Notizie Serie TVSì, Andor è politico: questo è il punto centrale...

Sì, Andor è politico: questo è il punto centrale di Star Wars

-


Questo articolo contiene spoiler per gli episodi 1-3 di Andor. Lo show televisivo Andor Disney+ è una delle storie più esplicitamente politiche di Star Wars fino ad oggi. Gli ultimi anni hanno visto Star Wars trasformarsi in un franchise transmediale pionieristico, in gran parte grazie al successo dei suoi programmi TV Disney+ dal vivo. La prima stagione di The Mandalorian è stata lanciata insieme al servizio di streaming e da allora ci sono stati un susseguirsi di successi, tra cui la recente serie Obi-Wan Kenobi ambientata durante i tempi bui del regno dell’Impero. L’ultima offerta, Andor, si sta rivelando la più attuale e politicamente carica fino ad oggi.

Un prequel di Rogue One: A Star Wars Story, Andor è interpretato da Diego Luna mentre riprende il ruolo della spietata spia ribelle Cassian Andor. Gli episodi 1-3 di Andor sono una sorta di storia delle origini, che rivela i suoi inizi segreti nel remoto Rim World di Kenari prima di esplorare la sua vita nella Corporate Zone. Lo spettacolo è oscuro e grintoso, con lo showrunner Tony Gilroy che si impegna a fondo per renderlo il più realistico e realistico possibile. Andor sembra la prossima evoluzione di Star Wars, con molte meno uova di Pasqua di quelle a cui sono abituati i fan più accaniti e una dipendenza da una narrazione e una caratterizzazione più profonde che è piacevole da vedere.

Naturalmente, una tale evoluzione si sta rivelando divisiva. Ciò è particolarmente vero perché, sebbene Star Wars sia sempre stato politico, Andor non cerca nemmeno di nascondere le sue opinioni. Inoltre, questa volta la politica non è quella degli anni ’70: lo spettacolo è aperto e critico nella sua discussione sul mondo moderno. Tuttavia, questi temi non solo aiutano lo spettacolo a sembrare tempestivo, ma probabilmente rendono la narrazione ancora più impattante e riconoscibile per un pubblico contemporaneo. Questa caratteristica aiuta a spiegare perché Star Wars continua a riscuotere un successo così duraturo, perché le sue idee sono applicabili al mondo in cui abita il suo pubblico.

Andor è uno spettacolo di Star Wars con la politica moderna (e va bene)

L’ultimo programma televisivo di Star Wars di Disney+ è stato chiaramente pubblicizzato sulla sua politica. Secondo l’attrice Fiona Shaw (che interpreta la madre adottiva di Andor, Maarva Andor), la sceneggiatura di Gilroy è “un grande, scurrile [take] sul mondo trumpiano.” Come ha spiegato in un’intervista con Empire Magazine, “Il nostro mondo sta esplodendo in posti diversi in questo momento, i diritti delle persone stanno scomparendo e Andor lo riflette. [In the show] l’Impero sta prendendo il sopravvento e sembra che la stessa cosa stia accadendo anche nella realtà”.

Andor vede il trumpismo come una forma di fascismo invadente incentrato sul conformismo e sul controllo, e lo ottiene guardandolo da una certa distanza. I primi tre episodi sono ambientati lontano dalla famosa città-pianeta di Star Wars, Coruscant, in una regione dello spazio dove le corporazioni governano e hanno un certo grado di indipendenza. Anche qui c’è una tensione inquieta; questa indipendenza è consentita solo fintanto che le corporazioni impongono lo stesso tipo di “ordine” su cui insiste l’Impero. Gli ufficiali della sicurezza aziendale potrebbero non sembrare degli assaltatori, ma le loro uniformi sono progettate per ridurre l’individualità e mostrano il tipo di atteggiamenti fascisti esibiti dall’Impero. Il commento sul desiderio di controllo del fascismo a volte è sottile, come in una scena in cui un soldato si lamenta del fatto che le costruzioni su Ferrix non sono rigidamente controllate. Questo settore dello spazio è quello in cui il capitalismo e il fascismo si sono fusi insieme.

Andor fa un ulteriore passo avanti, tuttavia, nella sua rappresentazione della sicurezza aziendale. Gli eventi iniziano quando Cassian Andor di Diego Luna viene avvicinato da due agenti corrotti del CorSec, in una scena che ricorda la brutalità della polizia nel mondo reale. I primi cattivi non sono ufficiali imperiali, quindi, ma poliziotti corrotti che non possono sopportare che il loro potere sia stato contrastato. Questi ufficiali corrotti sono i responsabili dell’attuazione dell’imperialismo invadente di Andor e credono che non si possa resistere. Quando i cittadini di Ferrix promettono una resa dei conti, è difficile non pensare che questo sia un commento sul movimento Black Lives Matter o sulle proteste di Sarah Everard nel Regno Unito

La maggior parte degli spettacoli di Star Wars si concentra sulle uova di Pasqua, usandole per fare appello alla nostalgia e riaccendere le emozioni che gli spettatori hanno provato quando hanno visto film o programmi TV precedenti. Per quanto divertente possa essere stato Obi-Wan Kenobi, il suo tema centrale era la preparazione di una rivincita che il pubblico non vedeva dai tempi di Star Wars: Episodio III – La vendetta dei Sith. Sebbene ci siano state idee e concetti politici, spesso sono stati sottili e di solito sono muti. Andor è diverso; dà a Star Wars sia una voce che qualcosa da dire. È un approccio piacevolmente audace, perfettamente adatto a una storia ambientata nei tempi bui.

Star Wars è sempre stato politico (basta chiedere a George Lucas)

Questo approccio è, naturalmente, piuttosto controverso. George Lucas probabilmente ne sarebbe orgoglioso, però, perché in verità Star Wars di Lucas è sempre stato molto più apertamente politico. Lucas è stato ispirato dagli eventi del mondo reale della guerra del Vietnam, ed è degno di nota il fatto che anche allora immaginasse gli Stati Uniti come la superpotenza tecnologicamente avanzata e i Viet Cong come la coraggiosa Alleanza Ribelle. Questo tema divenne più esplicito in Il ritorno dello Jedi, con gli Ewok che usarono con successo tattiche di guerriglia contro l’Impero. L’imperatore stesso non fu ispirato da Hitler o Bonaparte, ma piuttosto da Richard Nixon. Nel 1981, è noto che a Lucas fu chiesto se l’imperatore fosse un Jedi caduto. “No, era un politico”, ha risposto Lucas, “Richard M. Nixon era il suo nome. Ha sovvertito il senato e alla fine ha preso il potere ed è diventato un ragazzo imperiale ed era davvero malvagio. Ma ha finto di essere davvero un bravo ragazzo. “

Il fascino di Lucas per la politica e la storia è diventato ancora più evidente nella trilogia prequel, iniziata con un crawl di apertura che discuteva delle rotte commerciali. Nei prequel di Lucas, la caduta della Repubblica è stata celebrata dalle messe; “Quindi è così che muore la libertà”, ha osservato Padmé Amidala, “con fragorosi applausi”. Per Lucas, il fascismo dell’Impero iniziò originariamente con il populismo, con una popolazione stanca che si era disimpegnata dalla democrazia e desiderava ardentemente un leader forte che la sostenesse contro una galassia pericolosa. Sembra probabile che Lucas collegherebbe questi temi a Donald Trump e al suo movimento, dato che il celebre regista è stato consulente per una pubblicità anti-Trump che è stata pubblicata negli stati chiave del campo di battaglia nel 2016.

In termini tematici, quindi, Andor non è una versione di Star Wars con una nuova voce politica; piuttosto, è uno che ha riacquistato la voce che aveva sempre avuto in primo luogo. Lucas ha sempre immaginato Star Wars sia come antifascista che antipopulista, e la sceneggiatura di Tony Gilroy segue gli stessi ritmi della storia. Lucas è stato notoriamente deluso dalla trilogia del sequel della Disney, ma è probabile che sarebbe molto meno critico nei confronti di Andor.

Andor pubblica nuovi episodi mercoledì su Disney+.

Ultime News

Jason Segel farebbe un cameo in How I Met Your Father, se richiesto

I cameo di How I Met Your Father potrebbero continuare, poiché Jason Segel conferma che sarebbe disposto a...

Secondo quanto riferito, il creatore di Arrowverse ha ridotto il coinvolgimento di DC

Secondo quanto riferito, il creatore di Arrowverse, Greg Berlanti, sta cercando di ridurre il suo coinvolgimento in DC....

Nicole Kidman e Maya Erskine adattano il libro The Perfect Nanny per HBO

Nicole Kidman e Maya Erskine reciteranno nell'adattamento della HBO del libro francese The Perfect Nanny. Scritto da...

Che malattia ha Frank in The Last Of Us?

Avvertimento! Questo episodio contiene importanti spoiler per l'episodio 3 di The Last of Us. L'episodio 3 di...

Da Non Perdere

I 30 Migliori Film Horror Da Vedere Assolutamente!

I migliori film horror più spaventosi di tutti i...

Come Disattivare Now TV

Vuoi capire come disattivare Now TV? Potresti non aver...

Ultimi Quiz

Quale Personaggio Della Casa Di Carta Sei?

Uno dei punti di forza delle serie come La Casa di Carta è che mettono insieme un gruppo di...

Che Personaggio Di Stranger Things Sei?

Che Personaggio Di Stranger Things Sei? Sei stato anche tu uno di quelli che, guardando il primissimo episodio di...

Potrebbe anche interessarti...
Articoli selezionati per te