Notizie FilmSean Penn chiede il boicottaggio degli Oscar se il...

Sean Penn chiede il boicottaggio degli Oscar se il presidente dell’Ucraina non è in primo piano

-


Sean Penn ha pubblicamente chiesto il boicottaggio degli Academy Awards di quest’anno se il presidente ucraino Volodymyr Zelenskyy non sarà autorizzato a parlare. La 61enne fa eco al sentimento di Amy Schumer, uno dei presentatori alla cerimonia di premiazione di quest’anno, che ha affermato di aver lanciato l’idea di presentare Zelenskyy ai produttori dello spettacolo. Sebbene affermi di aver suggerito diversi modi in cui il presidente ucraino potrebbe apparire, inclusa la trasmissione in diretta o la registrazione di video, ha anche indicato che gli organizzatori non erano stati venduti al potenziale cliente.

Lo stesso Penn si è assicurato due Academy Awards nel corso della sua carriera, oltre ad altre tre nomination. Vincitore del premio come miglior attore per la sua interpretazione nel 2003 nel film drammatico noir Mystic River di Clint Eastwood, Penn si è assicurato il suo secondo Oscar nel 2008 per il suo ruolo da protagonista in Milk, un film biografico basato sulla vita del primo politico apertamente gay della California, Harvey Milk. L’appassionata icona di Hollywood è stata esplicita nel suo sostegno al popolo ucraino, in viaggio nel paese per documentare la loro difficile situazione durante l’invasione russa del loro paese.

Ora, in un’intervista con la CNN, Penn ha chiesto un boicottaggio di massa degli Oscar 2022 se i premi non dovessero concedere un po’ di tempo al presidente Zelenskyy. “Non c’è niente di più grande che gli Academy Awards potrebbero fare che dare [Zelenskyy] un’opportunità per parlare con tutti noi”, ha affermato. Continuando a descrivere qualsiasi decisione di non presentare il presidente ucraino come “il momento più osceno di tutta la storia di Hollywood”, Penn ha implorato i suoi colleghi di boicottare gli Academy Awards se ciò era il caso. “Annuserò il mio in pubblico”, ha minacciato dei suoi stessi Academy Awards. “Prego che non sia quello che è successo”. Dai un’occhiata alla sua dichiarazione completa di seguito:

C’è chi – e penso che a volte abbia validità – direbbe che la politica è per un altro posto, lo spettacolo è per un altro. Credo che chiunque, come pubblico o professionista del cinema, capisca cosa sia quell’espressione, che limitarlo al solo film significhi dire che non può essere in televisione e non può essere sul palco. Limitarlo a nessuno di questi significa dire che non può essere incarnato all’interno di un essere umano, quel tipo di natura di coraggio ed espressione poetica che il film aspira al meglio a essere.

Non c’è niente di più grande che l’Accademia potrebbe fare che darglielo [Zelenskyy] quell’opportunità, per parlare con tutti noi. E a proposito, questo è un uomo che capisce i film e ha avuto la sua carriera molto lunga e di successo in questo.

Ora, mi risulta che sia stata presa la decisione di non farlo. Non sono io a commentare se il presidente Zelenskyy lo avesse voluto. Se l’Accademia ha deciso di non farlo, se i presentatori hanno deciso di non perseguire la leadership in Ucraina che stanno prendendo proiettili e bombe per noi, insieme ai bambini ucraini che stanno cercando di proteggere, allora penso che ognuno di quelli le persone e ogni parte di quella decisione sarà stato il momento più osceno di tutta la storia di Hollywood e spero che non sia quello che sta succedendo.

“Se dovesse essere quello che sta succedendo, incoraggerei tutte le persone coinvolte a sapere che, sebbene possa essere il loro momento, e capisco che, per celebrare i loro film, è molto più importante il loro momento per brillare, protestare e boicottare che gli Oscar. E io stesso, se torna a questo, quando tornerò, annuserò il mio in pubblico. Prego che non sia quello che è successo. Prego che non ci siano state persone arroganti che si considerano rappresentanti del bene superiore nel mio settore che non hanno deciso di confrontarsi con la leadership in Ucraina. Quindi spero solo che non sia quello che è successo e spero che tutti se ne vadano se è così.

Penn, che negli ultimi anni ha difeso numerose cause politiche e umanitarie, ha avuto l’opportunità di parlare di persona con il presidente Zelenskyy sia prima che durante l’invasione russa. Descrivendolo come “nato per questo momento”, il regista ha espresso costantemente la sua ammirazione per il popolo ucraino e la sua leadership. Sebbene lui e i suoi colleghi siano fuggiti dal paese alla fine di febbraio a causa dell’aggravarsi dei combattimenti, Penn ha scelto di rimanere in Polonia, dove si dice che oltre due milioni di rifugiati ucraini siano fuggiti, per fornire assistenza umanitaria.

Anche se gli organizzatori degli Oscar devono ancora commentare ufficialmente se il presidente Zelenskyy farà la sua apparizione alla cerimonia di quest’anno, le osservazioni di Schumer suggeriscono che è improbabile. Con i premi già sotto forte pressione per aumentare gli ascolti dopo l’abisso di spettatori dello scorso anno di 10,4 milioni (una diminuzione del 56% rispetto al 2020), è probabile che il suggerimento di un boicottaggio di Penn assomigli a un bilancio di vittime per i produttori dello spettacolo. Avendo già subito critiche per il tardivo invito della star di West Side Story Rachel Zegler, resta da vedere se gli Academy Awards verranno ulteriormente criticati all’alba della cerimonia. Gli Oscar 2022 saranno presentati in anteprima dal Dolby Theatre di Los Angeles il 27 marzo alle 20:00 ET.

Fonte: CNN

.item-num::after { contenuto: “https://www.asiaticafilmmediale.it/”; }

Ultime News

Nancy dovrebbe stare con Steve o Jonathan? La star di Stranger Things risponde

Cose più strane La star Natalia Dyer ha parlato del triangolo amoroso della quarta stagione tra Nancy, Jonathan...

Il poster di Clerks 3 rivela il primo sguardo a Jay e Bob al Quick Stop

L'ultimo poster per il prossimo film di Kevin Smith Impiegati 3 offre ai fan il loro primo...

James Cameron è molto sincero sulle prospettive al botteghino di Avatar 2

Il regista da record James Cameron, vincitore di un Oscar, ha parlato in modo molto schietto delle prospettive...

Downton Abbey 3 Potenziali trame affrontate da Hugh Bonneville

Hugh Bonneville considera che tipo di trame potrebbe presentare un potenziale Downton Abbey 3. L'amato dramma britannico...

Da Non Perdere

I 30 Migliori Film Horror Da Vedere Assolutamente!

I migliori film horror più spaventosi di tutti i...

Come Disattivare Now TV

Vuoi capire come disattivare Now TV? Potresti non aver...

Ultimi Quiz

Quale Personaggio Della Casa Di Carta Sei?

Uno dei punti di forza delle serie come La Casa di Carta è che mettono insieme un gruppo di...

Che Personaggio Di Stranger Things Sei?

Che Personaggio Di Stranger Things Sei? Sei stato anche tu uno di quelli che, guardando il primissimo episodio di...

Potrebbe anche interessarti...
Articoli selezionati per te