Notizie FilmSpiegazione del finale della ragazza più fortunata al mondo...

Spiegazione del finale della ragazza più fortunata al mondo (in dettaglio)

-


Il finale di La ragazza più fortunata del mondo porta una conclusione soddisfacente al turbolento viaggio del suo personaggio principale attraverso il trauma. Adattato dal romanzo d’esordio di Jessica Knoll, La ragazza più fortunata del mondo è incentrato sulla narrazione di Ani (interpretata da Mila Kunis di Ted), una giornalista di New York, la cui vita si consuma sotto il peso del trauma passato. Mentre svela la narrativa di Ani, La ragazza più fortunata del mondo avvolge intenzionalmente molti elementi del suo passato nel mistero e rivela solo invenzioni dell’evento traumatico che modella la sua realtà presente.

Questi elementi si uniscono tutti verso la fine, quando la ragazza più fortunata del mondo rivela finalmente perché Ani si sforza incredibilmente di creare un regalo perfetto e ben controllato per se stessa. L’atto finale la costringe a distruggere questa facciata di perfezione e le dà un nuovo senso dell’orientamento che è molto più appagante e liberatorio della sua precedente vita guidata dal trauma. Ani affronta una prova del fuoco per tutta la durata del thriller psicologico Netflix, ma alla fine acquisisce il coraggio e la volontà di superare il suo passato e fare provviste per un futuro migliore.

La narrativa di La ragazza più fortunata del mondo è semplice, ma i flashback di Ani sono presentati intenzionalmente come pezzi di un grande puzzle che si allineano solo verso la fine del film. Anche se questo crea abbastanza intrighi e suspense da tenerti agganciato, rende alcuni aspetti della trama di Ani un po’ complessi. Con questo in mente, ecco una ripartizione dettagliata del finale di La ragazza più fortunata del mondo e tutti i momenti chiave che lo portano.

Spiegazione dei flashback traumatici di Ani

La ragazza più fortunata del mondo va avanti e indietro tra le linee temporali presenti e passate di Ani per evidenziare come continua a rivivere il suo trauma, mentre cerca di sopprimere i suoi ricordi per avere il pieno controllo sulla sua vita. Il suo passato finalmente la raggiunge quando un regista indipendente di documentari sul vero crimine le chiede di raccontare una sparatoria in una scuola a cui è sopravvissuta da adolescente e di spiegare perché è stata accusata di essere complice della sparatoria. Quando Ani inizia gradualmente ad affrontare il suo passato, piccoli frammenti della sua storia passata rivelano che un paio di giorni prima della sparatoria a scuola, è stata aggredita sessualmente da tre ragazzi a una festa durante il suo secondo anno. Quando ha provato ad aprirsi alle autorità della scuola, è stata messa a tacere poiché uno dei ragazzi, Dean, apparteneva a una famiglia potente. Ani ha anche provato a parlarne a sua madre, ma con suo sgomento, anche sua madre ha chiuso un occhio e l’ha invece incolpata.

Dopo essersi sentiti frustrati per la politica ingiusta che divide gli studenti della loro scuola, due ragazzi – uno dei quali è l’amico di Ani, Arthur (interpretato da Thomas Barbusca della prima stagione di The Mick) – orchestrano una sparatoria a scuola. Due dei tre ragazzi, che avevano precedentemente violentato Ani, vengono uccisi durante la sparatoria. Come ultimo chiodo nella bara per il suo piano, Arthur spara a Dean a una gamba e chiede ad Ani di vendicarsi finendo il lavoro. Tuttavia, per quanto Ani odi Dean, non è in grado di farlo e invece accoltella Arthur. Anche se Ani gli salva letteralmente la vita, Dean sostiene una narrazione in cui Ani era presumibilmente una complice nella sparatoria a scuola. Così facendo, evita di essere accusato di averla violentata e guadagna anche la simpatia di tutti per il suo infortunio alla gamba durato tutta la vita. A causa di questa esperienza traumatica, il personaggio di Mila Kunis cambia il suo nome da TifAni in Ani per assumere una nuova identità, fino a quando il suo passato non torna a perseguitarla.

Come nota a margine, il film è in parte basato sulla vera storia dell’autrice del materiale originale, Jessica Knoll (tramite il NY Times). L’autore inizialmente ha scritto la storia del libro come un racconto di fantasia senza rivelare la verità che l’ha ispirato. Nel 2016, ha rivelato che il ritratto dello stupro di gruppo nel suo romanzo era basato sulla sua esperienza al liceo, quando è stata aggredita da tre ragazzi a una festa. “Voglio che le persone si sentano in grado di parlarne, come se non dovessero vergognarsene”, ha citato in un’intervista, sottolineando il motivo per cui si è aperta sulla realtà degli elementi più oscuri del suo romanzo.

Ani ha detto la verità sulla sparatoria a scuola?

Per molto tempo, Ani evita le domande sulla sparatoria a scuola e non affronta mai la falsa narrativa di Dean. Tuttavia, quando la sua vita inizia a perdere il controllo, decide di sfatare tutte le bugie che Dean (interpretato da Alex Barone del cast di Hulu’s Dopesick) ha venduto per anni. Dean la ricatta affermando che se lei riprende la sua dichiarazione di averlo accusato di stupro, negherà il suo coinvolgimento nella sparatoria a scuola. Dean non si rende conto che Ani è arrivata preparata e ha registrato la loro conversazione. Alla fine, difendendo se stessa, Ani usa la registrazione per dimostrare che sta dicendo la verità sulla sparatoria a scuola e sulle sue esperienze traumatiche che l’hanno portata. In questo modo, non solo rafforza se stessa, ma trova anche la voce giusta per autorizzare gli altri che stanno lottando a dire le loro “verità”.

Perché Ani finalmente affronta Dean

La paura di essere incolpata e calpestata impedisce ad Ani di dire la sua verità. Quando si rende conto che sua madre, Dina (interpretata da Connie Britton del cast di Promising Young Woman), non è dalla sua parte e il suo insegnante, Andrew, è stato espulso solo per averla supportata, nasconde ulteriormente la verità e tiene tutto per sé. Col tempo, si condiziona a non parlarne anche se il suo trauma continua a riaffiorare e a ricordarle il passato. Anche quando Dean si presenta durante la sua intervista con il vero regista del crimine, lei scappa invece di affrontarlo.

Un momento decisivo che fa ripensare ad Ani le sue decisioni di vita è quando incontra l’insegnante di scuola superiore che l’ha sostenuta. Sebbene interagiscano brevemente, Ani dice con orgoglio ad Andrew (interpretato da Scoot McNairy del cast di Netflix’s Blonde) di aver ottenuto un lavoro al New York Times, ma nel profondo capisce che potrebbe non accettare mai il lavoro a meno che non cambi certi le cose. Con il suo passato che la sta rapidamente raggiungendo, Ani si rende conto che può riprendere il controllo della sua vita solo affrontando il suo trauma invece di scappare da esso. Questo la incoraggia non solo a schierarsi con Dean, ma anche a smascherarlo.

Perché Ani rompe con Luke

Per quanto Ani voglia stare con Luke, rompere con lui diventa la sua unica scelta quando lui le impedisce di ricominciare da capo. Quasi per tutta la sua vita, vive all’ombra delle narrazioni e delle decisioni di altre persone su ciò che dovrebbe fare. Quando Luke (interpretato da Finn Wittrock dal cast di Deep Water) e la sua famiglia sembrano avere un problema con la sua apertura sul suo passato straziante e il suo impatto traumatico sulla sua vita, decide di porre fine alla sua relazione con Luke e sceglie di rimanere a New York. York City a scrivere per il New York Times invece di trasferirsi a Londra con lui. Così facendo, chiude completamente un lungo capitolo sconvolgente della sua vita e ne innesca uno nuovo alle sue condizioni.

Cosa significa per Ani il finale della ragazza più fortunata del mondo

Il diploma di Ani dalla scrittura di contenuti sessualmente attraenti per un pubblico maschile alla scrittura della propria storia sul New York Times funge da punto di svolta nel suo rito di passaggio. Dimostra che ha fatto molta strada dall’essere la persona piacevole che era una volta e ora tiene le proprie decisioni al di sopra di quelle di tutti gli altri. Ciò è ulteriormente cementato nella scena finale in cui una donna attacca Ani (interpretata da Mila Kunis di That ’90s Show) affermando che la sua storia non le dà altro che “quindici minuti di fama”, ma lei mantiene con orgoglio la sua posizione invece di permetterle di zittila.

Il finale di La ragazza più fortunata del mondo stabilisce che, dopo aver deciso di non mantenere segreta la sua storia, Ani ha finalmente aperto la strada a se stessa per guarire e ha trovato un nuovo scopo da scrivere per coloro che si sentono messi a tacere come lei. Come rivelato dall’autrice di Lucky Girl Alive Jessica Knoll (tramite EW), il finale del film è in qualche modo meta, nel senso che anche se racconta la storia di un personaggio immaginario, non è molto lontano dalle sue esperienze di vita reale. Proprio come Ani, anche Jessica Knoll ha ricevuto reazioni incoraggianti da molte donne dopo aver pubblicato il suo libro e il suo saggio.

Ultime News

La star della seconda stagione di Loki prende in giro la storia post-TVA di Ravonna

La star della seconda stagione di Loki, Gugu Mbatha-Raw, anticipa cosa ci aspetta per il suo personaggio Ravonna...

Il finale del 1899 ha fatto sì che una stella prendesse a pugni il marito quando l’ha letta

Attenzione: questo post contiene spoiler per la prima stagione del 1899. L'attore Gabby Wong di Yuk Je rivela...

Il fan poster di Crystal Lake immagina il Jason del prequel di venerdì 13

Un poster di un fan di Crystal Lake ritrae l'iconico venerdì 13 slasher, Jason Voorhees, come se stesso...

Joker 2 Art immagina il costume da Harley Quinn di Lady Gaga

La fan art di Joker: Folie à Deux crea un rendering di Lady Gaga nei panni di Harley...

Da Non Perdere

I 30 Migliori Film Horror Da Vedere Assolutamente!

I migliori film horror più spaventosi di tutti i...

Come Disattivare Now TV

Vuoi capire come disattivare Now TV? Potresti non aver...

Ultimi Quiz

Quale Personaggio Della Casa Di Carta Sei?

Uno dei punti di forza delle serie come La Casa di Carta è che mettono insieme un gruppo di...

Che Personaggio Di Stranger Things Sei?

Che Personaggio Di Stranger Things Sei? Sei stato anche tu uno di quelli che, guardando il primissimo episodio di...

Potrebbe anche interessarti...
Articoli selezionati per te