Notizie FilmSpiegazione della fine di tredici vite (in dettaglio)

Spiegazione della fine di tredici vite (in dettaglio)

-


Thirteen Lives di Ron Howard racconta la straziante storia vera di un salvataggio in una grotta del 2018, ma il finale del film spiega il suo vero scopo oltre l’accuratezza dei fatti. Con un cast stellare che include Viggo Mortenson, Colin Farrell e Joel Edgerton nei panni dei subacquei chiamati a recuperare 12 giocatori di calcio e il loro allenatore da un sistema di grotte allagate, Thirteen Lives porta molto talento per rappresentare una storia che ha fatto notizia nel 2018. Tuttavia, con il punto di vista umano del film e la durata estesa di due ore e 30 minuti, alla fine si tratta di qualcosa di più di un audace atto di eroismo.

Il salvataggio di Tham Luang è avvenuto nel 2018, a partire da 12 giocatori di calcio, di età compresa tra 11 e 16 anni, e il loro allenatore di 25 anni che sono entrati nelle grotte il 23 giugno e si sono conclusi quando l’ultimo dei personaggi di Thirteen Lives rimasti bloccati nella vita reale è stato salvato il 10 luglio. A causa dell’invasione della stagione dei monsoni, alluvioni inaspettate hanno intrappolato la squadra a circa due miglia e mezzo dall’imboccatura della grotta, rendendo difficili e imprevedibili i soccorsi tra i passaggi stretti e tortuosi. Alla fine, Rick Stanton e John Volanthen, due speleologi britannici, hanno scoperto la posizione della squadra e, con il supporto dei Thai Navy SEALs, personale militare di Stati Uniti, Cina, Australia e altre nazioni, e centinaia di volontari hanno salvato i ragazzi e i loro allenatore.

Lo sforzo di salvataggio ha provocato due vittime: Saman Kunan, un ex SEAL della marina thailandese è morto durante un’immersione per consegnare rifornimenti; Beirut Pakbara, un altro Navy SEAL thailandese, perse la vita l’anno successivo a causa di un’infezione del sangue contratta durante il salvataggio. Thirteen Lives segue accuratamente la vera storia dell’incidente nella grotta di Tham Luang dall’inizio dell’intrappolamento dei ragazzi attraverso i rischi del salvataggio, inclusa la pressione politica e sociale su Rick (Viggo Mortensen) e John (Colin Farrell) come subacquei con il competenze specifiche per navigare in immersioni in grotta. Dal ritratto del film della tenacia e della speranza del personaggio alla tenuità della vita, ecco spiegato in dettaglio il finale di Thirteen Lives.

Cosa succede nella fine di tredici vite

Il terzo atto di Thirteen Lives si concentra principalmente sul salvataggio della squadra al di là degli sforzi per mitigare le inondazioni che si spostano nella grotta. Dopo aver inizialmente scoperto i ragazzi dall’odore e aver realizzato il pericolo dell’immersione per raggiungerli, Rick e John escogitano un piano per i subacquei per traghettare la squadra indebolita. Tuttavia, a causa della stretta grotta sottomarina che induce il panico (secondo quanto riferito, Colin Farrell ha avuto attacchi di panico durante le riprese), la mancanza di addestramento per i ragazzi e lo stress di intraprendere un’immersione di circa cinque ore, da dove la squadra è bloccata alla grotta bocca, decidono di sedare completamente la squadra e fanno portare fuori ogni ragazzo individualmente dai subacquei. Dopo due giorni di immersioni nella grotta, riescono a salvare l’intera squadra e il loro allenatore ea far uscire gli agenti della Navy SEAL che hanno portato rifornimenti ai ragazzi e sono rimasti con loro.

Perché i Navy SEAL sono rimasti nelle caverne?

Una volta che Rick e John scoprono i ragazzi, una squadra di Navy SEAL thailandesi segue le linee di navigazione che i due sommozzatori britannici si lasciano alle spalle per portare cibo, coperte e un medico ai ragazzi. Prima di partire, Rick avverte loro che dovrebbero cercare di mantenere due terzi della loro scorta d’aria per il viaggio di ritorno (i pericoli di cui Farrell ha discusso con Tom Bateman in un’intervista). Tuttavia, dopo aver combattuto contro le correnti e gli stretti confini, i SEAL si rendono conto che solo uno di loro ha aria sufficiente per fare il viaggio di ritorno in sicurezza, e anche in quel caso, la sua immersione è irta di difficoltà. Sebbene ciò consenta ai SEAL di prendersi cura della squadra indebolita, sono ancora intrappolati come i ragazzi di Thirteen Lives.

Perché Rick, Harry e John hanno tentato un piano di salvataggio in caverna così rischioso?

Uno dei principali conflitti di Thirteen Lives è la difficoltà dell’immersione per raggiungere la squadra e tornare fuori. Ciò è dovuto alla mancanza di visibilità, alle forti correnti e ai confini stretti che rendono il viaggio pericoloso per un subacqueo esperto, per non parlare di un civile che potrebbe non essere in grado di nuotare. Thirteen Lives rende questo punto (di cui Mortenson ed Edgerton hanno discusso nelle interviste) particolarmente chiaro quando Rick e John devono evacuare un meccanico che lavora su una pompa all’interno della grotta quando improvvisamente inizia a allagarsi. Sebbene riescano a salvare il meccanico, va nel panico quando colpiscono un’area particolarmente stretta, colpendo la sua testa sulle rocce e mettendo a rischio la sicurezza di Rick e John mentre lotta. Pertanto, i due uomini concludono che l’unico modo per portare i ragazzi meno esperti fuori dalla grotta in sicurezza è renderli inconsapevoli per il viaggio, nonostante il rischio intrinseco di sedarli per tutta la durata dell’immersione.

Perché i subacquei britannici hanno salvato i ragazzi (non i Navy SEALs)?

Il film è attento a descrivere i Navy SEAL thailandesi come duri e devoti e a ritrarre rispettivamente la popolazione e la cultura locali. Secondo un’intervista con Ron Howard su Thirteen Lives, i Navy SEALS thailandesi non sono riusciti a raggiungere la squadra da soli. Questo lascia Rick e John a reclutare alcuni altri speleologi specializzati per intraprendere il salvataggio, con l’esercito thailandese che supporta attraverso la gestione dell’area di salvataggio e traghettando i ragazzi dalla grotta in un ospedale. Questo perché la navigazione nella grotta di Tham Luang richiede particolari tecniche di respirazione e movimento con cui i SEALS della Royal Thai Navy non hanno familiarità, poiché sono più esperti nei salvataggi in acque libere. Rick e John, nel frattempo, sono specializzati in immersioni in grotta e sono quindi i più adatti per eseguire il salvataggio.

Perché 3 ragazzi e l’allenatore erano “apolidi” in tredici vite?

Durante la preparazione per il salvataggio, la madre di Chai (Pasakorn Hoyhon) chiede di sapere se suo figlio verrà salvato come gli altri ragazzi anche se è “apolide”. Sebbene i film di Ron Howard di solito non includano elementi politici internazionali così specifici, è stato un pezzo critico di Thirteen Lives. In Thailandia c’è un’area che si estende dal paese e comprende parti del Myanmar, Laos e Cina che non ha confini chiari, il che significa che coloro che sono nati lì non appartengono a nessuna nazione. Spesso, coloro che sono considerati “apolidi” sono privati ​​di passaporti, vantaggi e altri diritti fondamentali. Tre dei membri della squadra bloccati e l’assistente allenatore erano apolidi, il che porta alla preoccupazione della madre di Chai che suo figlio sarebbe stato trattato come gli altri, anche nelle terribili circostanze di Tredici vite. Tuttavia, le didascalie dei titoli di coda dettagliavano che a tutti e quattro i membri apolidi del gruppo era stata concessa la cittadinanza thailandese dopo il loro salvataggio.

Il vero significato della fine di tredici vite

Sebbene la trama di Thirteen Lives sia avvincente e straziante, il vero significato del film deriva dall’interazione dei personaggi durante gli ultimi giorni della storia mentre viene rappresentato. Il regista Ron Howard mostra la resilienza e la generosità non solo della popolazione thailandese, ma anche della comunità globale durante la crisi. Dagli agricoltori locali che hanno permesso ai loro campi di allagarsi per deviare l’acqua dalle grotte all’arrivo di squadre di soccorso internazionali per assistere nello sforzo, diversi gruppi che non avrebbero mai interagito si sono riuniti per una causa comune.

Inoltre, comunità e resistenza vanno di pari passo in Thirteen Lives, dal modo in cui l’allenatore di calcio nella vita reale Ekkaphon Chanthawong (Teeradon Supapunpinyo) ispira e calma i ragazzi nelle caverne al modo in cui il monaco buddista Kruba Boonchum (U Gambira) conforta il genitori in lutto della squadra. Anche gli estranei Rick e John trovano un legame con i ragazzi e i loro genitori quando la madre di Chai dà loro le benedizioni di Kruba da indossare e condividere con la squadra. Questa connettività con gli altri è il vero significato di Thirteen Lives, poiché tutti coloro che hanno partecipato al salvataggio nella grotta di Tham Luang sono cambiati dalla capacità che hanno di prendersi cura delle persone che li circondano, anche se quelle persone non sono le loro.

Ultime News

Anne Rice ottiene un altro adattamento televisivo nell’emozionante trailer di Mayfair Witches

Anne Rice ottiene un altro adattamento AMC, come rivelato nel nuovo agghiacciante trailer di Mayfair Witches. Il...

The Midnight Club stagione 2 sta succedendo? Tutte le impostazioni e gli aggiornamenti

Questo articolo contiene spoiler per la stagione 1 di The Midnight Club. Il finale cliffhanger di The Midnight...

Sì, Bronwyn ha appena inserito Gondor negli anelli del potere

Attenzione: spoiler in vista dell'episodio 7 di The Rings of Power Il Signore degli Anelli: The Rings of...

La lama dell’MCU ha già una differenza di potenza rispetto alla versione di Wesley Snipes

Cambiando l'attore di Blade da Wesley Snipes a Mahershala Ali nell'imminente Blade della Marvel, il personaggio avrà probabilmente...

Da Non Perdere

I 30 Migliori Film Horror Da Vedere Assolutamente!

I migliori film horror più spaventosi di tutti i...

Come Disattivare Now TV

Vuoi capire come disattivare Now TV? Potresti non aver...

Ultimi Quiz

Quale Personaggio Della Casa Di Carta Sei?

Uno dei punti di forza delle serie come La Casa di Carta è che mettono insieme un gruppo di...

Che Personaggio Di Stranger Things Sei?

Che Personaggio Di Stranger Things Sei? Sei stato anche tu uno di quelli che, guardando il primissimo episodio di...

Potrebbe anche interessarti...
Articoli selezionati per te