Asiatica Film Mediale

Potenziali spin-off Disney+ di Avatar affrontati da James Cameron

Potenziali spin-off Disney+ di Avatar affrontati da James Cameron
Erica

Di Erica

15 Dicembre 2022, 20:04


Mentre Avatar: The Way of Water arriverà nei cinema il 16 dicembre, il regista James Cameron affronta la possibilità di realizzare spin-off per il suo franchise di grande successo. Il primo Avatar è ancora il film con il maggior incasso di tutti i tempi, e il sequel si sta finora aprendo al successo di critica, con una costruzione del mondo di alto livello e una grafica sbalorditiva che sono i suoi punti di forza. Ambientato più di un decennio dopo il primo film, Avatar: The Way of Water vede Jake Sully (Sam Worthington) e Neytiri (Zoe Saldaña) con la loro stessa famiglia, le tribolazioni che li seguono, quanto fanno per proteggersi a vicenda, e le tragedie che sopportano. Attualmente, ci sono un totale di altri tre lungometraggi previsti per il franchise.

In una conversazione con ComicBook.com, Cameron e il produttore Jon Landau discutono se il mondo di Avatar arriverà o meno in televisione tramite la piattaforma di streaming Disney+, una tendenza che la maggior parte dei principali franchise Disney sembra seguire. Pur non rispondendo direttamente alla possibilità di uno spin-off Disney+, Landau ha dichiarato: “Vediamo il mondo di Pandora come uno che può espandersi oltre il film”. Ha anche sottolineato che il franchise ha già le forme di uno spettacolo itinerante Circ du Soleil, la location interattiva al Disney’s Animal Kingdom e Avatar: The High Ground, una serie di graphic novel in tre volumi di Dark Horse Comics. Quando a Cameron è stato chiesto della possibilità, ha semplicemente detto che, mentre poteva vederlo accadere alla fine, la tecnologia non è ancora arrivata. Leggi cosa ha detto Cameron di seguito:

“In termini di spin-off da Avatar, il problema è che i personaggi sono CG fotorealistici e non si adatta ancora a un tipo di modello di pipeline televisiva. Ora, forse tra 10 anni, se iniettiamo abbastanza macchine, apprendimento profondo, e l’intelligenza artificiale nel processo, potrebbe essere possibile crollare da una sequenza temporale di un anno per fare uno scatto, più vicino al tempo reale. Non so se arriveremo al tempo reale, ma penso che potremmo avvicinarci abbastanza fare televisione, ma non sarà per, direi minimo cinque anni, forse più come 10. Ma se Avatar diventa un universo, se diventa un mondo persistente per le persone e il desiderio è lì, sì. vedere che accada alla fine.

Come potrebbe essere uno spin-off di Avatar

Come sottolineato dal produttore Landau, Cameron ha già giocato con il franchise di Avatar e ha prodotto storie al di fuori dei film. Lo spettacolo del Circ du Soleil, Toruk – First Flight, è stato presentato per la prima volta nel 2015 ed è tornato indietro di diverse migliaia di anni per raccontare la storia del primo Toruk Makto. Landau ha anche sottolineato che Pandora – The World of Avatar at Disney’s Animal Kingdom è ambientato in una Pandora che esiste dopo i film Avatar. Vedere le menti creative dietro Avatar saltare avanti e indietro nella sequenza temporale degli eventi è qualcosa che possono continuare in qualsiasi ipotetico spin-off televisivo. Uno spin-off di Avatar potrebbe seguire il decadimento della Terra o di una diversa tribù Na’vi in ​​diverse linee temporali e in modo più dettagliato.

Dovrebbe esistere un programma televisivo spin-off di Avatar?

Poiché i film Avatar hanno dimostrato di essere i più costosi nella storia di Hollywood, è improbabile che vengano presto portati sul piccolo schermo. Come ha detto Cameron, il franchise richiede CGI fotorealistico che non è abbastanza conveniente per uno show televisivo. La più grande attrazione del franchise di Avatar è la costruzione del mondo e la grafica, che sono due qualità che vengono esaltate dall’esperienza cinematografica di vedere i film nei cinema. Il primo Avatar vedeva Cameron usare artisticamente la tecnologia 3D, insieme al CGI fotorealistico, e il regista lo ha fatto di nuovo con il sequel. Il franchise di Avatar è stato realizzato per il grande schermo con in mente lo spettacolo visivo attraverso i risultati tecnici ed è, quindi, proprio dove appartiene.

Non c’è dubbio che Avatar meriti uno spin-off, in quanto servirebbe come testimonianza della ricca costruzione del mondo del franchise. Ma Avatar appartiene e merita di essere visto sul grande schermo, riportando i commenti di Denis Villeneuve sul tentativo di vedere la sua Duna su uno schermo televisivo. Avatar: The Way of Water è il tipo di film realizzato per l’esperienza sul grande schermo, che qualsiasi spin-off realizzato per la televisione non sarebbe in grado di eguagliare.

Fonte: ComicBook.com

Date di rilascio principali

  • Avatar: La via dell’acqua Data di uscita: 16-12-2022
  • Avatar 3 Data di rilascio: 20/12/2024
  • Avatar 4 Data di rilascio: 2026-12-18
  • Avatar 5 Data di rilascio: 2028-12-22


Potrebbe interessarti

Gli attori di Aquaman e Shazam reagiscono all’uscita di Superman di Henry Cavill
Gli attori di Aquaman e Shazam reagiscono all’uscita di Superman di Henry Cavill

Henry Cavill ha recentemente confermato che non interpreterà più Superman nel DCU, e ora Jason Momoa (che interpreta Aquaman) e Zachary Levi (che interpreta Shazam) hanno condiviso le loro reazioni alla notizia. Cavill ha indossato per la prima volta l’iconico mantello rosso in Man of Steel di Zack Snyder nel 2013 e avrebbe ripreso il […]

Sam Worthington di Avatar 2 ricorda il fallimento dell’audizione di James Bond
Sam Worthington di Avatar 2 ricorda il fallimento dell’audizione di James Bond

Prima di recitare in Avatar nel 2009, Sam Worthington rivela di aver fallito un’audizione per il ruolo di James Bond. Numerosi attori hanno interpretato l’iconica superspia negli ultimi 60 anni, tra cui Sean Connery, Roger Moore, George Lazenby, Timothy Dalton e Pierce Brosnan, ma l’uscita di Casino Royale del 2006 ha introdotto una nuova interpretazione […]