Asiatica Film Mediale

Solo i Sith potrebbero sopravvivere al New Force Monster di Star Wars

Solo i Sith potrebbero sopravvivere al New Force Monster di Star Wars
Erica

Di Erica

12 Ottobre 2022, 18:40


Star Wars ha introdotto un predatore della Forza così orribile che solo i Sith potrebbero sopravvivere. L’iniziativa transmediale più audace di Lucasfilm Publishing fino ad oggi, Star Wars: The High Republic, ha introdotto un predatore della Forza chiamato Nameless (a volte chiamato anche Levelers). Queste creature mostruose danno la caccia alla Forza e banchettano con i sensibili alla Forza, attirando fuori da loro i midi-chlorian e riducendoli a mutanti senza vita e calcificati. Sono incredibilmente sensibili alla minima fluttuazione della Forza, e nel romanzo Path of Deceit di Justina Ireland un Senza Nome può percepire la presenza di una reliquia della Forza e si aggira attorno ad essa avidamente.

Solo un gruppo della Forza potrebbe sopravvivere all’Innominato; i Sith, che avevano imparato a nascondere la propria presenza della Forza. Come si è visto nella trilogia prequel, Palpatine è stato in grado di diminuire così tanto la sua presenza della Forza in modo da poter stare fianco a fianco con i Maestri Jedi più abili, senza che loro percepissero che qualcosa non andava. Incredibilmente, il romanzo di EK Johnston Queen’s Shadow ha rivelato che Palpatine ha persino usato il lato oscuro nel Tempio Jedi, sicuro di non poter essere rilevato. Non sembrano esserci dubbi, quindi, che le misteriose tecniche della Forza impiegate dai Sith potrebbero consentire loro di nascondersi dall’Innominato.

I Sith hanno creato l’Innominato?

Questo, naturalmente, porta alla possibilità che i Sith abbiano effettivamente creato il Senza Nome. Path of Deceit li descrive come “innaturali”, ricordando l’affermazione di Palpatine in Star Wars: Episodio III – La vendetta dei Sith secondo cui il lato oscuro è un percorso verso molti poteri che altri considererebbero innaturali. Gli antichi Sith sapevano certamente come mutare la vita per creare creature orribili come i Tirra’Taka trovati sul pianeta natale del Conte Dooku, Serenno. Ma è dubbio che i Sith vorrebbero fare molto uso di predatori della Forza come i Livellatori, perché la loro presenza ha un effetto dannoso sulla Forza stessa; in Path of Deceit, un Cavaliere Jedi è stato in grado di percepire un vuoto nella Forza in cui un Senza Nome si era nutrito di uno dei suoi compagni Jedi. I Sith cercano di dominare la Forza, non di distruggerla, quindi il Senza Nome sarebbe un po’ troppo potente.

I Sith potrebbero ancora usare l’Innominato

Path of Deceit è ambientato 350 anni prima degli eventi di Star Wars: Episodio I – La minaccia fantasma e ha rivelato un culto della Forza chiamato Path of the Open Hand. Credono che la Forza non dovrebbe essere usata e il loro leader – un presunto “profeta” chiamato Madre – cerca di usare l’Innominato per distruggere i sensibili alla Forza per prevenire il loro “abuso” della Forza. Ci sono sinistri indizi che la Madre sia in realtà essa stessa sensibile alla Forza, perché la sua stessa presenza sembra costringere gli altri a obbedirle – un potere inquietante della Forza radicato nel lato oscuro. I Senza Nome, tuttavia, non reagiscono alla Madre; se è davvero sensibile alla Forza, allora sa come nascondersi nella Forza, aumentando la possibilità che sia il Signore dei Sith dell’era dell’Alta Repubblica.

I Jedi saranno costretti a fare di tutto per sconfiggere l’Innominato. Sono stati menzionati per la prima volta nel romanzo di Claudia Gray Master & Apprentice, che ha rivelato che sono citati nelle profezie Jedi che predicono anche la venuta del Prescelto. “Solo attraverso il sacrificio di molti Jedi l’Ordine purificherà il peccato commesso all’Innominato”, si legge nella profezia, suggerendo che le azioni dei Jedi contro l’Innominato sono una delle ragioni principali per cui la Forza ha perso l’equilibrio. Se questa è davvero una trama Sith, allora mostra come la galassia di Star Wars abbia iniziato a inclinarsi verso il lato oscuro.


Potrebbe interessarti

Joy Luck Club 2 in sviluppo quasi 30 anni dopo il primo film
Joy Luck Club 2 in sviluppo quasi 30 anni dopo il primo film

Trent’anni dopo la sua uscita originale, l’iconico film asiatico-americano The Joy Luck Club ha ora un sequel in fase di sviluppo. Il Joy Luck Club iniziò la sua vita nel 1989 come un romanzo scritto dall’autrice di The Kitchen God’s Wife Amy Tan. La storia, che è una serie di brevi vignette, segue il Joy […]

La scienza reale non può rovinare Top Gun: Maverick (scusa, Neil DeGrasse Tyson)
La scienza reale non può rovinare Top Gun: Maverick (scusa, Neil DeGrasse Tyson)

Nonostante la chiamata di Neil DeGrasse Tyson da Top Gun: la cattiva scienza di Maverick, non rovina il film. Top Gun: Maverick, il sequel di Top Gun del 1986, vede il Pete “Maverick” Mitchell di Tom Cruise tornare alla scuola di piloti di caccia della Marina per preparare una nuova generazione di aviatori per la […]