Notizie FilmResurrections ti prende in giro perché presumi di sapere...

Resurrections ti prende in giro perché presumi di sapere di cosa parla Matrix

-


Il tardivo risveglio del 2021, The Matrix: Resurrections prende in giro le persone che presumono di sapere di cosa tratta Matrix. Il vero significato dei film Matrix è sempre stato oggetto di accesi dibattiti, ma la metatrama di The Matrix: Resurrections rende effettivamente questa domanda parte della sua stessa metatrama, deridendo tutti coloro che pensano di avere le risposte.

The Matrix: Resurrections si apre a una serie di eventi che rispecchiano da vicino il film Matrix originale prima di rivelare Neo, vivo e vegeto in Matrix, nei panni di Thomas Anderson, il designer di una trilogia di videogiochi chiamata “The Matrix”, che sono letteralmente il Matrix originale trilogia. Dopo essere stato informato che il suo contratto con la Warner Bros. sarà rescisso se non realizza un sequel di Matrix, il film ha una scena di montaggio in cui “Thomas Anderson” partecipa a un incontro di sviluppo pieno di persone che citano focus group e interpretazioni personali di ciò che The La matrice è.

Come creatore della trilogia di videogiochi The Matrix, ti aspetteresti che Neo abbia qualche input su cosa si tratta e su come dovrebbe continuare, ma invece, si siede in silenzio mentre vediamo riprese ripetute di personaggi che ripetono gli stessi mantra più e più volte in abiti diversi e ambientazioni diverse per mostrare come ogni persona è fissa nella sua visione di ciò che dovrebbe essere The Matrix. Durante il montaggio, Neo viene mostrato correre su un tapis roulant, mangiare una bistecca rara (in un richiamo all'”ignoranza è beatitudine” di Cypher dal film originale) e prendere pillole blu, tutti segni che sta accettando una realtà che gli viene data. Le conversazioni si spostano da persone che gli dicono cosa sta per The Matrix per dirgli cosa deve essere il sequel per avere successo. Se Neo è un artista e Matrix è la sua arte, allora ciò che sta accadendo sullo schermo è l’antitesi dell’arte. La voce e la prospettiva di Neo come narratore sono completamente rimosse dall’equazione poiché gli viene detto come realizzare un sequel che non vuole nemmeno fare.

Per capire quanto sia meta questo scherzo, è importante guardare alla ricezione nel mondo reale di The Matrix, in cui gli stessi Wachowski non hanno mai veramente elaborato cosa significhi Matrix. I fratelli sono notoriamente riservati e di solito non discutono della propria arte, anche se sembra abbastanza chiaro in The Matrix Resurrections che Neo ha molti paralleli con Lana Wachowski Dice anche a Trinity al bar “C’è molto di me in lui. Forse un po’ troppo.” Considerando che la Warner Bros. aveva in programma di realizzare The Matrix 4 indipendentemente dal fatto che i Wachowski fossero a bordo o meno, proprio come la citazione nel film, è difficile non vedere anche le sessioni di brainstorming nel film come riferimenti a cose raccontate loro dalla Warner Bros. “abiti” o fan del franchise, quindi il posizionamento di Neo in questa scena in cui viene raccontato cosa significa la sua arte, perché ha avuto successo e, più specificamente, quale deve essere la sua prossima creazione artistica per avere successo , va oltre l’ironia, in particolare quando Bugs in seguito dice a Neo “hanno preso la tua storia, qualcosa che significava così tanto per le persone come me, e l’hanno resa banale”.

Ciò non significa che nessuna delle interpretazioni presentate sia intrinsecamente sbagliata o che nessuno capisca effettivamente cosa sia il franchise di Matrix, ma serve come un affascinante commento sull’ambiente in cui viene detto all’artista cosa significa la sua arte e come dovrebbe influenzare la loro prossima arte. Indipendentemente dal vero significato di Matrix, una cosa dichiarata esplicitamente da Morpheus “Cos’è Matrix? Control. Matrix è un mondo onirico generato dal computer costruito per tenerci sotto controllo e trasformare un essere umano in questo”, presentando una batteria al rame. Come metafora di come l’arte viene commercializzata, The Matrix: Resurrections ha molti meta-angoli interessanti, ma come metafora per Lana Wachowski che rivendica la proprietà della proprietà intellettuale di Matrix da persone che vogliono dettarle il suo significato, è particolarmente affascinante.

.item-num::after { content: “http://www.asiaticafilmmediale.it/”; }

Latest news

The Batman Runtime continua una tendenza iniziata DOPO i film di Burton

La lunga durata di The Batman continua una tendenza nei film da solista del Cavaliere Oscuro iniziata dopo...

Il trailer di Moon Knight ottiene 75 milioni di visualizzazioni nelle prime 24 ore

Il primo trailer dei Marvel Studios Moon Knight ha attirato un numero enorme di 75 milioni di spettatori....

Sheldon trova il suo primo gruppo di amici prima di BBT nel trailer di Young Sheldon

Sheldon (Iain Armitage) ha il suo primo gruppo di amici nerd su Young Sheldon. La banda di...

Ghostbusters: Afterlife Mini Stay-Puft Marshmallow ispirati ai Gremlins

Ghostbusters: Il team VFX di Afterlife ha rivelato che la sequenza del mini-Stay Pufts del film è stata...

Le foto dei BTS della seconda stagione di Shadow & Bone rivelano tutti e 6 i corvi insieme per la prima volta

Le nuovissime foto dietro le quinte della seconda stagione di Shadow and Bone hanno preso in giro tutti...

La data di uscita del film d’animazione Transformers è fissata per l’estate 2024

La Paramount Pictures ha fissato una data di uscita per il loro film animato Transformers dopo il recente...

Must read

You might also likeRELATED
Recommended to you