Asiatica Film Mediale

Recensione fortuna: il film Apple TV+ ha parti uguali di cuore, umorismo e stile visivo

Recensione fortuna: il film Apple TV+ ha parti uguali di cuore, umorismo e stile visivo
Marco

Di Marco

03 Agosto 2022, 14:18


Seguire una persona in fantastici mondi alternativi è un tropo comune per i film d’animazione, da Monsters Inc. e Coco a Soul e Inside Out. Ognuno di questi è stato accolto bene e, in un certo senso, Skydance Animation si ispira a questo playbook Disney per Luck. Il primo film di un accordo tra Skydance e Apple TV+, Luck sembra familiare, ma ritrae comunque un mondo unico e stranamente affascinante da esplorare per Sam Greenworld, il suo personaggio principale. Sebbene a corto di momenti da ridere a crepapelle, Luck è affascinante e stravagante, con un cast vocale che porta i loro talenti distinti nel film.

La fortuna segue Sam (Eva Noblezada), una ragazza che invecchia fuori dal sistema di affidamento e viene lasciata a vivere la sua vita sfortunata, ma confortevole. Sam riesce a colpire ogni possibile problema immaginabile, dall’infortunio sul lavoro al chiudersi in bagno con un manico di scopa. Quando una sera Sam incontra un misterioso gatto nero, tutto cambia. Sam trova un penny che le garantisce la fortuna di avere una vita abbastanza normale, finché non lo butta nel water. Quando Sam scopre che il gatto nero si chiama in realtà Bob (Simon Pegg), segue il gatto nella Terra della Fortuna, un mondo misterioso popolato da folletti, unicorni, draghi e altre creature mistiche.

Il cast vocale, che include anche Jane Fonda, Whoopi Goldberg, Flula Borg e Lil Rel Howery, conferisce a ciascuno dei loro personaggi una personalità distinta e, mantenendo il cast relativamente piccolo, Luck assicura che ognuno di essi abbia il proprio momento. Goldberg e Fonda sono, ovviamente, personaggi naturali come Il Capitano (un folletto) e Babe the Dragon (il capo della Terra della fortuna), rispettivamente. Noblezada, in quello che è uno dei suoi primi ruoli importanti, interpreta anche molto bene la meraviglia di Sam nel Paese della fortuna. Ad un certo punto riesce persino a cantare, mettendo su un numero di ballo di “Lucky Star” di Madonna mentre una sfilza di conigli leggia accanto.

The Land of Luck (e le sue esilaranti complessità burocratiche) è sicuramente uno spettacolo da vedere e, man mano che vengono rivelati nuovi strati sul mondo fantastico, diventa un degno scenario per la maggior parte del film. Una deviazione nella sezione del seminterrato dove viene fatta la sfortuna prevede una sequenza che è in parti uguali eccitante e divertente. Tuttavia, il film è altrimenti a corto di risate, facendo molto affidamento sulla farsa che sicuramente farà ridere il pubblico più giovane, ma potrebbe lasciare gli spettatori più anziani a desiderare.

Con qualsiasi film animato al computer destinato a fare paragoni con la Pixar, Luck lo farà sicuramente. La formula è evidente dai minuti di apertura del film (e da un flashback prevedibilmente straziante), ma non cerca di nascondere la sua indulgenza. È una formula che funziona e, in un momento in cui la nostalgia del cinema è al culmine, diventa quasi un conforto nella sua familiarità. Al contrario, i motivi irlandesi di Luck fanno sembrare il film come un film delle vacanze per il giorno di San Patrizio in qualche modo, fornendo un tocco idiosincratico che è allo stesso tempo affascinante e accattivante. Quell’individualità svanisce mentre il conflitto aumenta e lascia il posto a un’inevitabile conclusione, legando tutto ordinatamente a un inchino, ma non c’è davvero altro modo per farlo.

A tenere tutto insieme c’è il sardonico gatto nero di Pegg, Bob, e la relazione tra lui e Sam è affascinante quanto qualsiasi relazione tra un animale antropomorfo e il suo amico umano. Anche la stessa Terra della fortuna è uno spettacolo da vedere, che combina creature della mitologia, tecnologia futuristica e semplice divertimento mentre si trova tra le nuvole da qualche parte nell’universo. La fortuna potrebbe non reinventare la ruota: a questo punto, cosa può farlo? – ma fa ciò che i film come questo sanno fare meglio, portando avanti un messaggio sulla famiglia e la perseveranza con umorismo, cuore e molta magia.

La fortuna inizia in streaming su Apple TV+ il 5 agosto. Il film dura 105 minuti ed è classificato G.

.item-num::after { contenuto: “https://www.asiaticafilmmediale.it/”; }

La nostra valutazione:

3 su 5 (Buono)


Potrebbe interessarti

Recensione del treno proiettile: una parata elegante e intrisa di sangue di guadagni piacevoli per la folla
Recensione del treno proiettile: una parata elegante e intrisa di sangue di guadagni piacevoli per la folla

Bullet Train è un gioco d’azione che fa ridere ogni minuto, ricco di personaggi divertenti, coreografie di combattimenti elettrici e (a volte) emozioni sorprendentemente sincere. È quello che succede quando stipi una dozzina degli artisti più affascinanti di Hollywood in uno spazio ristretto e li armi del co-regista di John Wick, una sceneggiatura pungente, ruoli […]

Recensione di Prey: il franchise di Predator viene ripreso in un thriller efficiente e violento
Recensione di Prey: il franchise di Predator viene ripreso in un thriller efficiente e violento

Riavvii, revival, prequel e sequel legacy sono diventati la norma ed è sempre più raro vedere un franchise tirare fuori una versione genuinamente fresca della sua mitologia. Il solo 2022 ha visto diversi debutti al successo (mi vengono in mente Scream e Top Gun: Maverick) e altri che sono caduti piuttosto piatti (è meglio dimenticare […]