Notizie FilmSpiegazione del finale di Pain Hustlers

Spiegazione del finale di Pain Hustlers

-


Riepilogo

  • Pain Hustlers esplora il costo dell’avidità e il ruolo dell’industria farmaceutica nella crisi del fentanil negli Stati Uniti.
  • Nonostante lo sfondo della crisi degli opioidi sia basato su eventi reali, i personaggi e le aziende in Pain Hustlers sono di finzione, pur prendendo ispirazione da aziende reali come Insys Therapeutics.
  • L’aumento dell’abuso e delle morti nel film è il risultato della corrotta strategia di vendita di Zanna, che coinvolgeva la corruzione di medici e la promozione dell’uso fuori etichetta del farmaco Lonafen.

Avviso: Contiene SPOILER su Pain Hustlers. La conclusione di Pain Hustlers rivela il costo dell’avidità e il ruolo dell’industria farmaceutica nella tragedia della crisi del fentanil negli Stati Uniti. Diretto da David Yates, Pain Hustlers è un’opera originale di Netflix con Emily Blunt e Chris Evans in una storia basata sul libro “The Hard Sell: Crime and Punishment at an Opioid Startup” dello giornalista Evan Hughes, adattato in una sceneggiatura di Wells Tower.

In Pain Hustlers, Liza Drake (Emily Blunt) è una madre in difficoltà che lotta per trovare un impiego stabile per prendersi cura dell’epilessia di sua figlia, quando le viene offerto un lavoro da un rappresentante farmaceutico di Zanna, David Brenner (Chris Evans), per vendere un prodotto a base di fentanil, Lonafen. Liza e David iniziano velocemente a infrangere i confini della legge per vendere Lonafen, ma non passa molto tempo prima che l’intero modello di business di Zanna si basi su attività illegali, incoraggiate dal principale investitore dell’azienda, il dottor Jack Neel (Andy Garcia). Con l’aggravarsi della crisi del fentanil, la coscienza di Liza prende il sopravvento e diventa una testimone per contribuire a distruggere l’intera azienda.

Pain Hustlers è una Storia Vera?

Pain Hustlers si apre con il testo “quello che stai per vedere è ispirato a eventi reali”, ma ciò non significa che tutti i personaggi e gli eventi in Pain Hustlers siano reali. Mentre lo sfondo della crisi degli opioidi e il modo in cui le aziende farmaceutiche spingevano i prodotti a base di fentanil sono generalmente accurati rispetto alla realtà, i personaggi in Pain Hustlers sono tutti di finzione, così come Zanna e la maggior parte dei suoi concorrenti (sebbene vengano menzionate aziende reali come Pfizer). Il fentanil è una droga molto reale, e esiste un farmaco reale per il sollievo dal dolore chiamato Lonafen, anche se non ha alcuna somiglianza con il Lonafen di finzione in Pain Hustlers.

L’azienda descritta nel libro di Evan Hughes, “The Hard Sell: Crime and Punishment at an Opioid Startup”, è Insys Therapeutics, e il loro prodotto era un liquido a base di fentanil sublinguale (sotto la lingua), chiamato Subsys, proprio come il Lonafen di Pain Hustlers. Il fondatore di Insys, John Kapoor, ha una storia molto simile a quella del dottor Jack Neel in Pain Hustlers, e il loro modello di business, la corruzione di medici per prescrivere Subsys ai pazienti, era praticamente identico alla strategia di Zanna per vendere Lonafen in Pain Hustlers.

Molti altri aspetti di Zanna in Pain Hustlers sono tratti direttamente da Insys, comprese feste nei locali notturni e regali costosi ai medici come bistecche. Perfino il rap ridicolo eseguito da David Brenner di Chris Evans durante la riunione delle vendite è ispirato direttamente a un video reale simile, parzialmente mostrato alla fine di Pain Hustlers, con rappresentanti delle vendite vestiti che fanno rap su dosi e profitti derivati dall’aumento della dose. Come con Zanna alla fine di Pain Hustlers, Insys Therapeutics è stata alla fine smascherata quando un rappresentante delle vendite, Maria Guzman, è diventata una testimone, anche se la storia di Liza Drake è altrimenti significativamente diversa da quella di Guzman.

Come ha Pagato Liza l’Intervento Chirurgico di Phoebe?

Liza stava quasi per smettere di vendere Lonafen prima di effettuare la sua prima vendita perché era stata rifiutata da tutti i medici nella sua lista e voleva trovare un ambiente più stabile per Phoebe (Chloe Coleman) dopo che questa aveva avuto una crisi epilettica. Il medico spiega che Phoebe potrebbe aver bisogno di un intervento chirurgico per risolvere le crisi. Un metodo prevede l’apertura di una parte del cranio per rimuovere l'”malformazione artero-venosa” (AVM) come se si facesse una pallina di melone. La seconda opzione è molto meno invasiva e meno rischiosa e prevede l’accesso tramite il naso senza aprire il cranio o spostare il cervello. Purtroppo, la seconda opzione non è coperta da Medicaid.

Dopo che Liza riesce a convincere medici come il Dottor Nathan Lydell (Brian d’Arcy James) a prescrivere Lonafen, guadagna abbastanza soldi per permettersi uno stile di vita molto più agiato con una casa costosa, abiti di lusso, macchine eleganti e una scuola costosa per Phoebe. Purtroppo, quando si scopre che Phoebe ha ancora bisogno dell’intervento chirurgico, Liza non ha abbastanza soldi per pagarlo perché l’assicurazione continua a non coprirlo, non ha abbastanza risparmi, non può accedere alle sue azioni aziendali fino a quando non acquisiscono valore dopo un anno di permanenza in azienda, e le viene negato un prestito perché l’industria farmaceutica è troppo volatile.

Liza alla fine cerca di chiedere l’aiuto del dottor Neel per pagare l’intervento chirurgico, ma lui le dice che la condizione di Phoebe potrebbe essere un “regalo segreto” e che dovrebbe sfruttare la situazione per motivarsi a vendere di più. Non viene espresso esplicitamente nel dialogo, ma l’incisione visibile sul lato della testa di Phoebe durante il recupero dall’intervento chirurgico conferma che alla fine ha fatto l’intervento più rischioso e invasivo. Nonostante il maggiore rischio, sembra riprendersi bene, il che significa che la partecipazione di Liza alla corruzione di Zanna non ha avuto alcun impatto sull’intervento chirurgico di sua figlia alla fine della giornata.

Perché i Pazienti di Lonafen Hanno Iniziato a Morire?

All’inizio del film, David Brenner cita lo “studio di Hartigan della Mass General” che pone il rischio di dipendenza o overdose di Lonafen al di sotto dell’1%. Lo studio di Hartigan è completamente di finzione, ma alla fine del film, Elliot Hartigan, l’autore di finzione dello studio, spiega che lo studio si riferiva solo a dosi clinicamente controllate somministrate a pazienti terminali di cancro allo stadio 4 resistenti agli oppiacei. In quel contesto, il rischio di effetti avversi da overdose è praticamente eliminato, e molti dei pazienti sono morti di cancro prima che si manifestassero effetti collaterali a lungo termine.

La strategia di vendita di Zanna inizialmente seguiva una struttura simile allo studio di Hartigan, quindi l’aumento dell’abuso, delle overdose e delle morti è iniziato solo quando l’azienda ha iniziato a corrompere i medici per prescrivere Lonafen “fuori etichetta” a pazienti non affetti da cancro e ha incentivato l’aumento delle dosi. Non è chiaro se esista uno studio reale equivalente, sebbene il modo in cui Zanna abusa dello studio di Hartigan in Pain Hustlers sia simile all’abuso nella realtà degli studi scientifici per distorcere o manipolare i risultati.

Perché le Email di Jackie sono state Decisive per la Distruttione di Jack e Zanna

Dopo aver avvicinato inizialmente il procuratore distrettuale della Florida per denunciare le pratiche commerciali corrotte di Zanna, Liza afferma che sarebbe quasi impossibile implicare il dottor Jack Neel nel sistema di corruzione perché non utilizza email, smartphone o permette la presenza di dispositivi elettronici vicino a sé. L’unico modo in cui si potrebbe suggerire che lui fosse al corrente del sistema di corruzione sarebbe attraverso dei promemoria che dà a David Brenner, ma quando Liza cerca di rubare la copia dei promemoria di David, viene scoperta.

Tuttavia, nonostante la paranoia e le misure di sicurezza di Jack per evitare la creazione di una prova scritta, la breve relazione romantica con la madre di Liza, Jackie Drake (Catherine O’Hara), ha involontariamente dimostrato che Jack era pienamente consapevole (e coinvolto) nella corruzione di Zanna. Jackie ha provato a inviare un’email a Jack per sfruttare la loro relazione e ottenere migliori trattamenti e maggiori commissioni. Nelle email, ha esplicitamente menzionato gli importi dei pagamenti e ha utilizzato la parola “denaro della corruzione”, quindi, sebbene Jack alla fine non abbia accettato nessuna delle richieste di Jackie (e, anzi, ha detto a Liza di licenziarla), le email hanno provato che la sua difesa legale secondo cui non aveva conoscenza o coinvolgimento nelle decisioni commerciali di Zanna era una bugia.

Finale e Messaggio di Pain Hustlers Spiegati

Liza ha informato il procuratore distrettuale della Florida sulla corruzione di Zanna, ha rivelato l’intero sistema di corruzione e ha fornito le prove necessarie per condannare vari dirigenti, incluso un anno di prigione per l’ex CEO Eric Paley (Amit Shah), tre anni per il CEO David Brenner, cinque anni e mezzo per il dottor Jack Neel e un anno e tre mesi per Liza Drake. Sebbene il procuratore distrettuale abbia raccomandato di non condannare Liza a una pena detentiva a causa del suo fondamentale coinvolgimento nel caso e della chiara manifestazione di rimorso, il giudice ha comunque condannato Liza a una pena detentiva a causa del vero dolore e della sofferenza causati dal suo ruolo nelle dipendenze e nelle morti causate dalla promozione da parte di Zanna di un prodotto a base di fentanil.

La fine di Pain Hustlers mostra Liza e Jackie che vendono il prodotto per la cura della pelle di Jackie con molti ex rappresentanti di Zanna assunti da Liza. Liza la fantastica occasionalmente sui soldi, il successo e il potere che aveva quando lavorava per Zanna, ma dice che la sensazione è così bella che la spaventa. In molti modi, la sua fine somiglia a quella di un tossicodipendente in recupero, ma invece di fentanil, un oppiaceo o altre droghe, Liza sperimenta il ritiro dal potere e dall’avidità della sua vecchia vita.

Erica
Erica
Sono Erica, una donna di mezza età per metà italiana e metà americana, appassionata di cinema americano. Scrivo articoli per Asiatica Film Mediale, ma il mio segreto è che amo scrivere anche poesie. I miei film preferiti sono Il Padrino, Schindler's List e Inception, e un aneddoto che mi riguarda è quando, da piccola, ho visto Jurassic Park al cinema e non ho smesso di urlare fino alla fine del film!

Ultime News

Un altro isekai arriverà con The New Gate

Nel sito ufficiale dell'adattamento anime delle light novel scritte da Shinogi Kazanami e illustrate da Makai no Juumin,...

“Migliore… che ho mai visto”: Steven Spielberg recensisce “La zona di interesse” di A24.

Riassunto Spielberg esalta The Zone of Interest come il miglior film sull'Olocausto dopo Schindler's List, lodandone l'impatto...

Come l’accordo di Tom Cruise con Warner Bros. potrebbe rappresentare una significativa svolta di carriera per l’attore.

RIASSUNTO Recentemente, Tom Cruise si è incontrato con gli esecutivi della Warner Bros. per discutere di possibili...

Probabilità di una seconda stagione di Criminal Record ricevono un attento aggiornamento dall’EP.

Riassunto Criminal Record la prima stagione è terminata il 21 febbraio su Apple TV+. I produttori esecutivi Elaine Collins...

Da Non Perdere

I 30 Migliori Film Horror Da Vedere Assolutamente!

Avventuratevi nel cuore pulsante dell'orrore con la nostra raccolta...

Come Disattivare Now TV

Vuoi capire come disattivare Now TV? Potresti non aver...

Ultimi Quiz

Quale Personaggio Della Casa Di Carta Sei?

Uno dei punti di forza delle serie come La Casa di Carta è che mettono insieme un gruppo di...

Che Personaggio Di Stranger Things Sei?

Che Personaggio Di Stranger Things Sei? Sei stato anche tu uno di quelli che, guardando il primissimo episodio di...

Potrebbe anche interessarti...
Articoli selezionati per te