RecensioniRecensione di Moon Manor: un'ode commovente e agrodolce alla...

Recensione di Moon Manor: un’ode commovente e agrodolce alla vita e alla morte

-


L’inevitabilità e la permanenza della morte è un concetto terrificante, ma qualsiasi discorso sulla morte è indubbiamente radicato nella bellezza transitoria dell’esistenza. Moon Manor degli sceneggiatori-registi Erin Granat e Machete Bang Bang è un’esplorazione brillante e ponderata dell’argomento, che unisce il dolore con l’umorismo per creare una commedia sulla morte come nessun altro. Raccontando l’ultimo giorno di un uomo sulla Terra, Moon Manor è delizioso e straziante allo stesso tempo, filosofando su cosa significa vivere una vita significativa.

Jimmy (Jim Carrozo), un anziano malato di Alzheimer, decide di morire alle sue condizioni, poiché è consapevole che le sue condizioni peggioreranno solo con il tempo. Questo lo spinge a ospitare un “FUNeral”, un incontro finale con i propri cari, pensato per suonare più come una festa d’addio per onorare la vita ricca e vibrante che ha condotto. Jimmy è un uomo dai molti talenti. Oltre ad essere un musicista, ha anche un profondo interesse per lo spazio, è il fondatore di una famosa linea di peluche chiamata Moonie Babies e ha aiutato persone di numerosi ceti sociali ad abbracciare il loro sé autentico. La sua lista degli ospiti include il suo caregiver Remy (Reshma Gajjar), “death doula” Fritti (Debra Wilson) e il giornalista Andrew (Lou Taylor Pucci), che sta coprendo la storia di Jimmy nel suo primo lungometraggio, tra gli altri.

Jimmy (Jim Carrozo) in Moon Manor

Moon Manor segue uno schema narrativo a sé stante, intervallando memoria e desiderio, paure latenti e conversazioni accattivanti mentre fa girare il filo della vita di Jimmy che sceglie di porre fine alle sue condizioni. Non tutti sono favorevoli alla decisione di Jimmy: il suo fratello apertamente religioso, Gordon (Richard Riehle), procede a protestare davanti a casa sua con il suo timido compagno Terry (Galen Howard), creando un putiferio nel quartiere urlando incessantemente in un megafono . Nonostante si occupi di un argomento così delicato, Moon Manor è un film estremamente divertente che riesce a bilanciare gli elementi più leggeri con riflessioni filosofiche profonde e complesse. Il film è anche deliziosamente psichedelico in alcune parti, specialmente nelle scene in cui Jimmy vede la sua “intuizione” in forma corporea, che sembra una figura in stile Nazgûl ricoperta di diamanti incastonati (il risultato è inquietante e bellissimo).

Sebbene Jimmy sia comprensibilmente afflitto dalla permanenza della sua decisione e dalla prospettiva di perdere così tante persone che lo amano profondamente, si rende conto che la vita, non importa quanto trincerata nelle difficoltà, è stata per la maggior parte bella. Essendo qualcuno che non ha mai evitato di abbracciare i suoi desideri fondamentali, che si tratti della sua sessualità o dei suoi sforzi creativi, Jimmy abbraccia la morte con la stessa tranquillità meditativa e le scene verso la fine sono decisamente strazianti. La cruda emotività di Jimmy che parla al fratello separato, la tenerezza nei confronti di Andrew, chiedendo a coloro che lo circondano di esercitare la calma per sperimentare la pace momentanea, e l’assoluta ampiezza delle sue speranze e paure, elevano Moon Manor alle più alte vette, nel migliore dei modi .

Jimmy (Jim Carrozo) e Andrew (Lou Taylor Pucci) in Moon Manor

La morte è generalmente un affare triste e intriso di disperazione, ma Moon Manor la trasforma in una celebrazione – nonostante questo rischio mastodontico, il film non risulta mai sgradevole. Questo, forse, è radicato nel fatto che il film è direttamente ispirato dalla vita personale di Carrozo, che gli conferisce una tinta seria e profondamente personale. Le sequenze di flashback non fanno che aumentare l’autenticità della narrazione, poiché ritrae la personalità poliedrica di Jimmy con grande successo: un cantante di successo, un attivista LGBTQ+, un amante dei misteri della vita, un uomo gentile. Ogni performance è suonata alla perfezione. Ogni personaggio recita la sua parte doverosa, investendo i ruoli con una qualità profondamente umana. Moon Manor è un trionfo assoluto, che celebra la vita e abbraccia la morte mentre tocca l’agrodolce di tutto ciò che accade nel mezzo.

Moon Manor ha avuto un’uscita limitata nelle sale ed è disponibile su VOD dall’11 marzo 2022. Il film dura 103 minuti e al momento non è classificato.

Date chiave di uscita Moon Manor (2022)Data di uscita: 11 marzo 2022

Ultime News

Carol e Daryl si riuniranno in Walking Dead Universe, afferma Norman Reedus

Norman Reedus dice che Carol e Daryl torneranno "sicuramente" insieme ad un certo punto nell'universo di The Walking...

DanMachi Stagione 4 rivela la data della premiere con il trailer

Come annunciato in precedenza, il franchise di Dungeon ni Deai wo Motomeru no wa Machigatteiru Darou ka? (DanMachi:...

Il contraccolpo della rifusione di Star Wars danneggia il futuro del franchise

Il contraccolpo di Star Wars che ha riformulato alcuni dei suoi personaggi più popolari dimostra che il futuro...

Perché i Goldberg hanno sostituito l’allenatore Mellor (Bryan Callen) nella stagione 10

C'è una domanda persistente sul motivo per cui l'allenatore Mellor (Bryan Callen) è stato sostituito nella stagione 10...

Da Non Perdere

Come Disattivare Now TV

Vuoi capire come disattivare Now TV? Potresti non aver...

45,6 Miliardi Di Won In Euro Quanti Sono? Squid Game Lo Rivela

È ufficiale: la seconda stagione di Squid Game su...

Ultimi Quiz

Quale Personaggio Della Casa Di Carta Sei?

Uno dei punti di forza delle serie come La Casa di Carta è che mettono insieme un gruppo di...

Che Personaggio Di Stranger Things Sei?

Che Personaggio Di Stranger Things Sei? Sei stato anche tu uno di quelli che, guardando il primissimo episodio di...

Potrebbe anche interessarti...
Articoli selezionati per te