autista divorziato con problemi di gioco d’azzardo, che emerge vittorioso. I partecipanti non erano consapevoli che giocare al gioco significava rischiare la propria vita, poiché la sconfitta portava alla morte. Per la seconda stagione di Squid Game, Gi-hun cercherà vendetta contro i VIP e le persone che gestiscono l’operazione, ritornando nel gioco successivo con la speranza di vincere ancora una volta. Questo permette allo show di puntare sulla competizione della sua narrazione continuando anche la storia.

C’è un chiaro interesse per lo show, soprattutto dopo che la prima stagione di Squid Game è terminata con un cliffhanger. Poiché la serie principale è ancora in corso, non c’è una ragione giustificata per Netflix di fare un remake. Se non altro, si stanno predisponendo al fallimento. Nonostante il genio cinematografico di Fincher, con un portfolio impressionante a sostegno di lui, il progetto proposto sarà confrontato con l’originale e avrà meno possibilità di eccellere, considerando che la storia del predecessore continua sulla piattaforma. Coesistere contemporaneamente li metterà in competizione l’uno contro l’altro.

Ammettendo che è ancora possibile che un remake di Squid Game possa realizzarsi prima o poi, nonostante la posizione attuale di Sarandos sulla questione. Almeno, però, dovrebbe essere realizzato dopo che l’originale è terminato. Anche in quel caso, ci sarebbero argomentazioni che dimostrano che non c’è davvero bisogno di una versione statunitense della storia, considerando quanto sia grande l’iterazione originale di Hwang.

Fonte: Korea JoongAng Daily

Squid Game è disponibile in streaming su Netflix.


Potrebbe interessarti

James Gunn condivide realistiche opere d’arte di fan del Primo Team dell’Universo DC.
James Gunn condivide realistiche opere d’arte di fan del Primo Team dell’Universo DC.

RIASSUNTO James Gunn ha condiviso fan art realistici per Creature Commandos, il primo progetto del DCU. La serie animata sarà l’unico rilascio del DCU nel 2024. La promessa valutazione “R” di Creature Commandos garantirà un emozionante debutto per il DCU. Cos’aspettarsi da Creature Commandos Il primo progetto del DCU ha una finestra di rilascio Creature […]

X-Men ’97 – Lo showrunner spiega se la serie avrà un impatto sull’MCU
X-Men ’97 – Lo showrunner spiega se la serie avrà un impatto sull’MCU

Riassunto ‘X-Men ’97’ non fa parte del canone dell’MCU, ma rappresenta un’entità a sé stante, secondo il showrunner Beau DeMayo. La serie sarà la continuazione diretta di X-Men: The Animated Series e presenterà amati personaggi. Marvel Studios dovrebbe diversificare la sua produzione con progetti non legati all’MCU, come ‘X-Men ’97’. Perché X-Men ’97 ha necessità […]