RecensioniRecensione dell'ora disperata: il thriller fantasy di Karen sfrutta...

Recensione dell’ora disperata: il thriller fantasy di Karen sfrutta le tragedie del mondo reale

-


Goffo, insipido e profondamente stupido, The Desperate Hour supera il confine tra commento sociale e sfruttamento, usando una sparatoria in una scuola – qualcosa che accade troppo frequentemente in America – come tattica a buon mercato per creare posta in gioco. Naomi Watts interpreta Amy Carr, un personaggio che il pubblico è chiaramente destinato a vedere come una “super mamma” empatica, la cui dedizione alla protezione del figlio è ammirevole e avvincente. Sfortunatamente, il regista Phillip Noyce e lo sceneggiatore Chris Sparling non riescono a scrivere una storia credibile. Di conseguenza, Amy si presenta meno come una madre amorevole intrappolata in una situazione orribile e più come una “Karen” completamente autorizzata ed egocentrica. In definitiva, The Desperate Hour è un thriller privo di brividi che lascia l’amaro in bocca.

The Desperate Hour è la storia di una sparatoria a scuola, ma dal punto di vista di un genitore preoccupato. Il film si apre con una breve sequenza nella casa di Amy che introduce la dinamica familiare e stabilisce informazioni di base. Amy è madre di una giovane figlia, Emily (Sierra Maltby), e di un figlio adolescente, Noah (Colton Gobbo). Il loro padre è morto tragicamente l’anno prima e Noah è alle prese con la sua salute mentale. Dopo aver detto a suo figlio di andare a scuola, Amy va a correre, spostando la narrazione nel bosco, dove si svolge la maggior parte del film.

C’è pochissima trama in The Desperate Hour, che porta l’attenzione su quanto siano poco sviluppati la storia e il ritmo. Il conflitto principale che guida la narrazione è che Amy è nel bosco a correre quando viene a sapere della sparatoria a scuola, e ha bisogno di determinare dove si trova suo figlio e se è al sicuro. Si comporta come se non fosse un’opzione per lei andare a casa a prendere la sua macchina, invece chiama disperatamente chiunque le venga in mente per chiedere un passaggio, intasando le linee telefoniche (compresa l’insegnante di sua figlia e persino, più volte, i servizi di emergenza sanitaria). ). Non solo questa azione cinematografica non è particolarmente avvincente, ma sfida tutti i ragionamenti e il buon senso di base: perché qualcuno dovrebbe mai chiamare la cella personale di un insegnante durante un blocco legato alle riprese? Il desiderio di Amy di avere una conoscenza immediata supera qualsiasi altra preoccupazione in questa storia e, da una prospettiva esterna, questo la fa sembrare egoista (o almeno molto, molto stupida).

L’ora disperata è scena dopo scena di Watts che corre attraverso i boschi, fingendo di parlare con qualcuno su un iPhone. Questo da solo rende molto difficile tenere traccia del passare del tempo implicito. Non c’è nemmeno coerenza con la geografia, il che aggrava questo problema. A un certo punto, Amy afferma di essere a cinque miglia da casa, nonostante corresse già da un po’ di tempo: stava scappando di casa dopo aver appreso dell’incidente? Se sì, perché? In caso contrario, il tempismo semplicemente non funziona poiché in precedenza aveva stabilito che doveva tornare per un riparatore (che in seguito la chiama mentre è ancora nei boschi).

Il dialogo in L’ora disperata non è migliore della struttura della storia. Quasi tutti i dialoghi sono Amy che parla con vari personaggi sul suo cellulare, di solito anche mentre corre. È una scelta strana in termini di narrativa, aggravata dalla direzione della voce notevolmente pessima e dalla consegna artificiosa. Le battute sono innaturali, i personaggi sono così sottili che non sono veri personaggi e l’azione manca di motivazione. Ripetutamente, Amy richiede assistenza, tempo, energia o semplicemente attenzione da sconosciuti e conoscenti e, in modo sconcertante, le danno ciò che vuole, anche quando non c’è quasi motivo per farlo, compresi alcuni casi che comportano infrangere la legge.

The Desperate Hour cerca di inquadrare Amy come coraggiosa e coraggiosa, non fermandosi davanti a nulla e ricorrendo a mezzi sempre più oltraggiosi per “salvare” suo figlio dall’assassino, qualcosa che non ha affari da fare. Watts è un’attrice di talento e fa un coraggioso sforzo per umanizzare Amy, ma non è abbastanza per contrastare il suo comportamento legittimo e privilegiato nel film. Non c’è un arco narrativo, non impara nulla e non ci sono ripercussioni negative per le sue decisioni estremamente sbagliate. Non viene speso tempo per trasformare lo sparatutto in qualcosa di più di un espediente per la trama, o per mostrare quanto sia stata traumatica l’esperienza per gli adolescenti tenuti in ostaggio a scuola: si tratta di Amy. The Desperate Hour è una fantasia di esaudimento dei desideri per coloro che sentono di dover essere sempre al centro dell’attenzione.

Il pubblico dovrebbe essere disposto a sospendere l’incredulità e ad avvicinarsi ai film con buona fede, ma per farlo, la premessa fondamentale deve supportare la storia. Se il conflitto non suona vero a un livello molto semplice, come in The Desperate Hour, la posta in gioco sembra forzata e superficiale. Questo è solo aggravato da qualsiasi tipo di tentativo di commento o messaggio sociale. Amy è il personaggio principale in L’ora disperata, quindi non sorprende che gli eventi si svolgano dal suo punto di vista; tuttavia, il film rende Amy l'”eroina” in una storia su uno sparatutto attivo nel cortile della scuola, un ruolo che non dovrebbe assolutamente avere. L’ora disperata è noiosa e noiosa? Senza dubbio, sì. Il vero problema, tuttavia, è che l’argomento è così inappropriato per questo tipo di storia che l’intera esperienza di visione del film si tinge di una sfumatura disgustosa.

The Desperate Hour è uscito nelle sale il 25 febbraio 2022. Il film dura 84 minuti ed è classificato PG-13 per i contenuti tematici e il linguaggio forte.

.item-num::after { contenuto: “https://www.asiaticafilmmediale.it/”; }

La nostra valutazione:

1 su 5 (scarso)

Ultime News

Simu Liu ricorda il tempo in cui ha ignorato il processo di casting segreto della Marvel

La star di Shang-Chi e de La leggenda dei dieci anelli, Simu Liu, ammette di aver sfidato il...

La concept art di Doctor Strange 2 mostra la Clea di Charlize Theron che usa i suoi poteri

Il nuovo concept art di Doctor Strange in the Multiverse of Madness mostra la Clea di Charlize Theron...

Il droide LOLA di Obi-Wan Kenobi ottiene il suo giocattolo Animatronic

Hasbro sta rilasciando un nuovo giocattolo animatronic del droide L0-LA59 (LOLA) della nuova serie Obi-Wan Kenobi su Disney+....

Rivelati i dettagli della storia della sesta stagione di The Good Fight

La buona battaglia i co-creatori rivelano i dettagli sulla sesta stagione. La buona battaglia è stato presentato per...

Da Non Perdere

Come Disattivare Now TV

Vuoi capire come disattivare Now TV? Potresti non aver...

45,6 Miliardi Di Won In Euro Quanti Sono? Squid Game Lo Rivela

È ufficiale: la seconda stagione di Squid Game su...

Ultimi Quiz

Quale Personaggio Della Casa Di Carta Sei?

Uno dei punti di forza delle serie come La Casa di Carta è che mettono insieme un gruppo di...

Che Personaggio Di Stranger Things Sei?

Che Personaggio Di Stranger Things Sei? Sei stato anche tu uno di quelli che, guardando il primissimo episodio di...

Potrebbe anche interessarti...
Articoli selezionati per te