Asiatica Film Mediale

Recensione di Murder Mystery 2: Aniston e Sandler guidano un misterioso omicidio poco divertente e noioso

Recensione di Murder Mystery 2: Aniston e Sandler guidano un misterioso omicidio poco divertente e noioso
Marco

Di Marco

31 Marzo 2023, 08:26


Murder Mystery è stato rilasciato nel 2019 e, secondo i rapporti di Netflix, è stato un grande successo. Questo ha consolidato il rapporto di Adam Sandler con la società di streaming; in seguito avrebbe firmato un nuovo accordo di sviluppo con loro. Con altri film in arrivo, Netflix punta su due cose, l’innegabile potere da star di Sandler e la sua capacità di realizzare film semi-divertenti con cast stellari. Murder Mystery 2 è interamente costruito su questi due principi e se il pubblico ha apprezzato Murder Mystery, otterrà più o meno lo stesso con il suo sequel e nient’altro.

Murder Mystery 2 segue Nick (Sandler) e Audrey Spitz (Jennifer Aniston), l’improbabile coppia che risolve i misteri di New York. Dopo aver risolto l’omicidio del miliardario Malcolm Quince (Terence Stamp), Nick e Audrey tornano alla vita di tutti i giorni come investigatori privati ​​appena autorizzati. L’ex agente di polizia e parrucchiere prova il brivido di risolvere un crimine e non sa che sarà coinvolto in un tentativo di omicidio. La coppia è rimasta amica del Maharajah, che li ha invitati al suo matrimonio di destinazione alle Hawaii. Sposerà la modella francese Claudette Joubert (Mélanie Laurent) e ha invitato a partecipare anche il suo consiglio di amministrazione e gli amici “intimi”. La lista degli invitati comprende la contessa Sekou (Jodie Turner-Smith), l’ex fidanzata del Maharajah; Saira (Kuhoo Verma), la sorella antisociale del Maharajah; Francisco Perez (Enrique Arce), famoso calciatore; Il colonnello Ulenga (John Kanu), guardia del corpo di lunga data del Maharajah; e Imani (Zurin Villanueva), la ridacchiante assistente personale della contessa. All’inizio dello stravagante matrimonio, si verifica un omicidio e il Maharajah viene rapito. Con un esperto negoziatore di ostaggi dell’MI6 sul caso e un sospetto gruppo di ospiti al seguito, Nick e Audrey devono fare tutto il possibile per salvare il loro amico e riabilitare i loro nomi.

Murder Mystery 2 ha poco da offrire. I recenti film di Sandler sono diminuiti di qualità rispetto al suo lavoro negli anni ’90 e nei primi anni. Fatta eccezione per i bellissimi luoghi e occasionalmente divertenti scelte di casting, i film della società di produzione di Sandler, Happy Madison, non sono altro che piccole sciocchezze divertenti. Se uno sta uscendo dal massimo che è Glass Onion di Rian Johnson e si aspetta un altro divertente mistero di omicidio guidato da un ensemble per tenerlo in punta di piedi, allora Murder Mystery 2 non è il film da cercare. Se uno vuole godersi un lungometraggio con Sandler e Aniston che interpretano versioni di personaggi che hanno interpretato in precedenza con il minimo sforzo, allora sarà trattato esattamente per questo.

Jeremy Garelick dirige il film con competenza, ma le sue scelte non sono particolarmente fantasiose o intelligenti. Tuttavia, non c’è nulla di cui preoccuparsi quando la sceneggiatura di James Vanderbilt manca di battute sufficienti, un mistero decente e dinamiche dei personaggi interessanti. Il problema principale è che i personaggi non sono neanche lontanamente interessanti come lo sono sulla carta e hanno poco da fare durante il vero mistero. Questo è lo spettacolo di Nick e Audrey. Con l’eccezione del Maharajah di Adeel Akhtar, che manca per la maggior parte del tempo di esecuzione del film, a nessuno del cast viene fornito alcun materiale che giustifichi una risatina.

Il colonnello Ulenga di John Kani esiste solo per le battute sui suoi arti mancanti. La Claudette di Mélanie Laurent è il blando interesse amoroso che avrebbe potuto benissimo essere la vittima poiché non è né un sospetto irresistibile né particolarmente comprensivo come l’interesse amoroso preoccupato. Mark Strong, che ha dimostrato di saper essere divertente, è completamente ubriaco. Jodie Turner-Smith esiste semplicemente per essere bella e arrogante. Non c’è lavoro sui personaggi e la posta in gioco non ha senso. Stando così le cose, il pubblico non ha la sensazione di quanto Nick e Audrey siano vicini al Maharajah.

Una critica comune al primo film era che fosse generico e mediocre. Il sequel non è migliore, ma c’è qualcosa da dire sui milioni di persone che si sono sintonizzate. Supponendo che Netflix non abbia confuso la verità, Murder Mystery ha fatto appello a molte persone, specialmente a coloro che sono fan di Sandler e Aniston. Mentre Sandler si sente come un sonnambulo durante l’intero calvario, Aniston brilla ed è affascinante e divertente senza sforzo. Murder Mystery 2 vale la pena guardare se uno si preoccupa di vedere questi due in azione, e con quanto poco è stato fatto per creare un mistero avvincente che sia anche divertente, il duo è lasciato a fare il proprio lavoro. Ma se si desidera qualcosa di sostanziale, con grandi risate e colpi di scena sorprendenti, Murder Mystery 2 dovrebbe essere evitato a tutti i costi.

Murder Mystery 2 è ora disponibile per lo streaming su Netflix. Il film dura 89 minuti ed è classificato PG-13 per violenza, immagini sanguinanti, linguaggio forte, materiale allusivo e fumo.


Potrebbe interessarti

Recensione di Story Ave: Asante Blackk e Luis Guzmán elevano un dramma commovente [SXSW]
Recensione di Story Ave: Asante Blackk e Luis Guzmán elevano un dramma commovente [SXSW]

Diretto da Aristotle Torres da una sceneggiatura in collaborazione con Bonsu Thompson, Story Ave è elevato dal rapporto speciale creato tra i suoi personaggi principali. Non racconta una nuova storia, ma nelle abili mani di Torres e Thompson, la narrazione si eleva al di sopra di certe convenzioni e raggiunge il cuore della sua relazione […]

Air Review: il dramma sportivo di Ben Affleck è una schiacciata piacevole per la folla
Air Review: il dramma sportivo di Ben Affleck è una schiacciata piacevole per la folla

Quasi tutti coloro che conoscono una o due cose sul mondo dello sport possono riconoscere che le Air Jordan sono alcune delle sneaker più popolari di tutti i tempi. Quello che pochissimi sanno è che questa partnership tra Michael Jordan e Nike non è quasi mai esistita. Nell’ultimo dramma sportivo di Amazon Studios, Air, il […]