Asiatica Film Mediale

Recensione di ragazze: Michelle Buteau e Ilana Glazer si guadagnano grandi risate in una commedia accattivante e profondamente sentita

Recensione di ragazze: Michelle Buteau e Ilana Glazer si guadagnano grandi risate in una commedia accattivante e profondamente sentita
Marco

Di Marco

11 Aprile 2024, 03:49


Riepilogo

Babes fa molto affidamento sugli eccezionali talenti comici di Michelle Buteau e Ilana Glazer. Il film si concentra equamente sia su Dawn che su Eden, offrendo un quadro completo della loro crescita personale e della loro amicizia. Babes mette in mostra personaggi dinamici e approfondimenti ponderati sull'amicizia, la maternità e le aspettative sociali.

Babes segue due amiche di sempre mentre una di loro si imbarca in una nuova avventura: la maternità. Dawn (Michelle Buteau) ed Eden (Ilana Glazer) si considerano sorelle. La loro relazione è apparentemente indissolubile, poiché tutti capiscono cosa sono l'uno per l'altro, incluso il marito di Dawn, Marty (Hasan Minhaj). Ma quando Eden rimane accidentalmente incinta proprio mentre Dawn dà il benvenuto al suo secondo figlio, le due scoprono che la loro relazione è messa alla prova poiché i loro obblighi familiari, la distanza e le responsabilità della maternità minacciano di separarle.

Dopo essere rimasta incinta dopo un'avventura di una notte, Eden si affida alla sua migliore amica sposata e madre di due figli, Dawn, per guidarla durante la gestazione e oltre.

ProfessionistiLa sceneggiatura di Ilana Glazer e Josh Rabinowitz è ben intenzionata e divertente.Michelle Buteau e Illana Glazer hanno un'ottima chimica e doti comicheIl primo lungometraggio di Pamela Adlon è sincero e autenticoIl film è sentito e toccante

Nonostante la descrizione piuttosto drammatica, Babes è una commedia con alcune parti drammatiche toccanti. Con Babes, la squadra di cineasti – Pamela Adlon, al suo debutto alla regia, che lavora su una sceneggiatura di Glazer e Josh Rabinowitzand – cattura un aspetto autentico, e spesso sottorappresentato, della sorellanza e della maternità.

Michelle Buteau e Ilana Glazer hanno un'alchimia incredibile

Sono perfettamente abbinati al materiale

Babes non è niente senza Glazer e Buteau. Le attrici sono tra le comiche più riconosciute e amate del momento, ed entrambe stanno ancora cavalcando l'apice del rispettivo successo televisivo. Broad City ha messo Glazer sulla mappa, per così dire, e porta con sé un po' del suo personaggio della serie mentre interpreta Eden. È una donna eccentrica, carismatica e allegra, contenta ma che non ha necessariamente la sua vita insieme.

Buteau sta cavalcando l'apice della sua serie di successo Netflix, Survival of the Thickest, che ha miracolosamente ottenuto una seconda stagione. Nei panni di Dawn, Buteau, come Glazer, ha alcuni tratti familiari del suo personaggio televisivo e un po' del suo personaggio pubblico, ma c'è un tocco di gravità in più nella sua interpretazione mentre interpreta l'amica “seria”. Dawn è realizzata, sposata e ha un altro figlio in arrivo. Si è trasferita in periferia e vive il tipo di vita che molte donne in carriera sognano, con un marito che la sostiene al suo fianco.

Babes è molto più di un semplice film sulla maternità; parla dei crescenti dolori dell'essere adulti, dell'amore, dell'amicizia e della ricerca di nuovi modi per diventare maggiorenni.

Le ragazze fanno così tanto affidamento sull'istinto comico della coppia, che adattano per ogni scena in base a ciò che è necessario. Anche quando si presentano momenti toccanti, le attrici sono profondamente consapevoli di come una certa leggerezza nella loro interpretazione renda la difficile situazione del loro personaggio più riconoscibile e toccante. Inoltre, Glazer e Buteau hanno un'alchimia incredibile, rimbalzando l'uno sull'altro in modo così naturale.

I personaggi non sono rigorosamente definiti, consentendo a Glazer e Buteau di infondere la propria sensibilità, esperienze e peculiarità nei rispettivi personaggi. Questo le rende molto più che semplici personaggi di una storia, poiché rappresentano molte donne che hanno amicizie durature che possono essere più profonde delle relazioni che hanno con familiari o partner romantici.

Le ragazze sono perspicaci sulla maternità e sulla sorellanza

Ma non dimentica la comicità, che è davvero esilarante

Con una premessa come Babes, si presuppone che Eden di Glazer sarebbe al centro della scena, mentre Dawn di Buteau è un attore di supporto. Per fortuna, il film è equamente diviso tra i due, creando un quadro completo della progressione di Eden e del risveglio di Dawn. L’Eden è in una posizione un po’ stagnante. È un'adulta per lo più funzionante, ma a causa di alcuni traumi genitoriali, le mancano le responsabilità.

Ragazze (2024) ComedyFamily

Regista Pamela Adlon Data di uscita 17 maggio 2024 Scrittori Ilana Glazer, Josh Rabinowitz Cast Oliver Platt, John Carroll Lynch, Sandra Bernhard, Ilana Glazer, Michelle Buteau, Stephan James, Hasan Minhaj, Shola Adewusi Durata 109 minuti

In un certo senso, Dawn è più stabile con un marito, un figlio e una carriera fiorente. Tuttavia, proprio come la decisione di Eden di diventare madre, Dawn deve fare i conti con la realtà di essere madre di due figli, con le sue responsabilità quadruplicate dopo aver promesso di essere sempre al fianco di Eden. Entrambe le donne si avvicinano alla maternità da luoghi e prospettive molto diversi, ma il loro viaggio non coinvolge solo i loro figli.

Glazer, Rabinowitz e Adlon svolgono un lavoro incredibile nel creare personaggi dinamici e complessi che esprimono emozioni e pensieri diversi. Il film mostra come non ci sia mai un singolo problema quando si tratta di mettere alla prova un'amicizia. Dopo anni di emozioni represse, recenti sviluppi della vita, scelte monumentali e differenze critiche di personalità, l'amicizia tra Dawn ed Eden raggiunge un punto in cui si evolverà o si dissiperà.

Babes è un vero spasso; è onesto, intenzionale, divertente e commovente.

Babes è sinceramente curiosa di sapere come ciò potrebbe accadere quando la relazione è costruita su un amore e un apprezzamento reciproco così profondi. Illustra anche come le strutture sociali che richiedono alle donne di riservare spazio a qualcosa di più che a se stesse e alle loro famiglie siano significativamente dannose. Tuttavia, Dawn non riesce ad articolare o addirittura a riconoscere le idee più grandiose che influenzano le sue decisioni. Per una commedia avere così tante sfumature ed essere comunque divertente è impressionante. E state tranquilli, la commedia è molto, molto divertente.

Babes è un vero spasso; è onesto, intenzionale, divertente e commovente. Con le brillanti interpretazioni dei protagonisti Buteau e Glazer, nonché un cast di supporto accattivante, il film è coinvolgente e divertente dall'inizio alla fine. Glazer e Rabinowitz dedicano molta cura e considerazione a questo film, rendendo più semplice il lavoro di Adlon nel tradurre il loro lavoro sullo schermo. Babes è molto più di un semplice film sulla maternità; parla dei crescenti dolori dell'essere adulti, dell'amore, dell'amicizia e della ricerca di nuovi modi per diventare maggiorenni. È davvero sensazionale.

Babes è stato presentato in anteprima al SXSW Film Festival del 2024.


Potrebbe interessarti

Scoop Review: una storia giornalistica tempestiva e performance eccellenti sono deluse da messaggi contrastanti
Scoop Review: una storia giornalistica tempestiva e performance eccellenti sono deluse da messaggi contrastanti

Riepilogo Il cast brilla in Scoop, in particolare Rufus Sewell nei panni del principe Andrea, offrendo performance affascinanti. La regia frenetica del film da parte di Philip Martin mantiene la storia coinvolgente ed energica in ogni momento. Nonostante le ottime performance, le motivazioni contrastanti dei personaggi nel perseguimento della grande storia portano a rappresentazioni imperfette. […]

Recensione In The Land Of Saints & Sinners: Kerry Condon supera Liam Neeson in un thriller d'azione irregolare
Recensione In The Land Of Saints & Sinners: Kerry Condon supera Liam Neeson in un thriller d'azione irregolare

Riepilogo Liam Neeson ritorna in un thriller d'azione ambientato in Irlanda, interpretando un vecchio sicario che affronta l'IRA. Il film aderisce alla formula di Liam Neeson, con poco sviluppo dei personaggi o trama avvincente. Sebbene imperfetto, il film ha autentiche vibrazioni del genere occidentale e la straordinaria interpretazione di Kerry Condon non dovrebbe essere persa. […]