Asiatica Film Mediale

Serena si sente dispiaciuta per quello che ha fatto? L’attore di Handmaid’s Tale risponde

Serena si sente dispiaciuta per quello che ha fatto?  L’attore di Handmaid’s Tale risponde
Debora

Di Debora

19 Ottobre 2022, 20:28


Yvonne Strahovski spiega le motivazioni del suo personaggio in The Handmaid’s Tale stagione 5, episodio 7. Strahovski interpreta Serena Joy Waterford nella serie come una degli antagonisti del personaggio di Elizabeth Moss, June, durante tutte e cinque le stagioni. The Handmaid’s Tale è un adattamento dell’omonimo romanzo di Margaret Atwood del 1983.

The Handmaid’s Tale racconta la storia di giugno, chiamata “Offred”, dopo che un regime totalitario è salito al potere, spogliando le donne delle classi inferiori di tutta la loro autonomia e riducendole a schiave fertili per la classe superiore. June viene collocata in una casa come “ancella” del capitano Waterford, la cui moglie Serena è invidiosa e violenta verso il fertile giugno. Nell’ultimo episodio della quinta stagione dello show, le cose hanno preso una svolta quando Serena e June erano in fuga insieme, costrette a legarsi mentre Serena incinta va in travaglio, con June al suo fianco che assiste nel parto. Tuttavia, le autorità di Galaad sono già state informate da Luke, il marito di June, su dove si trovi Serena. Quando viene catturato, il bambino di Serena le viene portato via.

Yvonne Strahovski condivide la sua opinione sulla trasformazione interiore di Serena durante l’ultimo episodio. In un’intervista con Entertainment Weekly, Strahovski ha riflettuto sul viaggio emotivo del suo personaggio durante la serie e non è convinta che il suo personaggio avrebbe fatto qualcosa di diverso, anche dopo gli eventi devastanti dell’ultimo episodio di Handmaid’s Tale.

Penso che sia dispiaciuta perché ora si è trovata nella situazione e perché sta iniziando ad avere un assaggio della sua stessa medicina e desidera disperatamente tenere il suo bambino. Non sono sicuro che lei, ripensando al suo viaggio, cambierebbe necessariamente molto delle scelte che ha fatto. Penso che si senta abbastanza giustificata nella maggior parte di essi, anche quelli terribili, i mostruosi, perché penso che Serena si sia sempre vista come una persona che deve anche sopravvivere e che ha tratto il meglio da una situazione terribile per se stessa. E non riesce davvero a vedere al di fuori del suo tipo di colpa narcisistica, immagino. Penso che quando dice “mi dispiace” e “non sono degno di essere salvato”, penso che sia più autocommiserazione in questa posta in gioco così alta. È in un fienile, fa un freddo gelido e non c’è nessun posto dove andare. Non sono sicuro che se si fosse davvero seduta e avesse pensato alla situazione, [that she’d be] veramente dispiaciuto e pieno di rimorsi per l’altra persona. Penso che questo riguardi più lei che l’altra persona, purtroppo. Vorrei avere notizie migliori per tutti, ma non è così, non è una mia convinzione. [Laughs]

Come il tempo di Serena con i Wheelers ha cambiato la prospettiva del racconto della sua ancella

Nonostante i dubbi di Strahovski sul rimorso di Serena, il personaggio malvagio ha visto una certa evoluzione durante la quinta stagione di The Handmaid’s Tale con l’avvento di molti cambiamenti significativi. Con la storia di questa stagione ambientata principalmente a Toronto piuttosto che nell’immaginario e distopico Gilead, Serena è ospitata da The Wheelers mentre è di stanza in Canada per aiutare a far crescere il movimento Gilead. Le cose iniziano a cambiare, tuttavia, quando i Wheeler diventano ossessionati dalla gravidanza miracolosa di Serena e diventano sempre più controllanti. Il pubblico ha potuto vedere Serena in una posizione vulnerabile poiché questa famiglia l’ha sopraffatta in un paese in cui non deteneva alcun potere e senza suo marito a proteggerla. Mentre Strahovski insiste che il tratto “narcisistico” di Serena le impedisce di provare genuino rammarico per il trattamento passato riservato a June e ad altre “ancelle” di Elizabeth Moss, è difficile credere che la sua esperienza con The Wheelers non influirà sul trattamento degli altri, in particolare June, in il futuro.

La stagione è lasciata su un cliffhanger emotivo, mostrando l’antagonista di lunga data in una luce molto più comprensiva. Con una crisi di infertilità sullo sfondo, The Handmaid’s Tale sembra utilizzare l’arco narrativo di Serena e The Wheelers nella quinta stagione per esplorare un altro lato dei cattivi dello show come persone disperate disposte ad abusare del potere che hanno e ricorrere a misure brutte per andare avanti in un mondo morente. Con altri tre episodi nella quinta stagione, c’è ancora molta storia rimasta per la relazione sempre più complessa di Serena e June.

Fonte: EW


Potrebbe interessarti

Boldly Go co-sceneggiatore sul fatto che William Shatner sarebbe tornato in Star Trek nei panni di Kirk
Boldly Go co-sceneggiatore sul fatto che William Shatner sarebbe tornato in Star Trek nei panni di Kirk

Joshua Brandon, il co-sceneggiatore della nuova autobiografia di William Shatner Boldly Go: Reflections on a Life of Awe and Wonder, dà la sua opinione sul fatto che Shatner sarebbe mai tornato in Star Trek e avrebbe interpretato di nuovo il Capitano Kirk. Il nuovo libro di memorie dell’attore 91enne racconta molte storie incredibili della sua […]

Come sarebbe il Westeros di Game of Thrones su Google Maps
Come sarebbe il Westeros di Game of Thrones su Google Maps

Un artista ha immaginato il continente di Westeros da Game of Thrones come un rendering di Google Maps. Il Trono di Spade, che è andato in onda per 8 stagioni tra il 2011 e il 2019, è una serie fantasy HBO ad alto budget basata sulla serie di romanzi nota collettivamente come Le Cronache del […]