Asiatica Film Mediale

Questo è un campo minato: Andy Serkis quasi non è tornato in Star Wars – a causa di Snoke.

Questo è un campo minato: Andy Serkis quasi non è tornato in Star Wars – a causa di Snoke.
Debora

Di Debora

13 Giugno 2023, 02:46



L’attore Andy Serkis ha rivelato di aver considerato di non tornare alla franchise di Star Wars in Andor a causa della sua esperienza nel ruolo di Supreme Leader Snoke. Serkis è stato per la prima volta rivelato come personaggio di Star Wars in Star Wars: Il risveglio della Forza, fornendo il motion capture e la voce per Snoke, il leader del lato oscuro del Primo Ordine. Nonostante Snoke sia stato ucciso da Kylo Ren in Star Wars: Gli ultimi Jedi, il percorso di Serkis nella galassia lontana, lontana è continuato quando l’attore ha fatto un’apparizione come Kino Loy in Andor.

Parlando con The Hollywood Reporter, tuttavia, Serkis ha rivelato di non essere stato assolutamente certo che tornare a Star Wars fosse una buona idea nonostante Kino Loy tornasse ora per la seconda stagione di Andor. L’attore ha rivelato che questa esitazione proveniva dalla sua esperienza nel interpretare Snoke nella trilogia sequel, e le aspettative dei fan che ne sono venute fuori:

“C’era tanta confusione riguardo a Snoke e alle teorie su Snoke, ho pensato che le persone si sarebbero innervosite, si sarebbero chieste cosa stesse succedendo e avrebbero ipotizzato un qualche tipo di collegamento, ho pensato: ‘Questa è un campo minato’ “.

Come Serkis giustamente fa notare, le teorie su Snoke hanno dominato il discorso online dopo la sua apparizione in Il risveglio della Forza, che è stata collegata da alcuni a Kino Loy di Andor. Mentre molti non hanno mai veramente creduto che Kino Loy fosse in qualche modo legato a Supreme Leader Snoke, alcune domande riguardanti la sua apparizione nella serie Disney+ hanno portato molti a ipotizzare che il personaggio sarebbe diventato in seguito Snoke. Questo ovviamente non è stato il caso, ma ha dimostrato che l’esitazione di Serkis nel tornare alla franchise di Star Wars era in qualche modo giustificata.

Nonostante Serkis non fosse certo del suo ritorno a Star Wars, è evidente che alla fine ha fatto la scelta giusta. In primo luogo, Andor è spesso considerata la vetta di Star Wars su Disney+. Sebbene non abbia lo stesso classico feeling di Star Wars come una serie ricca di cameo, pesante di lore e basata sull’azione come The Mandalorian, l’eccezionale scrittura di Andor, il tono realistico e le fantastiche interpretazioni significano che è considerata in gran parte la migliore serie TV di Star Wars. Questo è il caso soprattutto per l’arco della prigione di Andor, in cui appare Kino Loy di Andy Serkis.

L’arco è una lezione magistrale nel costruire tensione a lungo termine che esplode nell’entusiasmante episodio “Solo andata” durante l’introduzione di un personaggio come Kino Loy. La transizione di Serkis da un impiegato dedicato e rispettoso delle regole dell’Impero a un ribelle arrabbiato e pieno di rabbia è incredibilmente soddisfacente e solidifica l’arco della prigione di Andor come una delle migliori storie di Star Wars. Questo culmina in un fantastico monologo di Kino Loy, che conferma il ritorno di Serkis come un colpo di genio dello showrunner Tony Gilroy, che ha voluto l’attore in Andor dopo aver visto la sua interpretazione di Ulysses Klaue nell’MCU. Fortunatamente, le perplessità di Serkis non erano abbastanza potenti per dissuaderlo dal suo trionfante ritorno in una galassia lontana, lontana.


Potrebbe interessarti

Jensen Ackles anticipa il ritorno di The Boys dopo la terza stagione, affermando che “Soldier Boy non è morto”.
Jensen Ackles anticipa il ritorno di The Boys dopo la terza stagione, affermando che “Soldier Boy non è morto”.

Jensen Ackles suggerisce il ritorno di Soldier Boy nella saga di The Boys dopo l’ambiguo finale della stagione 3. Ackles si è unito al popolare show di Prime Video nella terza stagione, riunendosi al creatore di Supernatural e produttore esecutivo di The Boys per interpretare uno dei villain più potenti dello show. Soldier Boy è […]

Il marketing insolito della serie The Walking Dead: Dead City affrontato da AMC.
Il marketing insolito della serie The Walking Dead: Dead City affrontato da AMC.

Il responsabile del marketing di AMC, Kim Granito, ha rivelato una strategia di marketing insolita per The Walking Dead: Dead City che debutterà a New York questa settimana, in anticipazione della sua prima. The Walking Dead: Dead City segue le vicende di Maggie e Negan dopo gli eventi di The Walking Dead, durante il loro […]