Asiatica Film Mediale

Se Star Trek non bastasse, The Orville sta copiando anche Star Wars ora!

Se Star Trek non bastasse, The Orville sta copiando anche Star Wars ora!
Debora

Di Debora

02 Agosto 2022, 17:09


ATTENZIONE: questo articolo contiene spoiler per The Orville, stagione 3, episodio 9, “Domino”.

The Orville di Seth MacFarlane è noto per i suoi affettuosi omaggi al classico Star Trek, ma nella stagione 3, episodio 9, “Domino”, prende in prestito anche molto da Star Wars. In “Domino”, la guerra dei Kaylon di Orville si conclude in modo spettacolare con alleanze, tradimenti, un’epica battaglia spaziale e un assalto planetario su vasta scala. Rafforza la reputazione dello spettacolo per gli effetti visivi ambiziosi, che in precedenza hanno vinto a The Orville un Emmy per gli eccezionali effetti speciali visivi nel 2019.

“Domino” è un’impressionante combinazione dei dilemmi etici di Star Trek di Gene Roddenberry con le battaglie spaziali ad alto rischio di Star Wars di George Lucas. Si apre con la sperimentazione di un’arma che potrebbe cambiare le sorti della guerra contro i Kaylon. Il potere devastante dell’arma porta a un dibattito etico sul fatto che il genocidio sia un prezzo accettabile da pagare per la vittoria. È esattamente questo tipo di dilemma morale in tempo di guerra che definisce il momento di Star Trek: Deep Space Nine di The Orville. Quando quel dilemma etico raggiunge rapidamente un compromesso, tuttavia, il terreno è pronto per l’epica battaglia spaziale culminante dell’episodio.

Dopo aver utilizzato con successo l’arma per negoziare un armistizio con i Kaylon, l’Unione ha atteso l’inizio del processo di pace. Un processo di pace che viene messo a repentaglio quando l’arma viene rubata e consegnata all’Unione e ai comuni nemici dei Kaylon, i Krill e i Moclan. Intendono usare l’arma per il suo scopo originale, per spazzare via l’intera specie di Kaylon a meno che l’equipaggio dell’Orville non possa fermarli. L’implementazione dell’arma è un cenno visivo alla base della Morte Nera e Starkiller del franchise di Star Wars.

Perché l’alleanza Krill/Moclan di Orville costruisce la propria Morte Nera

Essendo stati espulsi dall’Unione alla fine della terza stagione di The Orville, episodio 8, “Midnight Blue”, i Moclan sono alla ricerca di nuovi alleati per proteggersi dalla minaccia Kaylon. La loro alleanza più logica è con i nemici giurati dell’Unione, i Krill. Quando questa nuova alleanza scopre che l’Unione ha costruito un’arma in grado di spazzare via il Kaylon, escogitano un piano per rubarlo, aumentare il suo segnale e trasformare un pianeta vicino nella propria Morte Nera. L’Orville rintraccia l’arma rubata e guida un assalto su vasta scala dell’Unione e dei Kaylon alle forze combinate di Krill e Moclan per evitare che l’arma venga attivata.

A differenza degli episodi precedenti, il climax di “Domino” non prende in prestito elementi di Star Trek e adotta invece segnali visivi dal franchise di Star Wars per distruggere la propria versione della Morte Nera. Gordon (Scott Grimes) e LaMarr (J Lee) salgono a bordo di caccia stile X-Wing, mentre Kelly (Adrianne Palicki) guida una squadra attraverso un assalto di terra alla struttura Krill/Moclan. Queste allusioni a Star Wars sono supportate dal design della produzione, che evoca il funzionamento interno della Morte Nera. La più grande allusione visiva è il modo in cui il raggio dell’arma è triangolato sulla superficie del pianeta abbandonato.

Anche i riferimenti a Star Wars sono contenuti nella trama. Come Obi-Wan Kenobi in Star Wars: Una nuova speranza e Han Solo in Star Wars: Il risveglio della forza, Charly (Anne Winters) si sacrifica affinché l’equipaggio possa riuscire nella sua missione. È il sacrificio di Charly per la sopravvivenza dei suoi nemici Kaylon che ispira gli androidi assassini a ripensare ai loro pregiudizi contro la vita organica e alla fine porta alla pace con l’Unione. Combinando la moralità di Star Trek con l’azione di Star Wars, The Orville offre una potente avventura d’azione fantascientifica sulla pace e la comprensione, dimostrando che può più che reggere il confronto insieme a questi influenti antenati.

The Orville: New Horizons pubblica nuovi episodi giovedì su Hulu.

.item-num::after { contenuto: “https://www.asiaticafilmmediale.it/”; }


Potrebbe interessarti

L’ufficio: BJ Novak ricorda di essersi innamorato dello strano scherzo di Mindy Kaling
L’ufficio: BJ Novak ricorda di essersi innamorato dello strano scherzo di Mindy Kaling

BJ Novak di The Office ricorda di essersi innamorato dello strano scherzo della co-protagonista Mindy Kaling. Novak ha interpretato Ryan Howard, l’ex temporaneo orientato al business che si è ritrovato in una relazione continua con il rappresentante del servizio clienti di Dunder Mifflin, Kelly Kapoor (Kaling). Sebbene la relazione di Ryan e Kelly sia passata […]

Il nuovo programma televisivo di Neil Patrick Harris ribalta completamente Barney Story di HIMYM
Il nuovo programma televisivo di Neil Patrick Harris ribalta completamente Barney Story di HIMYM

Uncoupled di Netflix vede Neil Patrick Harris nei panni di un quarantenne appena single, completamente stonato con la scena degli appuntamenti di New York, rendendo il suo personaggio Michael un completo opposto di Barney in How I Met Your Mother, un altro ruolo iconico interpretato da Harris. Co-creato da Jeffrey Richman di Modern Family e […]