Asiatica Film Mediale

She-Hulk Star risponde al contraccolpo CGI e difende gli artisti Marvel VFX

She-Hulk Star risponde al contraccolpo CGI e difende gli artisti Marvel VFX
Debora

Di Debora

05 Agosto 2022, 03:28


La star di She-Hulk: Attorney At Law, Tatiana Maslany, affronta il contraccolpo della CGI della serie Disney+ e difende gli artisti degli effetti visivi della Marvel. Il prossimo spettacolo del Marvel Cinematic Universe è stato creato e scritto principalmente da Jessica Gao di Ricky e Morty con Kat Coiro di Marry Me alla guida del team di regia. Lo spettacolo segue la star di Orphan Black nei panni di Jennifer Walters, un avvocato specializzato in casi che coinvolgono superumani che diventa il supereroe verde di 6 piedi e 7 pollici noto come She-Hulk dopo aver accidentalmente contaminato il sangue con suo cugino, Bruce Banner (Mark Ruffalo ).

Con Maslany e Ruffalo alla guida del cast di She-Hulk, la serie vede anche Jameela Jamil nel ruolo del cattivo Titania, Ginger Gonzaga nel ruolo della migliore amica di Jennifer, Renée Elise Goldsberry nel ruolo di un collega avvocato, Tim Roth nel ruolo di Emil Blonsky/Abomination, Benedict Wong nel ruolo di Wong, e Charlie Cox nel ruolo di Matt Murdock/Daredevil. Il primo trailer di She-Hulk è stato accolto con una buona quantità di critiche per quella che molti consideravano una CGI non convincente per la sua eroina titolare, anche se i trailer successivi sembravano apportare lievi miglioramenti. Tuttavia, la CGI di She-Hulk continua a ricevere risultati contrastanti anche mentre la serie si avvicina alla sua prima.

Durante un pannello virtuale per il tour stampa estivo del TCA (tramite Variety), la protagonista, la scrittrice e il regista di She-Hulk si sono espressi in difesa della CGI dello show Marvel, che è stata oggetto di critiche. Maslany, Gao e Coiro hanno anche difeso gli stessi artisti degli effetti visivi della Marvel tra le accuse di cattive condizioni di lavoro. Leggi cosa hanno detto di seguito:

Maslany: Mi sento incredibilmente, tipo, deferente al talento di questi artisti e alla velocità con cui devono lavorare, ovviamente, molto più veloce di quanto probabilmente dovrebbe essere dato loro, in termini di come sfornare queste cose. Penso che dobbiamo essere super coscienti di come le condizioni di lavoro non siano sempre ottimali e che hanno fatto questi incredibili passi avanti in questo settore. Lo guardo e non sembra un filmato di un videogioco. Posso vedere i pensieri del personaggio. Mi sento molto in soggezione per quello che fanno.

Gao: È terribile che molti artisti si sentano affrettati e sentano che il carico di lavoro è troppo massiccio. Voglio dire, penso che tutti in questo panel siano solidali con tutti i lavoratori e siano favorevoli a condizioni di lavoro molto buone.

Coiro: Non siamo dietro le quinte in queste lunghe notti e giorni. Se sentono pressione, stiamo con loro e li ascoltiamo. Penso che ciò abbia a che fare con la convinzione della nostra cultura nella loro proprietà dei corpi delle donne. Si parla molto del suo tipo di corporatura. L’abbiamo basata molto sugli atleti olimpici, non sui bodybuilder, ma penso che se fossimo andati dall’altra parte, ci troveremmo di fronte alla stessa critica. Penso che sia molto difficile vincere quando crei i corpi delle donne.

I commenti di Maslany, Gao e Coiro arrivano non solo quando She-Hulk sta affrontando un contraccolpo per la sua discutibile CGI, ma durante un periodo in cui più artisti di effetti visivi parlano delle cattive condizioni di lavoro sui progetti prodotti dai Marvel Studios. Il mese scorso, l’ex artista degli effetti visivi Dhruv Govil si è aperto su Twitter e ha rivelato che lavorare sugli spettacoli Marvel “è ciò che ha spinto [him] di lasciare l’industria degli effetti visivi”, affermando di aver assistito a “colleghi che crollano dopo essere stati sovraccarichi di lavoro”. Govil è solo uno dei tanti artisti di effetti visivi che hanno recentemente parlato delle cattive condizioni di lavoro perpetuate dai Marvel Studios

Gli artisti degli effetti visivi sono spesso gli eroi sconosciuti dei film di successo della Marvel e degli spettacoli in streaming su Disney+, quindi è scoraggiante sentire queste accuse dai dipendenti. Tuttavia, è anche rassicurante vedere il volto di She-Hulk, Maslany, insieme al capo sceneggiatore e regista dello show, uscire in difesa di coloro che sono spesso trascurati. Ciò significa che forse si potrebbe fare qualcosa al riguardo. Una volta migliorate le condizioni di lavoro, è probabile che ciò a sua volta migliorerebbe la qualità del lavoro VFX prodotto. L’intera portata del lavoro sugli effetti visivi di She-Hulk verrà rivelata quando la serie verrà presentata in anteprima tra un paio di settimane, e quindi il pubblico potrà formarsi le proprie opinioni complete.

She-Hulk: Attorney at Law debutterà giovedì 18 agosto su Disney+.

Fonte: varietà

Date di rilascio chiave

  • Black Panther: Wakanda Forever (2022)Data di uscita: 11 novembre 2022
  • Ant-Man and the Wasp: Quantumania (2023)Data di uscita: 17 febbraio 2023
  • Guardiani della Galassia Vol. 3 (2023) Data di uscita: 05 maggio 2023
  • The Marvels/Captain Marvel 2 (2023)Data di uscita: 28 luglio 2023
  • The Blade (2023) Data di uscita: 03 novembre 2023
  • Captain America: New World Order (2024) Data di uscita: 03 maggio 2024
  • Marvel’s Thunderbolts (2024) Data di uscita: 26 luglio 2024
  • I Fantastici Quattro (2024) Data di uscita: 08 novembre 2024
  • Avengers: The Kang Dynasty (2025)Data di uscita: 02 maggio 2025
  • Avengers: Secret Wars (2025)Data di uscita: 07 novembre 2025


Potrebbe interessarti

Possibile 24 Revival affrontato dal produttore
Possibile 24 Revival affrontato dal produttore

Il pubblico non è l’unico a sperare in un possibile revival del 24 poiché anche il produttore Jon Cassar esprime il suo interesse per il ritorno dello spettacolo. Creata da Joel Surnow e Robert Cochran, la serie drammatica d’azione ruotava attorno a Jack Bauer, un agente che lavora per l’Unità antiterrorismo mentre si trova ad […]

Bob Odenkirk CGI ha perso 14 anni per assomigliare al giovane Jimmy McGill/Saul Goodman
Bob Odenkirk CGI ha perso 14 anni per assomigliare al giovane Jimmy McGill/Saul Goodman

Il personaggio di Better Call Saul di Bob Odenkirk, Saul Goodman/Jimmy McGill, riceve un trattamento antietà di 14 anni in un nuovissimo video VFX. La serie prequel/spin-off di Breaking Bad è stata presentata per la prima volta nel 2015. La storia di Better Call Saul è ambientata principalmente nei primi anni 2000 ad Albuquerque, nel […]