RecensioniRecensione The Worst Person In The World: Joachim Trier...

Recensione The Worst Person In The World: Joachim Trier Film tra i migliori dell’anno

-


In parti uguali devastante e facilmente riconoscibile, The Worst Person In The World di Joachim Trier è uno dei migliori drammi romantici dell’ultimo decennio. Il film norvegese è un affascinante studio sul personaggio, che mostra una donna nel mezzo di una crisi di un quarto di vita. Il risultato è un inebriante mix di commedia oscura, romanticismo e introspezione dolorosamente onesta, che offre al pubblico un viaggio narrativo unico e intimo che culmina in una potente dose di angoscia agrodolce e scoperta di sé.

La storia in The Worst Person In The World è divisa in 14 capitoli (inclusi sia un prologo che un epilogo). Questa struttura a episodi aiuta il film a sovvertire le convenzioni delle commedie romantiche senza sacrificare un avvincente dramma relazionale. Julie (Renate Reinsve) è una studentessa di medicina a Oslo, in Norvegia, che si sente sempre più insoddisfatta e distratta nella sua vita quotidiana. Ha una “realizzazione” che ciò di cui ha bisogno è un cambiamento, quindi cambia major. Poi, dopo un’avventura con il suo professore, cambia di nuovo percorso professionale, ma invece di trasferirsi in un altro programma, abbandona la scuola, usando quei soldi per acquistare l’attrezzatura necessaria per intraprendere una carriera nella fotografia. Tutto ciò si verifica nel “Prologo”, che spiega come Julie è arrivata a sentirsi così bloccata all’età di 29 anni.

The Worst Person In The World è la conclusione del regista Joachim Trier alla sua “Trilogia di Oslo”, dopo Ripresa e Oslo, 31 agosto. The Worst Person In The World si concentra sul viaggio personale della protagonista, attirando il pubblico nel mondo interiore di Julie e rivelando gradualmente – e poi rimuovendo – la sua maschera di femminilità idealizzata. Quando il film si apre, Julie è in una crisi silenziosa; ha provato senza riuscirci a lanciare la sua carriera, si è ritrovata a recitare un ruolo secondario nella storia di qualcun altro e non ha ancora trovato il suo posto nel mondo. Mentre il suo trentesimo compleanno si avvicina rapidamente, Julie è angosciata, anche se lei stessa sembra solo parzialmente consapevole di questo fatto.

Nei panni di Julie, Reinsve apporta una notevole profondità a The Worst Person In The World. Inizialmente, Julie è facile da liquidare come una scazzottata degna di nota: è carina, intelligente e inaffidabile. Tuttavia, come diventa sempre più chiaro con il procedere del film, l’esterno spumeggiante è uno scudo costruito con cura, che protegge un nucleo profondamente vulnerabile. Julie, come molti altri della sua generazione, ha passato la vita a cercare conferme da fonti esterne, aggrappandosi a una struttura che non esiste più. L’età per iniziare una carriera, sposarsi e avere figli prima dei 25 anni non è più la norma. Di conseguenza, Julie non è in grado di catturare il senso di soddisfazione o scopo nella sua vita, confrontandosi ingiustamente con le precedenti generazioni di donne e diventando sempre più frustrata con se stessa per non aver ottenuto di più.

La performance di Reinsve mostra scorci di questa ansia rosicchiante, nascosta sotto un complesso sistema di negazione, spostamento e insicurezza. La stessa Julie, per la maggior parte del film, non è nemmeno consapevole del centro marcio che sta avvelenando la sua vita quotidiana ed è proprio per questo che è fragile e inaffidabile. Sebbene le lotte di Julie siano uniche per la sua esperienza vissuta, le circostanze che hanno creato i suoi sentimenti di malcontento sono universali, specialmente per la generazione millenaria che deve affrontare problemi simili con il lavoro precario e l’ascesa della gig economy. Julie è afflitta da una noia cronica e difficile da definire, alimentata da notizie sui cambiamenti climatici e altre preoccupazioni globali. Lo caratterizza come distrazioni digitali, ma il problema è molto più profondo; lei è turbata.

Parte di ciò che rende The Worst Person In The World così riconoscibile è che mostra come altre persone in circostanze diverse da Julie hanno difficoltà simili nel riconciliare la loro identità personale con i tempi che cambiano. Aksel, nonostante sia più vecchio e di successo, ha le sue frustrazioni con il 21° secolo. Sebbene si sia fatto un nome nella scena dei fumetti indie underground, il suo successo ha un costo: non solo il suo personaggio Bobcat viene castrato per un adattamento cinematografico (almeno dal suo punto di vista), ma trova il suo contenuto edgelord diventare sempre più controverso col passare del tempo. L’interesse romantico di Julie Eivind – che si definisce “la persona peggiore del mondo” – è preoccupato per le preoccupazioni ambientaliste, grazie in gran parte all’influenza del suo partner di yoga, Sunniva. Come Julie, Eivind ha lottato per trovare la sua vocazione nella vita, essendosi sistemato nel suo lavoro in una caffetteria, senza dubbio una posizione che ha preso credendo che sarebbe stato temporaneo, piuttosto che un percorso professionale.

La routine quotidiana senza direzione. La mancanza di scopo. La paura di rimanere al di sotto delle aspettative. La pressione dell’eredità. Queste sono le preoccupazioni che pesano su Julie in The Worst Person In The World. Eppure, il film è molto più di una storia su una donna alla ricerca di uno scopo. Il film di Trier è una gioia da guardare, dall’inizio alla fine. Nonostante il contenuto un po’ cupo, il film irradia speranza, amore e ottimismo. La fotografia è ispirata: quando Julie si sente ritirata dalla sua vita, viene trascinata sullo sfondo delle inquadrature, con il viso velato dalle ombre. Quando è euforica, il mondo si ferma intorno a lei. Nelle mani di un regista minore, tali scelte creative potrebbero sembrare goffe o ingannevoli, ma Trier bilancia sapientemente questi momenti di metafora e fantasia con il banale.

La peggior persona del mondo è un film mozzafiato. È una storia ricca che rinuncia a un formato tradizionale, sfidando le convenzioni del settore. È progressista, è femminista impenitente ed è indimenticabile. Questo film in lingua straniera sembra destinato a un remake americano, ma non commettere errori, questo è un film che chiunque può (e dovrebbe) godersi.

The Worst Person In The World uscirà nelle sale il 4 febbraio 2022. È classificato R per contenuto sessuale, nudità grafica, uso di droghe e un po’ di linguaggio ed è lungo 127 minuti.

Date di uscita chiave La persona peggiore del mondo (2021)Data di uscita: 03 febbraio 2022

Ultime News

I dettagli del filmato di Ahsoka confermano i personaggi di Star Wars Rebels live-action

Il primo sguardo alla serie Ahsoka Disney+ di Rosario Dawson ha debuttato durante Star Wars Celebration 2022. Creata...

I dettagli del filmato della terza stagione di Mandalorian rivelano il ritorno di Babu Frik di TROS

Il primo filmato ufficiale della terza stagione di The Mandalorian ha rivelato il ritorno di uno dei nuovi...

Il thread di Twitter di Morbius ti consente di leggere l’intero film con le immagini

Un recente thread su Twitter ha pubblicato l'intera sceneggiatura di Morbius di Jared Leto e le immagini che...

Chi è il quinto fratello? Spiegazione dell’Inquisitore di Star Wars

Avvertimento! SPOILER in vista degli episodi 1 e 2 di Obi-Wan Kenobi. Il quinto fratello fa il suo...

Da Non Perdere

Come Disattivare Now TV

Vuoi capire come disattivare Now TV? Potresti non aver...

45,6 Miliardi Di Won In Euro Quanti Sono? Squid Game Lo Rivela

È ufficiale: la seconda stagione di Squid Game su...

Ultimi Quiz

Quale Personaggio Della Casa Di Carta Sei?

Uno dei punti di forza delle serie come La Casa di Carta è che mettono insieme un gruppo di...

Che Personaggio Di Stranger Things Sei?

Che Personaggio Di Stranger Things Sei? Sei stato anche tu uno di quelli che, guardando il primissimo episodio di...

Potrebbe anche interessarti...
Articoli selezionati per te