Asiatica Film Mediale

Sembra che lo scherzo su Lindsay Lohan sia stato rimosso dalla versione digitale del remake di Mean Girls.

Sembra che lo scherzo su Lindsay Lohan sia stato rimosso dalla versione digitale del remake di Mean Girls.
Erica

Di Erica

27 Febbraio 2024, 11:11


Sommario

  • The Mean Girls, nella versione digitale, rimuove il commento su Lindsay Lohan, presentando invece una frase meno controversa di Megan Thee Stallion.
  • Lohan ha manifestato delusione per il commento originale, portando a una modifica nella versione digitale per evitare ulteriori polemiche.
  • La frase di Megan Thee Stallion in Mean Girls è stata modificata in “Hot girls, we are going back red” come risposta ai sentimenti di Lohan.

La versione digitale di Mean Girls sembra aver rimosso il commento controverso su Lindsay Lohan. Basato sul musical di Broadway, che prende spunto dal film del 2004, il film del 2024 offre un nuovo twist al classico moderno e alla storia delle Plastics, con il nuovo cast di Mean Girls che include Angourie Rice nel ruolo di Cady Heron e Reneé Rapp nel ruolo di Regina George. Lohan, che ha interpretato Cady nel Mean Girls originale, fa una breve apparizione nel ruolo del moderatore del Campionato di Matematica. Nonostante la sua partecipazione, il film conteneva uno scherzo su Lohan che l’attrice ha trovato offensivo.

Ora, la versione digitale di Mean Girls sembra aver rimosso lo scherzo su Lohan. La versione teatrale del film includeva una breve apparizione di Megan Thee Stallion che diceva a Cady: “Y2K fire crotch is back”, ma secondo The Hollywood Reporter, lo scherzo è assente nella versione digitale, inclusa quella noleggiata su Prime Video. Invece, Stallion dice: “Hot girls, we are going back red”.

Spiegazione della polemica sullo scherzo su Lindsay Lohan in Mean Girls

Nel musical Mean Girls, Megan Thee Stallion appare come se stessa durante i montaggi sui social media e in un punto dice a Cady di Rice: “Y2K fire crotch is back”. Lo scherzo fa riferimento a un’intervista del 2006 di TMZ con l’erede di un impero petrolifero e socialite, Brandon Davis, che si riferiva in modo famoso e piuttosto volgare alla rossa Lohan come “fire crotch”. In risposta allo scherzo in Mean Girls, l’addetta stampa di Lohan, Leslie Sloane, ha condiviso la seguente dichiarazione: “Lindsay è rimasta molto ferita e delusa per il riferimento nel film”.

Il musical di Mean Girls, scritto ancora una volta da Tina Fey, sembrava includere lo scherzo per dimostrare supporto a Lohan nella sua famosa faida con Davis. Dopotutto, Lohan è apparsa nel nuovo film, avrebbe dovuto guadagnare circa 500.000 dollari per mezza giornata di lavoro ed era presente alla premiere. Tuttavia, Lohan si è offesa per lo scherzo, interpretandolo come un riferimento di cattivo gusto al suo soprannome dispregiativo degli anni 2000. Indipendentemente dall’intento originale, sembra che la dichiarazione di Lohan sia stata presa a cuore e lo scherzo è stato rimosso per evitare ulteriori polemiche.

Mean Girls (2024) può essere noleggiato/acquistato su piattaforme digitali.

Fonte: THR


Potrebbe interessarti

Wonka 2 riceve una risposta positiva dal regista dopo il successo di $617 M
Wonka 2 riceve una risposta positiva dal regista dopo il successo di $617 M

Sommario Il regista Paul King manifesta interesse per un sequel di Wonka, sottolineando il materiale inesplorato di Dahl. Le recensioni positive e il successo al botteghino di Wonka rendono sempre più probabile un sequel, nonostante la mancanza di conferme da parte della Warner Bros. Considerando il record del regista King con i film di Paddington, […]

“Corrotta dalla televisione”: Denis Villeneuve ritiene che l’età d’oro della TV stia danneggiando i film
“Corrotta dalla televisione”: Denis Villeneuve ritiene che l’età d’oro della TV stia danneggiando i film

Sommario Il dialogo nei film non è una priorità per Denis Villeneuve, che crede che l’immagine visiva lasci un impatto più forte sul pubblico. Villeneuve ritiene che i film siano stati corrotti dall’enfasi della televisione sul dialogo memorabile rispetto alla narrazione visiva. Il regista si propone di creare un film coinvolgente senza una sola parola, […]