Notizie Serie TVSpiegazione di tutte le storie vere sorprendenti della seconda...

Spiegazione di tutte le storie vere sorprendenti della seconda stagione di Russian Doll

-


Attenzione: quanto segue contiene SPOILER per la stagione 2 di Russian Doll.

La seconda stagione di Russian Doll di Netflix viaggia indietro nel tempo per esplorare il passato familiare di Nadia (Natasha Lyonne) e Alan (Charlie Barnett) e, mentre i due tornano indietro nel tempo, scoprono alcune affascinanti storie vere. Quando decenni di traumi generazionali incontrano la capacità di viaggiare nel tempo, la coppia impara che c’è molto di più nel passato di quello che sembra. Il loro viaggio nel passato li costringe a rendersi conto che non possono fare altro che trarre il meglio dalla storia che gli è stata trasmessa; qualcosa che è molto più facile da fare con la conoscenza che hanno scoperto dal passato.

Quattro anni dopo aver chiarito il loro ciclo di morte senza fine, Nadia e Alan si aspettavano una notte tranquilla per il compleanno di Nadia. Invece, la coppia viene catapultata in un altro ottimo esempio della fluidità del tempo quando il treno 6622 riporta Nadia nel 1982 e nel corpo di sua madre. Nel tentativo di chiarire le trasgressioni del passato delle loro famiglie, Nadia e Alan tentano di svelare i misteri dietro alcune storie di vita reale. La stagione 2 di Russian Doll si allontana dallo stile di Groundhog Day dei loop temporali che erano presenti nella stagione 1 di Russian Doll, ma ciò non significa che Nadia e Alan non riescano a trovare un nuovo modo per spezzare il tempo stesso.

La seconda stagione di Russian Doll esplora più periodi di tempo nel corso di sette episodi. Durante la sua permanenza sui treni, Nadia occupa il corpo di sua madre nel 1982 e il corpo di sua nonna sia a New York City nel 1968 quando acquisì i famosi Krugerrand di Russian Doll, sia a Budapest nel 1944, dove sua nonna stava tentando di sfuggire alla persecuzione nazista . Alan si fissa sulla Berlino del 1962, dove esplora una relazione in via di sviluppo come sua nonna, Agnes, con uno studente tedesco, Lenny, nel mezzo della crisi del muro di Berlino. Ogni sequenza temporale fornisce un nuovo pezzo del puzzle e pezzi di storia reale, che vanno dai crimini nazisti agli incredibili atti di coraggio.

Il treno d’oro ungherese dei nazisti era reale

La famiglia di Nadia, i Krugerrand, ha un ruolo importante in Russian Doll; credendo che avessero maledetto la sua famiglia, Nadia decise che il suo viaggio indietro nel tempo era l’occasione di cui aveva bisogno per recuperare i Krugerrand scomparsi e salvare la sua famiglia da anni di dolore. Invece, ha scoperto un crimine nazista nella vita reale; il treno d’oro ungherese. Quando l’esercito tedesco e il Partito delle Croci Frecciate presero l’Ungheria occupata nel 1944 (come raffigurato nella seconda stagione di Russian Doll), confiscarono gli oggetti di valore di circa 800.000 cittadini ebrei prima di mandare la maggioranza in vari campi di concentramento, incluso Auschwitz. Quando l’esercito sovietico avanzava su Budapest alla fine del 1944, le merci furono caricate su un treno merci da 46 vagoni che avrebbe portato gran parte delle merci – inclusi oro, gioielli, arte e molto altro – nella Germania nazista e lontano dalle mani delle potenze alleate. Se aggiustato per l’inflazione, si stimava che il contenuto valesse da $ 570 milioni a $ 4 miliardi.

Sebbene il treno sia stato sequestrato dalle truppe alleate nel 1945, molto poco è stato infine restituito ai legittimi proprietari. Dopo che l’esercito degli Stati Uniti ha trasportato la merce in un magazzino del governo militare, quello che era ritenuto senza proprietario è stato svenduto e il ricavato è stato devoluto alle organizzazioni di aiuto ai rifugiati. Tutto ciò nonostante le richieste ungheresi di consegnare il contenuto al governo ungherese in modo che potessero provare a restituire la proprietà ai legittimi proprietari. Dipinti e materiali culturali dovevano essere restituiti ai governi dei paesi da cui erano stati prelevati, ma questo sforzo alla fine è fallito; circa 200 dipinti non sono mai stati restituiti all’Ungheria. I dipinti furono trasferiti al governo austriaco nel 1949 e, nonostante un riferimento ai dipinti in un rapporto del governo del 1953, il loro destino è sconosciuto. Altri manufatti finirono per abbellire le case di alti ufficiali militari statunitensi.

Gli angeli custodi del 1982 sono una vera organizzazione

Quando Nadia viene catapultata nel 1982 nei panni di Nora nella seconda stagione di Russian Doll, riceve aiuto da un angelo custode in più occasioni, da un caso di furto alla sua stessa nascita. The Guardian Angels, tuttavia, è un’organizzazione nella vita reale. Fondata da Curtis Sliwa il 13 febbraio 1979, l’organizzazione è stata progettata per combattere il crimine e la violenza dilaganti che si sono verificati sul sistema della metropolitana di New York City. Con un coinvolgimento minimo da parte della polizia o di istituzioni esterne e senza armi in mano, i Guardian Angels avrebbero cavalcato i binari e pattugliato i binari della metropolitana nei loro iconici berretti rossi, intimidendo coloro che considerano il crimine ed eseguendo occasionali arresti cittadini su coloro che ci hanno provato. Alla fine, l’organizzazione si sarebbe diffusa in oltre 130 città e 13 paesi in tutto il mondo, tra cui Messico, Giappone e Filippine. I Guardian Angels continuano ancora a pattugliare il sistema della metropolitana di New York, sebbene il loro lavoro si sia ampliato per includere programmi educativi e di sensibilizzazione della comunità.

Il CEO di Crazy Eddie è stato davvero condannato per frode

Nella seconda stagione di Russian Doll, una delle prime persone che Nadia incontra è Danny Shaker, uno specialista di Betamax presso Crazy Eddie. Quando Danny chiede a Nadia di predire il suo futuro, lei gli dice: “il tuo capo va via per frode sui titoli”. La predizione di Nadia sarebbe vera; nel 1997, l’ex co-fondatore di Crazy Eddie Eddie Antar è stato condannato a otto anni di carcere con l’accusa di frode federale per i milioni di dollari che aveva accumulato per appropriazione indebita e frode fiscale. Fin dai primi giorni dell’attività, la famiglia Antar si è impegnata in pratiche fraudolente. Falsificazione del reddito per ridurre le tasse, scrematura di denaro dalla parte superiore dei profitti e un’operazione di riciclaggio di denaro nota come Panama Pump hanno contribuito alla fortuna fraudolenta della famiglia. Dopo diversi anni di indagini e procedimenti giudiziari che sono stati ostacolati dalla fuga di Antar in Israele sotto falso nome, Antar si è infine dichiarato colpevole di accuse di frode federale nel 1996. Oltre alla sua pena detentiva, Antar è stato condannato a pagare $ 150 milioni in multe e più di $ 1 miliardo in varie sentenze di cause civili. Nonostante i molteplici tentativi di rilanciare l’attività, il Pazzo Eddie semplicemente non è riuscito a sopravvivere dopo anni di pratiche fraudolente.

C’era davvero un tunnel del muro di Berlino?

Mentre Nadia sta tentando di svelare i segreti nazisti, Alan di Russian Doll viene rimandato indietro nel tempo nella Berlino Est del 1962. Lì scopre che sua nonna, Agnes, una studentessa che studia all’estero dal Ghana, è stata coinvolta in un complotto per scavare un tunnel sotto il muro di Berlino per riunire un tedesco, Lenny, con la sua famiglia. Anche se Alan si rende conto che non saprà mai quale destino attende Lenny dall’altra parte, ci sono molte prove nella vita reale di tunnel sotto il muro di Berlino; almeno 75 di loro, infatti. Un tunnel, chiamato tunnel 57, è stato scavato sotto una panetteria abbandonata nella Germania occidentale da un gruppo di studenti nel 1963, proprio come il gruppo di studenti a cui apparteneva Agnes nella stagione 2 di Russian Doll. Guidato da un civile di 21 anni studente di ingegneria Joachim Neumann, il gruppo ha scavato un tunnel che si estendeva più della lunghezza di un campo da calcio sotterraneo nella Germania dell’Est nell’arco di cinque mesi. Tra il 3 e il 4 ottobre 1964, 57 persone sono state portate alla libertà – dando al tunnel il suo soprannome – e rendendolo la via di fuga di maggior successo nella storia del muro di Berlino. Circa 300 persone sono fuggite dalla Germania dell’Est attraverso il tunnel nel corso di 30 anni, con il Tunnel 57 che ha portato circa un quinto dei fuggitivi totali. Un uomo, una giovane guardia della Germania orientale di nome Egon Schultz, sarebbe morto a causa del fuoco nemico durante la fuga.

.item-num::after { contenuto: “https://www.asiaticafilmmediale.it/”; }

Ultime News

Black Panther 2 Star risponde alle recenti perdite di merchandising di Namor

Tenoch Huerta risponde sfacciatamente alle presunte fughe di immagini di Namor il Sub-Mariner in Black Panther: Wakanda Forever....

The Funny Way Stranger Things Stagione 4 Cast Robert Englund

Avvertimento! Questo articolo contiene spoiler per la stagione 4 di Stranger Things! Il creatore di Stranger Things Matt...

Taika Waititi ha dimenticato il ruolo di Natalie Portman in Star Wars

Lo sceneggiatore e regista di Thor: Love and Thunder, Taika Waititi, ha dimenticato il ruolo di Natalie Portman...

Nova Art immagina Miles Teller di Top Gun 2 nei panni di Richard Rider del MCU

La nuova grafica di Nova mostra come sarebbe la star di Top Gun: Maverick Miles Teller se fosse...

Da Non Perdere

I 30 Migliori Film Horror Da Vedere Assolutamente!

I migliori film horror più spaventosi di tutti i...

Come Disattivare Now TV

Vuoi capire come disattivare Now TV? Potresti non aver...

Ultimi Quiz

Quale Personaggio Della Casa Di Carta Sei?

Uno dei punti di forza delle serie come La Casa di Carta è che mettono insieme un gruppo di...

Che Personaggio Di Stranger Things Sei?

Che Personaggio Di Stranger Things Sei? Sei stato anche tu uno di quelli che, guardando il primissimo episodio di...

Potrebbe anche interessarti...
Articoli selezionati per te