Notizie Serie TVSpiegazione del finale della sesta stagione di Better Call...

Spiegazione del finale della sesta stagione di Better Call Saul (in dettaglio)

-


Il finale della sesta stagione di Better Call Saul ci ha sconvolto, ora è il momento di restituire il favore. Ecco una spiegazione completa della chiamata alla ribalta di James Morgan McGill. Quando Bob Odenkirk ha varcato per la prima volta la porta della stanza degli interrogatori di Badger nella seconda stagione di Breaking Bad, pochi avrebbero potuto immaginare che Saul Goodman, quasi un decennio dopo, avrebbe coronato una serie prequel di enorme successo. Better Call Saul si è più che guadagnato il suo posto accanto a Breaking Bad come peso massimo televisivo e ha quasi perfezionato l’arte dello spinoff. Purtroppo, tutte le cose belle devono finire, e quel momento arriva in “Saul Gone” della sesta stagione di Better Call Saul.

In precedenza, nella sesta stagione di Better Call Saul, Jimmy McGill ha commesso l’errore fatale di diventare avido. Nonostante abbia iniziato con successo una nuova vita come “Gene Takavic” a Omaha, Jimmy non ha potuto resistere al richiamo della criminalità ed è stato colto alla sprovvista da Marion (Carol Burnett), che ha prontamente informato le autorità che il complice di Heisenberg era nella sua cucina. In Florida, nel frattempo, la nuova vita torrida di Kim Wexler è stata sconvolta da una telefonata a sorpresa di Jimmy, che l’ha spinta a confessare, firmando una confessione completa sulla truffa di Howard Hamlin e sul loro ruolo nel suo omicidio.

Il finale della serie di Better Call Saul inizia con Jimmy in fuga, che traccia un’ultima offerta per la libertà e tutti i colpi di scena che seguono. Lungo la strada, una serie di flashback di momenti invisibili di Better Call Saul e Breaking Bad spiegano le decisioni di Jimmy nel presente. Quando tutto è stato detto e fatto, la leggenda di Jimmy McGill è finalmente attratta da una fine definitiva che occupa l’amaro finale del dolce-amaro. Ecco come si snoda il finale della sesta stagione di Better Call Saul.

Perché Jimmy chiede a Mike e Walt di una macchina del tempo

L’ultimo episodio di Better Call Saul include una serie di flashback: uno con Jonathan Banks nei panni di Mike Ehrmantraut durante l’episodio “Bagman” della quinta stagione, uno con Bryan Cranston nei panni di Walter White durante “Granite State” di Breaking Bad e uno con Michael McKean nei panni di Chuck McGill poco prima dell’inizio di Better Call Saul. Tutti e tre sono collegati dal tema generale del rimpianto e ricordano un easter egg della premiere della sesta stagione di Better Call Saul.

Il primo fantasma di criminali del passato di Jimmy è Mike. Per ammazzare il tempo mentre attraversano il deserto, l’avvocato chiede cosa cambierebbe Mike se avesse una macchina del tempo. Dopo aver inizialmente scelto una data nel 2001 (presumibilmente quando suo figlio Matty è morto), Mike decide di accettare per la prima volta una tangente. Avrebbe stroncato la sua vena scura sul nascere. Matty è morto dopo aver accettato con riluttanza una tangente della polizia su consiglio di suo padre, quindi Mike crede che se non fosse mai stato sporco lui stesso, suo figlio sarebbe ancora vivo. In un secondo flashback, Jimmy pone la stessa domanda a Walter White, che cita l’abbandono di Grey Matter come il suo più grande rimpianto – una risposta tipicamente egocentrica che parla della sua brama di grandezza e gloria.

In entrambe le scene, le risposte di Jimmy sono prive di significato. Dice a Mike che userebbe una macchina del tempo per investire in Berkshire Hathaway e diventare un miliardario, e racconta a Walt di essersi infortunato al ginocchio durante una truffa “scivolata e caduta”. Inutile dire che entrambi stanno solo deviando Jimmy, e il suo vero rimpianto è nascosto nella stessa domanda sulla “macchina del tempo”. Durante la sesta stagione di Better Call Saul, una copia di The Time Machine di HG Wells è stata mostrata in possesso di Jimmy e il finale rivela che originariamente apparteneva a suo fratello, Chuck. Il vero momento in cui Jimmy McGill desidera cambiare è rovinare la carriera di suo fratello nella terza stagione di Better Call Saul, l’atto che ha portato Chuck a togliersi la vita.

Spiegazione del patteggiamento di Saul Goodman

Dopo essere scappato dalla casa di Marion e aver afferrato la sua preziosa scatola da scarpe, Jimmy McGill si nasconde in un cassonetto. Lo sguardo verso i suoi diamanti e il biglietto da visita dello Scomparso suggeriscono che stia pianificando l’ennesima estrazione, ma la polizia lo raggiunge prima che ne abbia l’opportunità. Languindo nella sua cella di detenzione, i graffiti incisi con la scritta “MY LAWYR WILL REAM UR ASS” accendono un classico schema di Saul Goodman nella mente di Jimmy. Telefona al vecchio amico avvocato Bill Oakley, che Francesca ha rivelato che ora stava lavorando come avvocato difensore all’inizio della sesta stagione di Better Call Saul.

In sostanza, Jimmy intende disputare una sentenza ridicolmente leggera sfruttando la sua conoscenza del sistema giudiziario. Sa che è richiesta una sola sentenza della giuria a favore della difesa e offre alla squadra dell’accusa un’anteprima della sua performance “Anche io sono stata una vittima”. Questo si dimostra abbastanza per seminare dubbi nella mente dell’accusa sul fatto che possano ottenere la condanna, dando a Jimmy la leva per negoziare un accordo in base al quale si dichiara colpevole (rinunciando alla necessità di un processo) in cambio di una comoda sentenza. Preda anche della minaccia di porre fine al record impeccabile del procuratore capo George Castellano e riduce l’ergastolo a sette anni in una prigione di sua scelta.

Perché il cameo Marie Schrader di Betsy Brandt è così importante

Mentre Bryan Cranston e Aaron Paul sono stati confermati in anticipo, il finale della sesta stagione di Better Call Saul presenta un cameo a sorpresa di Betsy Brandt nei panni di Marie Schrader. Come vedova di un agente della DEA morto inseguendo Heisenberg e le sue coorti, Marie può osservare l’incontro della sentenza di Jimmy McGill, ma il prigioniero si impegna a invitare la moglie di Hank nella stanza. È probabile che Jimmy invii un messaggio all’accusa: “Se posso guardare direttamente negli occhi di una vedova e mentire tra i denti, probabilmente posso convincere almeno un giurato che sto dicendo la verità”.

Il cameo di Better Call Saul di Betsy Brand rende la morte di Hank un affare ancora più grande, mostrando come le ramificazioni dell’episodio “Ozymandias” di Breaking Bad si fanno ancora sentire, rendendo anche giustizia a coloro che sono sopravvissuti. Jimmy, mentre esegue il suo atto da vittima in faccia a Marie, mostra poi quanto sia moralmente sprofondato mentre il finale di Better Call Saul incombe, preparando bene l’eventuale redenzione…

Perché Jimmy finalmente confessa in tribunale

Jimmy McGill compie un miracolo negoziando una condanna a sette anni, ma qualcosa gli fa cambiare idea, e quando Saul Goodman finalmente riesce ad andare in tribunale, butta via tutto versando le sue viscere in una scena di confessione scioccante.

La redenzione di Saul Goodman inizia provvisoriamente quando sente che Kim Wexler è stato pulito, ma solo durante il volo in aereo per il New Mexico Jimmy decide di dire la verità lui stesso. Attraverso Bill, Jimmy viene a sapere che Kim non solo ha firmato una dichiarazione giurata sull’incidente di Howard Hamlin, ma ha mostrato tale dichiarazione giurata alla vedova di Howard, aprendosi a un mondo di contenzioso civile. L’altruismo di Kim è il momento di cui aveva bisogno Jimmy McGill e si rende conto che è giunto il momento di purificare la propria anima. Poiché Jimmy vuole che Kim veda che si sta assumendo le responsabilità, scende dall’aereo e racconta all’accusa un sacco di nuove bugie fuori dallo schermo sul coinvolgimento di Kim nella truffa di Howard. Questo attira Kim in aula, dove Jimmy intende revocare pienamente quelle accuse. Aveva solo bisogno che lei fosse lì, e incriminarla brevemente era l’unico modo.

Quando Kim ha lasciato Jimmy in “Fun & Games” della sesta stagione di Better Call Saul, ha sottolineato come si incoraggiassero a vicenda i lati oscuri. Sebbene sia difficile non essere d’accordo, Kim, che ispira Jimmy a dire la verità nel finale di Better Call Saul, dimostra che sono anche in grado di far emergere la bontà l’uno dell’altro.

Jimmy McGill uccide Saul Goodman nel finale di Better Call Saul

L’uomo che entra in tribunale è Saul Goodman, completo di abito sgargiante, spavalderia arrogante e nome ridicolo. Tutto questo pomposo spettacolo è progettato per dare a Saul Goodman un ultimo ballo in tribunale. Ad ogni confessione che fa, una parte di Saul muore e una parte di Jimmy viene reclamata, finché solo quest’ultimo si presenta davanti alla corte. C’è un momento vitale nel finale di Better Call Saul quando Jimmy mette a nudo il suo coinvolgimento con Heisenberg, poi torna verso Kim per l’approvazione. Rimane impassibile e Jimmy si rende conto che non è andato abbastanza lontano. Tornando sul podio della corte, l’ex avvocato incarcerato scava in profondità e sgobba il suo più profondo rimpianto: un trauma che Jimmy non ha mai affrontato adeguatamente da quando è accaduto nella terza stagione di Better Call Saul: costringere Chuck a togliersi la vita.

Dopo aver messo sul tavolo fino all’ultimo peccato, Jimmy corregge il giudice quando si riferisce a lui come “Saul Goodman”, confermando che il suo alter ego criminale è ora morto per sempre e collegandosi al titolo finale della serie Better Call Saul, “Saul Gone. ” Quando questa volta guarda Kim, la sua espressione si è ammorbidita, mostrando un misto di orgoglio e sollievo per il fatto che Jimmy McGill è ora un uomo senza scheletri che intasano il suo armadio mentale.

Better Call Saul di Kim Wexler sta finendo felice?

Quando Better Call Saul ha rivelato il destino di Kim dopo Breaking Bad, non è stato bello. Un lavoro noioso che non sfrutta il suo straordinario talento, un partner per cui mostra a malapena alcun interesse e un insolito rifiuto di prendere decisioni o scelte per se stessa. La vita di Kim è ancora piuttosto brutta nel finale di stagione di Better Call Saul, poiché una scena della pausa pranzo dimostra che non sa nemmeno scegliere tra Red Lobster e Topkapi, ma Vince Gilligan e Peter Gould intrecciano un barlume di speranza nel finale di Kim’s Better Call Saul, mentre fa volontariato in una clinica legale gratuita.

I servizi forniti qui sono molto simili al lavoro pro bono di Kim della prima stagione di Better Call Saul – offrendo assistenza legale a coloro che non possono permetterselo – e rivendicare questo aspetto della sua vecchia vita rappresenta Kim che fa il primo passo fuori da lei solco attuale. Forse riconnettersi con il suo primo amore (la legge) finirà per convincere la vecchia personalità di Kim a tornare in superficie, ripristinare la sua fiducia e portare a un cambiamento di carriera lungo la linea.

Il destino di Kim non è felice nel senso tradizionale, ma il suo nuovo lavoro consente al pubblico di immaginare che le cose possano migliorare. Anche il finale della sesta stagione di Better Call Saul non conferma se Kim venga ancora citato in giudizio da Cheryl Hamlin. La reclusione di Jimmy potrebbe risparmiare alla sua ex moglie una costosa causa legale, e quando Kim compare nella scena finale di Better Call Saul dopo aver evidentemente viaggiato lontano per l’occasione, di certo non sembra a corto di soldi, ma Jimmy non può contraddire la sua dichiarazione giurata. ex firmato. La confessione di Jimmy è stata ispirata da Kim; non si trattava di salvare Kim, dal momento che questo avrebbe annullato il suo stesso arco di redenzione (confermato da Peter Gould di Better Call Saul tramite Rolling Stone). Kim viene ancora punita per la sua trasgressione Better Call Saul… ma ci sono punti positivi da trovare.

Spiegazione del destino finale di Jimmy McGill

Poiché Jimmy McGill ha deciso di trasformare la sua udienza in tribunale in una sessione di terapia, l’accordo che ha escogitato diventa obsoleto. Invece di sette anni a giocare a golf, Jimmy ottiene 86 anni a Montrose, che è proprio la prigione che ha detto di non volere durante la trattativa iniziale con l’accusa. Proprio come il finale di Kim, tuttavia, ci sono barlumi di luce che fanno capolino nel grigio del futuro di Jimmy.

La prigione non è un posto divertente per un ex avvocato dell’accusa, ma per un ex avvocato difensore che ha raggiunto la fama liberando i criminali dai guai, non è poi così male. A causa della sua reputazione di difendere i criminali e del rispetto guadagnato grazie ai suoi successi con Heisenberg, Jimmy McGill viene immediatamente accettato dai suoi compagni di reclusione… anche se non riesce a sfuggire all’ombra di Saul.

Ancora meglio, la confessione di Jimmy in tribunale ha sanato il cattivo sangue tra lui e Kim. In visita con la scusa del suo avvocato, Kim riesce a condividere una sigaretta e una conversazione con il suo ex marito, seppellendo l’ascia di guerra dopo sei anni di acrimonia. Kim e Jimmy non sono tornati insieme, e la coppia di star di Better Call Saul probabilmente non si rivedrà mai più, ma due piccoli dettagli confermano che la relazione tra Kim e Jimmy è almeno aggiustata. In primo luogo, la sigaretta brucia a colori anziché in bianco e nero, dimostrando che l’oscurità della linea temporale di Gene sta iniziando a diminuire. In secondo luogo, quando Jimmy dà a Kim le vecchie dita della pistola mentre lascia la prigione, lei crea sottilmente una forma di pistola con le sue stesse mani.

Better Call Saul lascia il pubblico a supporre che Jimmy McGill trascorra il resto della sua vita in carcere e che l’ultima scena di Kim che se ne va rappresenti l’ultima volta che si vedranno. Anche se non è certo la conclusione più edificante, Jimmy muore da uomo onesto. Nelle parole di suo fratello, Chuck, durante il flashback finale della serie di Better Call Saul, “Non c’è vergogna nel tornare indietro e cambiare strada”.

Ultime News

Perché Hocus Pocus 2 non può copiare i cameo del romanzo sequel

Non si sa molto sulla trama di Hocus Pocus 2 prima della sua uscita, ma il film non...

Star Wars potrebbe finalmente rispondere al mistero di Big Yaddle del prequel

Sin dalla sua introduzione in The Phantom Menace, il destino del Maestro Jedi Yaddle è stato avvolto nel...

Il creatore di Andor spiega perché sembra diverso dagli altri spettacoli di Star Wars

Andor è stato recentemente presentato in anteprima su Disney+, offrendo agli spettatori un nuovo mondo visivamente sbalorditivo, e...

Rings Of Power Star sul perché la scena di Galadriel e Halbrand è così importante

Avvertimento: SPOILER in vista dell'episodio 5 de Il Signore degli Anelli: Gli anelli del potere. La star di...

Da Non Perdere

I 30 Migliori Film Horror Da Vedere Assolutamente!

I migliori film horror più spaventosi di tutti i...

Come Disattivare Now TV

Vuoi capire come disattivare Now TV? Potresti non aver...

Ultimi Quiz

Quale Personaggio Della Casa Di Carta Sei?

Uno dei punti di forza delle serie come La Casa di Carta è che mettono insieme un gruppo di...

Che Personaggio Di Stranger Things Sei?

Che Personaggio Di Stranger Things Sei? Sei stato anche tu uno di quelli che, guardando il primissimo episodio di...

Potrebbe anche interessarti...
Articoli selezionati per te