RecensioniRecensione di Metal Lords: lettera d'amore piacevole, ma irregolare...

Recensione di Metal Lords: lettera d’amore piacevole, ma irregolare e convenzionale al metallo

-


Non mancano le commedie drammatiche per adolescenti in cui il protagonista centrale avrà qualche osservazione passeggera su una band che gli piace o affiggerà poster di gruppi rock sulle pareti della loro camera da letto. Se un film è incentrato su un musicista, la musica è tipicamente indie mainstream, con il protagonista che sfoggia una chitarra che canta la canzone fiorita che hanno scritto per la loro cotta come se fossero i prossimi Ed Sheeran o Shawn Mendes. Metal Lords, scritto dallo showrunner di Game of Thrones DB Weiss, tenta di sovvertire le aspettative ed essere una vera e propria ode al metal. A tal fine, Metal Lords è un’accattivante lettera d’amore ai giovani fan del metal e al genere stesso.

Hunter (Adrian Greensmith) è un fan sfegatato del metal che apprezza l’arte per ciò che è musicalmente e per ciò che rappresenta il genere nel suo insieme. Recluta il suo migliore amico di lunga data, il tranquillo e nerd Kevin (Jaeden Martell), per unirsi alla sua band, SkullFucker, per vincere la Battle of the Bands del liceo. Kevin quindi assume Emily (Isis Hainsworth), la studentessa trasferita con un carattere e un’affinità per il violoncello. Hunter e Kevin sono sempre stati amici, ma Hunter ha subito una transizione quando la sua vita familiare è cambiata e ha cercato il metallo per conforto. Tuttavia, come la maggior parte delle persone che danno un’occhiata di sfuggita al metal, Hunter ha ripreso l’immagine estetica e di “cattivo ragazzo” proiettata dalle star di molte delle sue band preferite, in definitiva, per lui, Kevin ed Emily questo viaggio per vincere la battaglia of the Bands sarà una rieducazione su come essere una band e abbracciare l’imperfezione.

Isis Hainsworth e Jaeden Martell in Metal Lords

Nel film per adolescenti medio, c’è un segmento che reintroduce sempre il pubblico nelle cricche che compongono il liceo. C’è senza dubbio sempre un tavolo di ragazzi inzuppati di trucco scuro, che oscillano magliette e jeans consumati, con pezzi di metallo frastagliati o tatuaggi che coprono i loro corpi. Metal Lords ribalta la sceneggiatura e porta quei personaggi fuori dai margini e li rende il fulcro centrale, ma con una svolta. Questi ragazzi sono davvero dannatamente normali. La storia segue una struttura prevedibile, gli emarginati si riuniscono per trionfare sulle aspettative della società e, lungo la strada, il gruppo può sbirciare nelle vite degli altri, imparare ad amare una cosa di nicchia che li unisce, sfidare se stessi e innamorarsi.

Il film fa del suo meglio per essere spigoloso, ma è troppo trattenuto dall’andare oltre il limite. Mentre Metal Lords è divertente, anche se prevedibile, tira i pugni nei momenti più pertinenti. Il sentimentalismo è il pane quotidiano dei film per adolescenti, ma i momenti toccanti della crescita del personaggio o dell’approfondimento di questioni importanti rilevanti per gli adolescenti vengono saltati o non viene dato spazio per l’esplorazione qui. Metal Lords si basa anche su tropi del liceo pesantemente obsoleti che potrebbero aver funzionato dieci anni fa, ma non risuonano del tutto oggi. C’è un livello quasi comico di incomprensione della socializzazione del liceo da parte dei creativi, che mostrano tristemente la loro età con il modo in cui percepiscono i giovani. Per un film sui bambini che imparano i valori del metal, la storia sicuramente li delude essendo così prevedibilmente obsoleta e presentando purtroppo due protagonisti incredibilmente sgradevoli e poco carismatici come i volti di questa storia.

Jaeden Martell in Metal Lords

L’unica cosa in cui Metal Lords eccelle è nella sua rappresentazione del metal. Proprio come la moda degli iconici film per adolescenti dei primi anni ha stimolato il cambiamento nel mondo reale, Metal Lords ha un’attrazione simile con il genere metal. È un’introduzione molto concisa e semplice ad alcune delle migliori band da considerare quando si entra nel metal, ed è presentata con riverenza qui. C’è un’aspirazione che trasuda Hunter che risuonerà con i giovani che potrebbero anche vedere nel metal ciò che vede Hunter. C’è una grande attenzione nel portare questo genere a lungo incompreso al pubblico mainstream in un modo che non spaventi nessuno ma sia invitante.

Il film dà il meglio di sé, visivamente e narrativamente, quando è profondamente radicato nel metal. C’è un impatto viscerale nel terzo atto che si concentra davvero su ciò che è mancato a questo film dall’inizio. La direttrice della fotografia Anette Haellmigk, il montatore Steve Edwards e l’iconico compositore Ramin Djawadi si appoggiano pesantemente al metal per creare il motivo più convincente per guardare questo film. Inoltre, la colonna sonora è semplicemente eccezionale. Il produttore musicale Tom Morello è quello che racchiude questo miscuglio irregolare in una bella confezione. Metal Lords non sarà molto apprezzato negli anni a venire, ma ha i suoi momenti di gioia, per quanto fugaci possano essere.

Metal Lords ha iniziato lo streaming su Netflix venerdì 8 aprile. Dura 98 minuti e ha la classificazione R per il linguaggio, i riferimenti sessuali, la nudità e l’uso di droghe/alcool, tutti che coinvolgono adolescenti.

Date di uscita chiave Metal Lords (2022)Data di uscita: 08 aprile 2022

Marco
Marco
Sono Marco, un appassionato di cinema e serie TV che scrive recensioni per il sito di cinema Asiatica Film Mediale. Sono una persona determinata e appassionata, che ama condividere la propria passione per il cinema e la televisione con il pubblico. Sono arrivato a scrivere per Asiatica Film Mediale dopo aver vinto un concorso per giovani critici con la mia recensione del film "Parasite". Tra le serie TV italiane preferite ci sono "Gomorra" e "Suburra". Durante la scrittura delle mie recensioni mi piace ascoltare la colonna sonora dell'opera che sto recensendo per trasmettere tutte le emozioni dell'opera ai lettori.

Ultime News

The CW’s The Librarians Spinoff Show Casts First Lead Role: Il nuovo spin-off dello show The Librarians su The CW assegna il primo ruolo...

Riassunto Jessica Green è stata scelta per il prossimo spinoff di The Librarians intitolato The Librarians: The...

Kaiju No. 8 chiude la sua uscita con un avvincente anticipo

Sul sito ufficiale dell'adattamento anime del manga scritto e illustrato da Naoya Matsumoto, "Kaiju No. 8" (Kaijuu...

Tony e Ziva tornano nell’universo di NCIS con uno spinoff show su Paramount+.

Riassunto Michael Weatherly e Cote de Pablo saranno protagonisti di un nuovo spin-off di NCIS, incentrato su Tony e...

Richard Lewis, attore di Curb Your Enthusiasm e comico di Stand Up, muore a 76 anni.

Riassunto Richard Lewis, l'iconico comico, è scomparso all'età di 76 anni, lasciando dietro di sé un'eredità nella stand-up comedy...

Da Non Perdere

I 30 Migliori Film Horror Da Vedere Assolutamente!

Avventuratevi nel cuore pulsante dell'orrore con la nostra raccolta...

Come Disattivare Now TV

Vuoi capire come disattivare Now TV? Potresti non aver...

Ultimi Quiz

Quale Personaggio Della Casa Di Carta Sei?

Uno dei punti di forza delle serie come La Casa di Carta è che mettono insieme un gruppo di...

Che Personaggio Di Stranger Things Sei?

Che Personaggio Di Stranger Things Sei? Sei stato anche tu uno di quelli che, guardando il primissimo episodio di...

Potrebbe anche interessarti...
Articoli selezionati per te