Notizie FilmSpider-Man: No Way Home Gli scrittori spiegano perché il...

Spider-Man: No Way Home Gli scrittori spiegano perché il terzo atto è stato complicato

-


ATTENZIONE: questo articolo contiene spoiler per Spider-Man: No Way Home

Gli autori di Spider-Man: No Way Home hanno condiviso alcuni dettagli su come hanno realizzato il terzo atto e tutte le difficoltà che ne sono derivate. Chris McKenna ed Erik Sommers sono stati profondamente coinvolti nella creazione del MCU da quando sono stati chiamati a riscrivere Spider-Man: Homecoming del 2017. I due hanno anche scritto la sceneggiatura di Ant-Man and the Wasp, Spider-Man: Far From Home, e più recentemente hanno partecipato al mega evento che è stato il terzo film di Spidey da solista di Tom Holland.

Lavorare su Spider-Man: No Way Home non è stato un lavoro facile, poiché gli sceneggiatori hanno dovuto creare sia un finale per la trilogia di Spider-Man MCU, creare un nuovo status quo per il lanciatore di ragnatele che andava avanti e unire lo Spider-Man. L’uomo del MCU con i personaggi dei precedenti franchise di film di Spider-Man. Mentre una critica comune alle produzioni dei Marvel Studios è stata un terzo atto che tende a presentare una lunga battaglia in CGI, il culmine di Spider-Man: No Way Home è stato un momento clou per il pubblico che ha avuto la possibilità di vedere tre versioni di Spider -L’uomo si scontra con i cattivi del passato Green Goblin, Electro, Sandman e The Lizard. Combina questo con le principali ramificazioni per Peter Parker in futuro, e Spider-Man: No Way Home ha molti pezzi commoventi che si rivelerebbero sicuramente molto difficili da inchiodare.

In una recente intervista con The Wrap, McKenna e Sommers hanno analizzato le difficoltà nella realizzazione del terzo atto di Spider-Man: No Way Home. Il duo spiega il processo organico di come ogni decisione presa ha informato la successiva e che hanno sempre messo al primo posto i viaggi dei personaggi se qualcosa fosse “cool”, anche se questo li ha comunque informati. McKenna e Sommers hanno anche parlato di come stavano ancora lavorando al film fino a novembre e dicembre durante le riprese del film. Leggi i loro commenti completi sull’intervista di seguito:

Sommers: Beh, i terzi atti sono tradizionalmente complicati, perché sappiamo che comporterà una grande sequenza d’azione e sappiamo che stiamo portando tutto al termine e quindi è sempre una sfida. Questo non era diverso, tranne per il fatto che direi che nel complesso il grado di difficoltà era più alto in questo film perché avevamo più pezzi commoventi, avevamo tutti questi altri personaggi… Ci lavoravamo sempre e fino al giorno in cui lo stiamo girando, ci stiamo lavorando. Sono solo così felice che sia andata così.

McKenna: Sì, abbiamo avuto le parti in movimento di, ovviamente… Abbiamo iniziato davvero ad appoggiarci all’idea che Goblin fosse il nostro cattivo principale. E la morte di May è qualcosa che si è evoluto come qualcosa… Ma era anche, avevamo queste due cose, avevamo l’incantesimo e avevamo questa scatola magica, e sapevamo di avere queste due cose. È stato durante la produzione che stavamo scrivendo documenti su cosa faceva l’incantesimo, cosa faceva la scatola. Penso fosse novembre dell’anno scorso, eravamo io e Erik a lavorare su questo documento mentre stavamo facendo le pagine quotidiane, mentre giravamo, cercando davvero di affinare cosa fa l’incantesimo, cosa fa la scatola? Come chiariamo queste cose?…

Sommers: Quando stai affrontando un Atto 3, idealmente hai impostato molte cose e devi ripagarle e portarle alla fine e tutto il resto. Stai cercando di raccontare la storia migliore, quindi tutto deve essere al servizio di quella. Ecco perché continuiamo a lavorare su queste cose: non è solo perché “Oh, questa sarà la cosa visiva più bella”. Sono tutte considerazioni, ovviamente. Sempre. Ma è tutto al servizio del personaggio e del viaggio di Peter Parker. Questa è la tua stella polare, ed è questo che ti guida. E quindi, quando continuiamo a lavorare su queste cose è solo perché vogliamo assicurarci di avere il finale più soddisfacente dell’Atto 3 di questo film che conclude tutte queste cose nel modo più soddisfacente ed eccitante, ma è tutto al servizio di raccontare la storia di Peter Parker, e quindi questo è il processo di perfezionamento che avviene sempre.

Spider-Man: No Way Home ha dovuto superare molti ostacoli durante la produzione. L’uscita del film era originariamente prevista dopo Doctor Strange in the Multiverse of Madness. Tuttavia, quando quel film è stato posticipato a una fase successiva nella Fase 4 della Marvel, gli sceneggiatori hanno dovuto rielaborare rapidamente la sceneggiatura, incluso l’abbandono del personaggio dell’esordiente MCU America Chavez. Questo cambiamento ha portato gli sceneggiatori a dover riorganizzare il ritorno di Friendly Neighborhood Spider-Man di Tobey Maguire e Amazing Spider-Man di Andrew Garfield, che si sarebbero uniti al film a dicembre 2020, due mesi dopo l’inizio delle riprese.

Nonostante tutti i cambiamenti che hanno afflitto il film MCU, il prodotto finito ha dato i suoi frutti. Spider-Man: No Way Home è stato un enorme successo sia di critica che di pubblico, e di recente ha superato Titanic come il sesto film con il maggior incasso di sempre al botteghino nazionale. Con il capo della Marvel Kevin Feige che ha recentemente confermato che lo sviluppo è effettivamente iniziato su Spider-Man 4 del MCU, è certamente probabile che Sony e Marvel Studios elaboreranno un accordo per consolidare il ritorno di Holland nei panni di Peter Parker. McKenna e Sommers potrebbero tornare per realizzare il quarto film e forse coinvolgere il cattivo Kraven the Hunter, come volevano negli ultimi due film di Spider-Man. Oppure, il duo potrebbe allontanarsi completamente da Spider-Man e un nuovo gruppo di sceneggiatori potrebbe affrontare il webhead per le sue avventure in età universitaria, segnando un inizio completamente nuovo per il personaggio. Ad ogni modo, basato sul finale di Spider-Man: No Way Home, un nuovo inizio è esattamente ciò che Peter avrà.

Fonte: L’involucro

Date di uscita chiave Doctor Strange in the Multiverse of Madness (2022)Data di uscita: 06 maggio 2022 Thor: Love and Thunder (2022)Data di uscita: 08 luglio 2022 Black Panther: Wakanda Forever/Black Panther 2 (2022)Data di uscita: 11 novembre 2022 The Marvels/Captain Marvel 2 (2023) Data di uscita: 17 febbraio 2023 Guardiani della Galassia Vol. 3 (2023) Data di uscita: 05 maggio 2023 Ant-Man and the Wasp: Quantumania (2023) Data di uscita: 28 luglio 2023

Ultime News

Joyce e Hopper finalmente ottengono il loro primo appuntamento nel fumetto di Stranger Things

Mentre gli spettatori aspettano la quinta stagione di Stranger Things, un fumetto creato dai fan immagina il primo...

Perché Jon Hamm non ha esitato a prendere il ruolo di damigelle d’onore

Oltre un decennio dopo aver ottenuto recensioni entusiastiche, Jon Hamm si apre sul motivo per cui ha accettato...

La scena della riunione dei fantasmi della Force di Obi-Wan e Qui-Gon ha fatto piangere Liam Neeson

L'attore di Qui-Gon Jinn, Liam Neeson, riflette sul suo ritorno nell'universo di Star Wars e rivela che il...

Henry Cavill diventa Captain Britain nella straordinaria fan art del MCU

Mentre il suo futuro nel DC Extended Universe rimane in gran parte sconosciuto, Henry Cavill è immaginato come...

Da Non Perdere

I 30 Migliori Film Horror Da Vedere Assolutamente!

I migliori film horror più spaventosi di tutti i...

Come Disattivare Now TV

Vuoi capire come disattivare Now TV? Potresti non aver...

Ultimi Quiz

Quale Personaggio Della Casa Di Carta Sei?

Uno dei punti di forza delle serie come La Casa di Carta è che mettono insieme un gruppo di...

Che Personaggio Di Stranger Things Sei?

Che Personaggio Di Stranger Things Sei? Sei stato anche tu uno di quelli che, guardando il primissimo episodio di...

Potrebbe anche interessarti...
Articoli selezionati per te