RecensioniRecensione di The Last Thing Mary Saw: L'orrore del...

Recensione di The Last Thing Mary Saw: L’orrore del 1840 è troppo confuso e artificioso

-


I pezzi d’epoca trincerati nell’orrore, specialmente quelli che approfondiscono le condanne religiose trasformate in modo errato come The Witch and Apostle, sono solitamente difficili da catturare in termini di atmosfera e complessità. L’ultima cosa che Mary Saw di Edoardo Vitaletti tenta seriamente di fare lo stesso, ma alla fine è impantanato da un’esecuzione narrativa che sembra poco brillante, senz’anima e artificiosa. L’ultima cosa che Mary Saw avrebbe potuto essere un avvincente orrore sull’oppressione religiosa, ma è purtroppo limitato dalla sua trama monotona e poco convincente.

Ambientato in una rigida famiglia calvinista nel 1843, The Last Thing Mary Saw si apre con una premessa piuttosto semplice, in cui una Mary bendata (Stefanie Scott), con il sangue che gocciola dai suoi occhi bendati, racconta la trama centrale al poliziotto della città. Ha avuto luogo un terribile crimine, di cui gli spettatori non sono a conoscenza all’inizio, ma la giuria cittadina tutta maschile è terrorizzata da Maria per qualche motivo, credendola il diavolo incarnato. Raccontando gli orrori accaduti alla sua famiglia, Mary spiega come sia stata coinvolta in una relazione allora “proibita” con la sua domestica Eleanor (Isabelle Fuhrman), con grande dispiacere della sua famiglia timorata di Dio, che considera il legame peccaminoso e blasfemo.

L’intruso (Rory Culkin) ne L’ultima cosa che Mary vide

Sebbene Vitaletti miri a difendere con forza l’omofobia vergognosa e la crudeltà alimentata dalle credenze religiose, il culmine è un ritratto noioso e superficiale di questi problemi complessi, trattati senza troppi pensieri o sfumature. Un’aura inquietante circonda l’ambientazione di Southold, la New York dell’epoca, intrisa perennemente di candele, superstizioni popolari ed estetica spogliata, con il resto della famiglia di Mary che compie atti che possono essere visti solo come irrimediabilmente malvagi. Preoccupati per il comportamento della figlia, i genitori di Mary si rivolgono alla matriarca di famiglia (Judith Roberts) per la “correzione”, che prevede l’isolamento e l’inginocchiarsi a pelle nuda su riso crudo per giorni di seguito. Anche la fuga non è un’opzione per Mary ed Eleanor, come dimostra il caso della guardia familiare costantemente terrorizzata Theodore (PJSosko), che ha quasi perso le gambe dopo un tentativo di fuga (uno dei membri gli aveva bastonato le ginocchia con forza bruta) .

Con le cose già così deprimenti e deprimenti, la trama di The Last Thing Mary Saw si addentra in un territorio contorto da allora in poi, precipitando in una serie di eventi che difficilmente hanno alcun senso narrativo. La fusione della crudeltà umana e dei terrori del soprannaturale cade piatta invece di essere avvincente, anche se la premessa di un maledetto libro di poesie potrebbe potenzialmente elevare il racconto nel suo insieme. Alla fine, è difficile analizzare il messaggio centrale del film, poiché il finale rafforza solo l’idea pericolosa che donne come Mary ed Eleanor dovrebbero essere punite brutalmente per le loro “trasgressioni”, con la svolta degli eventi presentata come un orrendo deus ( o diabolus) ex machina di sorta.

Mary (Stefanie Scott) ed Eleanor (Isabelle Fuhrman) ne L’ultima cosa che Mary vide

In un film monotono e confuso come The Last Thing Mary Saw, è davvero difficile valutare il merito delle interpretazioni, poiché la trama consente a malapena ai personaggi di crescere oltre i loro tratti bidimensionali. Fuhrman offre una performance empatica nei panni di Eleanor, commuovendo in modo convincente attraverso semplici sguardi e rabbia inespressa, ma la rigida interpretazione di Mary da parte di Scott danneggia il film in misura considerevole. I due protagonisti hanno poca o nessuna vera chimica, mentre voci jolly come The Intruder (Rory Culkin) non hanno uno scopo logico, derubando la storia della sua agenzia principale. Non importa quanto strutturato The Last Thing Mary Saw vorrebbe pensare che sia attraverso le sue segregazioni di capitoli, è intrinsecamente un confuso e monotono horror del 1800 con le trappole vuote dei suoi colleghi cinematografici.

The Last Thing Mary Saw è disponibile per lo streaming su Shudder a partire dal 20 gennaio 2022. Il film dura 89 minuti e al momento non è classificato.

.item-num::after { contenuto: “https://www.asiaticafilmmediale.it/”; }

La nostra valutazione:

2 su 5 (Ok)

Ultime News

Le prime reazioni di Avatar 2 lo definiscono cinematicamente rivoluzionario come il primo

Le prime reazioni sono state pubblicate per Avatar: The Way of Water e stanno elogiando il film. ...

Brenton Thwaites dei Titans risponde alla fissazione dei fan di Nightwing sul suo sedere

La star di Titans Brenton Thwaites, che interpreta l'eroe della DC Dick Grayson, alias Nightwing, dà una risposta...

Lo showrunner di The Witcher affronta il contraccolpo dei fan sull’uscita di Henry Cavill

Con molti comprensibilmente delusi dalla partenza, la showrunner di The Witcher Lauren Schmidt Hissrich ha affrontato il contraccolpo...

1899 Colpo di scena finale e scena finale affrontati in modo intrigante da Star

Attenzione: questo post contiene spoiler per la star della stagione 1.1899 del 1899 Gabby Wong si apre sui...

Da Non Perdere

I 30 Migliori Film Horror Da Vedere Assolutamente!

I migliori film horror più spaventosi di tutti i...

Come Disattivare Now TV

Vuoi capire come disattivare Now TV? Potresti non aver...

Ultimi Quiz

Quale Personaggio Della Casa Di Carta Sei?

Uno dei punti di forza delle serie come La Casa di Carta è che mettono insieme un gruppo di...

Che Personaggio Di Stranger Things Sei?

Che Personaggio Di Stranger Things Sei? Sei stato anche tu uno di quelli che, guardando il primissimo episodio di...

Potrebbe anche interessarti...
Articoli selezionati per te