Asiatica Film Mediale

Recensione di DogMan: l'ultimo thriller d'azione di Luc Besson ha un morso debole e non abbaia

Recensione di DogMan: l'ultimo thriller d'azione di Luc Besson ha un morso debole e non abbaia
Marco

Di Marco

11 Aprile 2024, 05:55


Riepilogo

Caleb Landry Jones si distingue per una prestazione brillante. Il cast di supporto indebolisce il film, indebolendo il forte protagonista. La mancanza di una visione chiara e di una regia da parte di Luc Besson fa sì che il film non sia all'altezza.

DogMan di Luc Besson è intelligente, ben prodotto e particolarmente bello da guardare, ma nulla di tutto ciò compensa la scarsa esecuzione che trasforma un concetto intelligente in un film debole. DogMan ha alcuni punti di forza che possono renderlo piacevole, e il film lavora duro per trasmettere un messaggio, ma non riesce a mantenere la promessa dello scopo, con immagini religiose pesanti e performance deboli da parte di quasi tutto il cast. Caleb Landry Jones, che interpreta l'eroe speranzoso, è brillante, ma il resto del cast offusca la sua interpretazione e rende vane le promesse.

DogMan è un thriller d'azione del regista Luc Besson che segue Doug, un uomo con un passato torturato e un amore per i cani. A seguito di un'ondata di criminalità, Doug viene arrestato perché credono che sia il colpevole. Tuttavia, un incontro con uno psichiatra rivela una storia più profonda su un uomo e sui cani di cui si prende cura, dall'aiutare gli altri a compiere rapine fino alla sua infanzia travagliata, il tutto dipingendo un quadro molto più ampio dell'uomo noto come Doug.

Pro: i cani sono incredibilmente ben addestrati. Caleb Landry Jones offre una prestazione eccezionale. Contro La storia e il ritmo sono spesso noiosi. Il cast di supporto offre performance piatte. La visione di Luc Besson non è chiara. DogMan manca di coerenza. La maggior parte del film si trascina.

DogMan segue Douglas Munrow (Jones), un uomo che ha subito crudelmente abusi da bambino e messo in gabbia con cani violenti da suo padre. Tuttavia, i cani non riescono ad arrabbiarsi con Doug, che viene invece protetto e accudito dagli animali che lo accettano come famiglia. L'intervento divino interviene per salvarlo in più momenti della sua vita, e la storia riprende mentre racconta la sua storia a uno psicologo condannato al carcere prima di essere condannato. Con immagini palesi, Doug viene pubblicizzato come un figlio prediletto di Dio, che sopporta prove prima di sacrificarsi per i suoi cani.

Il nuovo trailer correlato di DogMan di Luc Besson mette in mostra stile, azione ed esclusiva di Caleb Landry Jones: Screen Rant presenta un nuovo entusiasmante trailer di DogMan di Luc Besson, un thriller d'azione di prossima uscita con Caleb Landry Jones.

DogMan lotta con una mancanza di coerenza

A parte Caleb Landry Jones, le altre prestazioni sono piatte

In tutto il film, c'è un contrasto enorme tra le performance del cast, con Caleb Landry Jones che offre quella che potrebbe essere considerata una performance decisiva per la carriera se la storia, il ritmo e altri non rallentassero. Ha la fortuna di essere circondato da cani incredibilmente talentuosi che si esibiscono alla perfezione in tutto il film, ma non appena qualcun altro entra in scena, l'intero film va in pezzi. Dalla sua insegnante di recitazione, Salma, che viene ripetutamente elogiata per il suo talento nella recitazione nel film, alla psicologa Evelyn, che è sorprendentemente piatta, il film sarebbe stato migliore senza il cast di supporto.

Il film sarebbe stato migliore senza il cast di supporto.

Sarebbe ingiusto sottolineare tutte le prestazioni mancanti, ma sembra che non sia stata offerta alcuna direzione chiara. Il dialogo viene trasmesso in modo sconcertante, con la maggior parte dei personaggi che appaiono completamente distaccati dalle loro battute. Ciò si riflette nelle esibizioni drag incluse, con Doug in costume intero, che canta a squarciagola canzoni che sono così ovviamente una traccia che suona su di lui da suggerire che questo distacco potrebbe essere intenzionale. Se è così, e si arriva a un punto più profondo, il film inciampa in ogni ostacolo, non riuscendo a chiarire il punto.

Il problema più grande è la mancanza di una visione chiara e di coerenza tra l'idea, la scrittura e la regia, che provengono tutte da Besson. Besson ha dimostrato il suo talento in questi ambiti in molti altri progetti, come Il quinto elemento e Lucy, ma qui non riescono a riunirsi. L'unico personaggio che ha sviluppato la propria storia è Doug, ma il suo personaggio soffre di motivazioni che sembrano deboli con un'importanza auto-gonfia e con le sue stesse esplosioni violente.

DogMan RCrimeDramaThriller

Regista Luc Besson Data di uscita 27 settembre 2023 Studio(i) Luc Besson Productions, EuropaCorp Distributori EuropaCorp Scrittori Luc Besson Cast Caleb Landry Jones, Jojo T. Gibbs, Christopher Denham, Grace Palma Durata 114 minuti

DogMan è chiaramente ambizioso, ma non fa nulla con questa ambizione

DogMan ha molto da offrire. La performance di Jones è davvero trasformativa e la rappresentazione della fluidità di genere e della libertà di espressione presente avrebbe potuto essere eccezionale. Ma a causa della mancanza di impegno su qualsiasi aspetto a parte l'amore di Doug per i cani, l'intero film è deludente. Besson sa come trasmettere l'azione, come trasmettere in modo efficace le emozioni e come creare bellissime immagini e, sebbene utilizzi questi strumenti, i concetti non vengono mai riuniti in modo soddisfacente o significativo.

DogMan è iniziato come un concetto confuso, che è diventato solo più stridente e incoerente man mano che il film andava avanti.

La speranza sconfinata di Doug di fronte alla crudeltà è ammirevole, ma poi la sua mancanza di compostezza quando vede la donna più anziana per la quale aveva una cotta unilaterale quando era un ragazzo che si sposava sembra fuori dal suo personaggio. La donna a cui confessa i suoi crimini è semplicemente una cassa di risonanza per la storia, ma DogMan cerca di renderla importante negli ultimi minuti, come se fosse in contatto con Doug o facesse qualsiasi cosa oltre a dare risposte a frase singola tra lunghi intervalli. .

Inoltre, ci sono diverse scene che si trascinano, allungandosi per più minuti, quando sarebbero state più efficaci se tagliate più brevi. DogMan è iniziato come un concetto confuso, che è diventato solo più stridente e incoerente man mano che il film andava avanti. Le immagini e il linguaggio utilizzati indicano che il film intendeva significare e dire più di quanto non facesse, ma ha faticato a definirsi chiaramente e a gettare una luce adeguata sulla star a causa dello scarso ritmo e della mancanza di una direzione chiara nella storia o nelle performance. .

DogMan avrà un'uscita limitata nelle sale il 29 marzo, prima di un'uscita più ampia dal 5 aprile.


Potrebbe interessarti

Recensione La Chimera: mi sono perso in questo magico dramma italiano e non ho trovato la via d'uscita
Recensione La Chimera: mi sono perso in questo magico dramma italiano e non ho trovato la via d'uscita

Riepilogo La Chimera presenta una storia complessa incentrata su Arthur, un archeologo con un profondo legame con il passato e una lotta per abbracciare il presente. Il film esplora i temi del nostro rapporto con il passato, gli elementi soprannaturali e i confini sfumati tra realtà, mito e sogni. La Chimera sfida gli spettatori a […]

Godzilla x Kong: The New Empire Recensione – Soddisfacente storia di Kong e divertente azione Uplift MonsterVerse
Godzilla x Kong: The New Empire Recensione – Soddisfacente storia di Kong e divertente azione Uplift MonsterVerse

Questo articolo fa parte di una directory: Godzilla x Kong Sequel: Will It Happen? Tutto quello che sappiamo sul prossimo film Monsterverse CurrentGodzilla x Kong: The New Empire Recensione – Soddisfacente storia di Kong e azione divertente Miglioramento MonsterVerse Entry NextGodzilla x Kong Box Office ruggisce superando un importante traguardo globale in meno di 1 […]