Asiatica Film Mediale

Recensione di Dungeons & Dragons: Honor Among Thieves – Un momento piacevole per tutti [SXSW]

Recensione di Dungeons & Dragons: Honor Among Thieves – Un momento piacevole per tutti [SXSW]
Marco

Di Marco

12 Marzo 2023, 20:46


Sembrava un’impresa impossibile dare vita a Dungeons & Dragons, soprattutto considerando che il gioco non ha una storia da adattare al grande schermo. Ma Dungeons & Dragons: Honor Among Thieves – diretto da John Francis Daley e Jonathan Goldstein da una sceneggiatura che hanno scritto in collaborazione con Michael Gilio – fa appello a coloro che hanno recitato ea coloro che non l’hanno fatto. Il film è divertente, selvaggiamente divertente e il cast si unisce incredibilmente bene. Sebbene i personaggi non siano troppo profondi e la trama occasionalmente sia piena, Honor Among Thieves offre un’emozionante avventura fantasy che, sebbene lunga, non diminuisce mai nel suo divertimento.

Due anni dopo essere stati imprigionati per aver tentato di rubare oro e un artefatto magico, Edgin (Chris Pine) e la sua migliore amica Holga (Michelle Rodriguez) escogitano un piano per fuggire e tornare dalla figlia di Edgin, Kira (Chloe Coleman). Tuttavia, non è contenta di vederlo, credendo che apprezzasse le ricchezze su di lei. Dopo aver realizzato di essere stati traditi da un vecchio amico, Edgin e Holga reclutano vecchi e nuovi amici — tra cui lo stregone Simon (Justice Smith), il druido Doric (Sophia Lillis) e il paladino Xenk (Regé-Jean Page) — e loro hanno deciso di recuperare il manufatto che avevano cercato una volta nel tentativo di salvare tutti da Sofina, un mago rosso di Thay (Daisy Head), che ha piani nefasti per la popolazione di Neverwinter.

Regé-Jean Page, Michelle Rodriguez, Chris Pine, Sophia Lillis e Justice Smith in Dungeons & Dragons: L’onore tra i ladri

Honor Among Thieves dà il meglio di sé quando si concentra sulla posta in gioco personale. Le avventure secondarie sono divertenti ed esilaranti, ma è il cameratismo dei personaggi che brilla davvero e rende tutto molto più eccitante. C’è una narrazione generale sui Maghi Rossi, ma non è così utile o avvincente come il conflitto tra Edgin e Forge Fitzwilliam (Hugh Grant), Lord of Neverwinter, poiché coinvolge la figlia del primo e i piani del secondo. L’amicizia di Edgin con Holga, la sua fede in Simon come stregone e nelle capacità di Doric tiene tutti insieme. C’è lealtà e fiducia che sono integrate nella loro relazione, ed è ciò che rafforza il film e fa credere nei loro viaggi, così come in quanto possono realizzare insieme.

Le sequenze d’azione sono ben coreografate e gli effetti speciali credibili, e la colonna sonora di — è adorabile e memorabile. Tutto, dai costumi ai capelli, al trucco e alla scenografia, è bellissimo. Honor Among Thieves si appoggia davvero agli elementi fantastici e i viaggi dei personaggi consentono al pubblico di ammirare la varietà di luoghi e creature che esistono in questo mondo. Fondamentalmente, il film riconosce che il fallimento è sempre un’opzione, ed è una buona cosa perché almeno significa che ci si è provati. Tocca anche quanto può essere facile perdere di vista ciò che è importante a causa del dolore passato, l’importanza di lasciarsi andare e credere in se stessi invece di fare affidamento sugli altri per la convalida.

Daisy Head in Dungeons & Dragons: L’onore tra i ladri

Dungeons & Dragons: Honor Among Thieves è notevolmente elevato da un cast carismatico, i quali sembrano tutti divertirsi con il materiale e il mondo in cui esistono le loro controparti immaginarie. Pine e Rodriguez sono la coppia di cui nessuno sapeva di aver bisogno fino ad ora. Illuminano lo schermo e formano un duo comico. Smith e Lillis sono solidi come Simon e Doric, ma è Page che ruba la scena nei panni del paladino molto schietto che è l’opposto morale dei ladri con cui si schiera, e i suoi momenti con gli altri attori, anche se brevi, sono alcuni dei più divertenti del film.

Il film è piuttosto lungo, ma non si trascina né si impantana troppo per tutto ciò che sta accadendo. Si muove abbastanza rapidamente da consentire al pubblico di tenere il passo e rimane coinvolgente a causa dei personaggi, dell’avventura e dei cambiamenti di location. È un mondo pienamente realizzato e non si può fare a meno di esserne immersi. Detto questo, il mondo di Honor Among Thieves è così vasto che a volte è difficile tenere il passo con tutti i riferimenti per coloro che non hanno giocato al gioco, ma ciò non toglie nulla alla storia complessiva. Dungeons & Dragons potrebbe avere molto da fare dal punto di vista della trama, ma i cineasti hanno intriso il film di molto amore e divertimento, e si vede. Il film è contagiosamente esuberante, con un’energia cinetica che non si ferma mai. Accoppiato con il suo tono spensierato, Honor Among Thieves è un momento incredibilmente bello al cinema.

Dungeons & Dragons: Honor Among Thieves è stato presentato in anteprima al SXSW Film Festival del 2023 il 10 marzo. Il film uscirà nelle sale il 31 marzo. Dura 134 minuti ed è classificato PG-13 per azione/violenza fantasy e un po’ di linguaggio.


Potrebbe interessarti

Recensione sgradita: una grande idea e prestazioni forti non possono superare una sceneggiatura debole
Recensione sgradita: una grande idea e prestazioni forti non possono superare una sceneggiatura debole

Unwelcome, diretto da Jon Wright da una sceneggiatura che ha scritto insieme a Mark Stay, segue una giovane coppia che fugge dal loro pericoloso quartiere londinese verso la campagna irlandese per cercare un ambiente sano e sicuro per il loro bambino non ancora nato. Il loro entusiasmo per questo nuovo capitolo della loro vita viene […]

Inside Review: Willem Dafoe è perfettamente sconvolto in un sorprendente dramma di sopravvivenza
Inside Review: Willem Dafoe è perfettamente sconvolto in un sorprendente dramma di sopravvivenza

In apparenza, l’idea di essere intrappolato in un appartamento di lusso suona come un sogno glorioso. Situato ben al di sopra del trambusto infinito di New York City, circondato da opere d’arte di alto livello e servizi di prima qualità, chi potrebbe mai lamentarsene? Nel nuovo film del regista Vasilis Katsoupis Inside, questa premessa diventa […]