RecensioniRecensione del triangolo della tristezza: una satira tagliente, squilibrata...

Recensione del triangolo della tristezza: una satira tagliente, squilibrata e meravigliosamente esilarante

-


“Puoi rilassare il tuo triangolo di tristezza?” chiede a Carl un agente di casting nei momenti di apertura del film vincitore della Palma d’Oro di Ruben Östlund. Carl è a un casting per un cosiddetto “marchio scontroso”, uno in cui i suoi modelli possono disprezzare i loro consumatori. Qualcuno che filma le modelle le fa passare dai loro volti di Balenciaga a quelli di H&M, un leggero cipiglio e una fronte corrugata trasformata in un taglio di denti e fossette bianco perla. Scritto da Östlund, il cui film The Square ha anche vinto la Palma, Triangle of Sadness è una rimozione viscerale e ferocemente esilarante di modelle, influencer e accaparratori di ricchezza e mentre minaccia di cedere alle sue alte ambizioni, la sua storia in tre atti diventa la più episodio squilibrato di Below Deck Bravo vorrebbe che avrebbero potuto produrre.

Triangle of Sadness inizia con Carl (Harris Dickinson) e Yaya (Charlbi Dean) che navigano nel mondo della moda di fascia alta e dell’influenza sui social media. Litigano su chi sta pagando l’assegno (“Dovrei tirare fuori la mia piccola calcolatrice e toccare tap tap?” chiede Yaya prima che la sua carta venga rifiutata), ma si incontrano sotto le spoglie di una conversazione onesta, che è più una scusa per loro di lanciarsi pugni l’un l’altro ed esaminare le dinamiche di potere in gioco nella loro relazione. Alla fine, finiscono per una crociera in yacht di lusso da 250 milioni di dollari, capitanata dall’autoproclamato marxista Thomas Smith (Woody Harrelson). Circondati da coppie con capitale reale (non solo capitale sociale), Carl e Yaya sono fuori dal loro elemento quando una tempesta li manda in un pasticcio disgustoso e sconvolgente.

Östlund ha gli occhi puntati sul super ricco con Triangle of Sadness, sottolineando le dinamiche di potere che il denaro spinge alla superficie di incontri apparentemente piacevoli. Un cliente sullo yacht chiede al dipendente che serve loro champagne di entrare nella vasca idromassaggio, che si trasforma nell’intero equipaggio che prende lo scivolo d’acqua nell’oceano e spinge indietro la cena del capitano di 30 minuti. Il capitano Thomas Smith e il russo Dimitry (Zlatko Buric) si scambiano rapide citazioni che esaltano rispettivamente le virtù del socialismo e del capitalismo. Mentre gli ospiti sullo yacht vomitano e i bagni traboccano nei corridoi, si lanciano in giro con le parole di Karl Marx, Mark Twain, Margaret Thatcher e Ronald Reagan davanti a bicchieri di whisky. Alla fine, persino Thomas si lamenta del suo status di marxista “reale”, dicendo che ha troppe proprietà materiali per considerarsi tale. Anche se a volte sembra un po’ pesante, la regia di Östlund funge da strumento di base in mezzo al caos – e che bel caos è.

Triangle of Sadness prende il nome dall’area del viso sopra il naso e tra le sopracciglia dove si verificano le rughe e vengono iniettati aghi di botox. A metà del secondo atto, però, il film ricorda un altro famoso triangolo, quello delle Bermuda. Mentre la prima metà di Triangle of Sadness funziona perfettamente come un satirico, anche se familiare, invio di ricchezza e bellezza, è la seconda metà del film che Östlund trova il suo vero punto debole. Le dinamiche di potere si espandono e si contraggono mentre i personaggi vengono uniti e separati. Dire molto di più approfondirebbe il territorio degli spoiler, ma una volta che alcuni frequentatori di yacht arrivano su una lussureggiante isola tropicale, è allora che inizia il vero divertimento.

È anche il momento in cui il miglior personaggio di Triangle of Sadness arriva a brillare. L’Abigail di Dolly De Leon, vista per lo più di sfuggita come una donna delle pulizie sullo yacht, si fa avanti e, à la Captain Phillips, ora si dichiara capitano. In un mondo giusto, sarebbe la migliore attrice non protagonista da battere ma, allo stato attuale, è solo una delle parti migliori di uno dei migliori film dell’anno. Con una durata di circa due ore e mezza, Triangle of Sadness a volte si trascina e Östlund ha affermato che la durata iniziale del film era di quasi quattro ore. La struttura in tre atti del film alla fine lo salva, con ogni sezione che fornisce un cambio di scenario che è allo stesso tempo sconvolgente e illuminante, mettendo le relazioni tra i personaggi in nuovi contesti.

Nel realizzare un film così ampio, Östlund ha affrontato il suo soggetto da tutte le parti. Anche se potrebbe non essere così nitido come precedenti sforzi come The Square o Force Majeure, c’è qualcosa nella schiettezza che funziona in combinazione con la sua visione. Quando diventa troppo irritante, Östlund sembra sapere cosa sta facendo. È tutto appariscente come i capitalisti che il film sta incriminando. Dallo yacht alla moda ai piatti serviti alla cena del capitano prima che si scatenasse l’inferno, non c’è niente di sottile in Triangle of Sadness: ecco perché funziona.

Triangle of Sadness è ora in programmazione nei cinema. Il film dura 150 minuti ed è classificato R per il linguaggio e alcuni contenuti sessuali.

Ultime News

Kevin Bacon risponde alle richieste di tremori 8

Kevin Bacon offre una risposta positiva alle richieste di Tremors 8. Bacon ha recitato nell'originale Tremors del 1990...

Guillermo del Toro ha già trovato il suo prossimo progetto Stop Motion

Guillermo del Toro, fresco del suo successo con Pinocchio di Guillermo del Toro, ha già trovato il suo...

Sarah Michelle Gellar di Buffy denuncia il sessismo nel pubblico dei supereroi

Sarah Michelle Gellar, star di Buffy the Vampire Slayer, parla del sessismo rivolto alle donne nel genere dei...

Il cattivo di John Wick 4 prende in giro perché ha bisogno di uccidere il personaggio di Keanu Reeves

John Wick: la star del capitolo 4 Bill Skarsgård prende in giro la rivalità del suo personaggio con...

Da Non Perdere

I 30 Migliori Film Horror Da Vedere Assolutamente!

I migliori film horror più spaventosi di tutti i...

Come Disattivare Now TV

Vuoi capire come disattivare Now TV? Potresti non aver...

Ultimi Quiz

Quale Personaggio Della Casa Di Carta Sei?

Uno dei punti di forza delle serie come La Casa di Carta è che mettono insieme un gruppo di...

Che Personaggio Di Stranger Things Sei?

Che Personaggio Di Stranger Things Sei? Sei stato anche tu uno di quelli che, guardando il primissimo episodio di...

Potrebbe anche interessarti...
Articoli selezionati per te