Asiatica Film Mediale

Spiegazione delle regole della sequenza temporale (e dei decessi) di Tales Of The Walking Dead

Spiegazione delle regole della sequenza temporale (e dei decessi) di Tales Of The Walking Dead
Debora

Di Debora

22 Agosto 2022, 03:46


L’episodio 2 di Tales of the Walking Dead è un grande loop temporale, con Blair e Gina bloccati in una ruota di disperazione senza fine. Ecco da dove viene il loop, quali sono le regole e come alla fine la trappola si rompe. Essendo un’antologia composta da storie completamente autonome, Tales of the Walking Dead si discosta dalla formula tipica, ma l’episodio 2 (“Blair/Gina”) si discosta davvero dai sentieri battuti.

Gina (Jillian Bell) è una segretaria longanime sotto il terribile capo Blair (Parker Posey) presso la compagnia di assicurazioni Circle of Trust ad Atlanta, in Georgia. L’anno è il 2010 e i primi rumori di un’imminente apocalisse di zombi stanno diventando di dominio pubblico. Quando il panico si fa sentire, Blair e Gina trovano le loro strade che si incrociano costantemente… ancora e ancora. Questi due nemici giurati scoprono di essere bloccati in un ciclo temporale e cercano incessantemente di liberarsi, morendo in abbondanza lungo la strada.

L’episodio 2 di Tales of the Walking Dead lascia un mistero i dettagli più fini del suo ciclo temporale, ma la storia di Blair e Gina lascia indizi sottili che aiutano a spiegare questo strano fenomeno.

Perché solo Blair e Gina sono a conoscenza del ciclo temporale di The Walking Dead

Il viaggio nel tempo non è la tipica timoneria di The Walking Dead, ed è strano che due dipendenti di una compagnia di assicurazioni siano gli unici personaggi a sapere che si sta effettivamente verificando un loop temporale. Una spiegazione può essere trovata nella scena di apertura dell’episodio 2 di Tales of the Walking Dead, dove una breve inquadratura del monitor del computer di Gina mostra la sua ricerca di folie à deux, un fenomeno per cui due individui condividono la stessa illusione. Gli appunti di Gina menzionano la “psicosi comunicata”, che il paragrafo sottostante descrive come un “partner primario” (Blair) che impone la propria illusione a un “partner secondario” (Gina), che poi fa le proprie aggiunte alla fantasia.

Nella scena finale dell’episodio 2 di Tales of the Walking Dead, Gina presenta la sua teoria del folie à deux a Blair. Crede che tutto nel ciclo 1 fosse reale fino alla stazione di servizio. Presentati con mostri carnivori e senza speranza di sopravvivenza, Blair e Gina hanno iniziato la loro comune allucinazioni: un ciclo temporale che rivive lo stesso scenario fino alla nausea. Sebbene Tales of the Walking Dead non confermi o smentisca mai la teoria di Gina, la “psicosi comunicata” spiegherebbe perché solo Blair è a conoscenza del primo ciclo, poi Gina inizia a ricordare dal secondo. Blair iniziò l’illusione, poi si unì Gina.

Il pubblico può interpretare l’episodio 2 di Tales of the Walking Dead come Gina – completamente fittizio. Un’altra spiegazione potrebbe essere che il loop temporale sia reale, ma la folie à deux tra Blair e Gina (per aver lavorato così a stretto contatto e odiarsi a vicenda) significa che solo loro sono consapevoli del circolo di sfiducia in stile Groundhog Day.

Come funziona Walking Dead Time Loop di Blair e Gina

Il ciclo temporale di Tales of the Walking Dead inizia intorno alle 15:38 presso l’ufficio del Circle of Trust, poco prima che Blair lasci il lavoro per, presumibilmente, l’ultima volta. Da questo momento, ogni volta che Blair e Gina muoiono entrambi, finiscono di nuovo nello stesso posto. Durante il montaggio della morte dell’episodio, una Gina zombificata viene mostrata mentre mangia Blair, dimostrando che il ciclo non si riavvia a meno che entrambi non siano morti. Ogni giro termina con la petroliera dirottata da Gina che esplode in un modo nell’altro e non va mai oltre le 17:00. Blair e Gina ricordano entrambi esattamente cosa è successo durante tutte le linee temporali precedenti.

Tales of the Walking Dead suggerisce che un potere superiore sta cospirando contro i suoi litigiosi protagonisti. Quando Gina cerca di evitare completamente la stazione di servizio, la sua macchina si buca una ruota, spingendo l’infelice segretaria sul suo percorso originale. Che si tratti dell’universo o della folie à deux, Blair e Gina non possono semplicemente evitare lo scenario che si stanno ripetendo.

Non è chiaro quante volte Blair e Gina muoiono. Vengono mostrati per intero cinque loop falliti: uno in cui la petroliera viene colpita accidentalmente, uno in cui Gina fa schiantare la petroliera per evitare Blair, uno in cui Gina viene divorata dall’autista zombi, uno in cui l’autista scappa ma si schianta contro un altro veicolo e uno dove Blair e Gina muoiono separatamente. Vediamo quindi qualcosa come sette loop come parte di un montaggio, di cui due in cui Blair uccide Gina e la suddetta sequenza temporale con lo zombi Gina che mangia Blair. Durante il ciclo finale, Blair menziona che Gina l’ha uccisa “cinque volte”. In totale, quindi, Tales of the Walking Dead brucia attraverso almeno 16 loop, anche se il numero vero potrebbe essere molto più alto.

Come Blair e Gina finalmente rompono il ciclo temporale

Rompere il ciclo temporale degli zombi non significa solo sopravvivere fino alle 17:00 o scegliere la strada giusta come un livello di un videogioco: si tratta di risolvere i rimpianti mentre l’apocalisse chiama.

Il ciclo temporale è finalmente sconfitto perché sia ​​Blair che Gina affrontano i loro difetti di personalità. Negli ultimi due anni, Blair ha affrontato il dolore per la morte di suo padre maltrattando i dipendenti, diventando una narcisista egoista e controllante, incapace di creare legami genuini. Gina, nel frattempo, non ha avuto la sicurezza e la motivazione per prendere il controllo della sua vita. Riprodurre la stessa ora più e più volte consente a entrambe le donne di superare questi difetti e il ciclo temporale si interrompe quando la coppia salva una folla di sopravvissuti inseguiti da un’orda. Blair sacrifica il loro gas per far saltare in aria gli zombi (dimostrando di non essere più egoista) e Gina entra in azione (dimostrando che non è più uno “zerbino”).

La domanda più grande che Tales of the Walking Dead pone è chi o cosa ha messo Blair e Gina in questa prova. Il grande arazzo dell’universo stava cercando di renderli persone migliori? O Blair e Gina sono entrati in una folie à deux per aiutarsi a vicenda a trovare pace e chiusura mentre i loro sé del mondo reale sono morti orribilmente alla stazione di servizio?

Tales of the Walking Dead continua domenica su AMC.


Potrebbe interessarti

Perché il Trono di Spade è più grande e ha molte più spade in House Of The Dragon
Perché il Trono di Spade è più grande e ha molte più spade in House Of The Dragon

AVVERTIMENTO! SPOILER minori in vista dell’episodio 1 di House Of The Dragon! House of the Dragon’s Iron Throne è molto più grande e ha più spade di quelle di Game of Thrones. Come menziona King Viserys I Targaryen (Paddy Considine) nell’episodio 1 di House of the Dragon, il Trono di Spade è il posto più […]

Lo spettacolo DC annullato di Kevin Smith considerava Harrison Ford e Nic Cage
Lo spettacolo DC annullato di Kevin Smith considerava Harrison Ford e Nic Cage

Kevin Smith rivela le stelle che lui e WB volevano per il suo programma televisivo Strane avventure. Nel 2019, la Warner Bros. ha annunciato che il creatore dell’Arrowverse Greg Berlanti stava sviluppando una nuova serie antologica di Strange Adventures per HBO Max, basata sull’omonima serie di fumetti di fantascienza della DC. I dettagli della trama […]